MARSA ALAM BEACH RESORT INVESTIMENTI IMMOBILIARI IN EGITTO

Marsa Alam Beach Resort | Investimento immobiliare in Mar Rosso appartamenti in resort a 5 stelle lusso dotato di parchi, piscine, ristoranti, centro benessere, diving center, direttamente sulla stupenda spiaggia di Marsa Alam, sono in vendita appartamenti di varie tipologie con terrazza o giardino privato, dotati di tutti i conforts.

 Continua a leggere (Comunicato Importante!)

C O M U N I C AT O del 13/12/2010

A SEGUITO PROBLEMATICHE VARIE CON I MANDATARI DEL PROGETTO MARSA ALAM BEACHRESORT

OKVERSILIA REAL ESTATE HA DECISO DI SOSPENDERE LE TRATTATIVE
PER QUESTO PRODOTTO.

MOTIVI FONDAMENTALI DELLA DECISIONE PRESA:

A seguito ispezione ai cantieri da parte nostra e di alcuni clienti, nei mesi di novembre 2009 e marzo 2010, abbiamo riscontrato un notevole ritardo sull’avanzamento dei lavori della FASE 1 del progetto e la totale assenza di costruzioni per quanto riguarda la FASE 2. Le vendite sono state già effettuate su entrambe le fasi del progetto.

Nei mesi successivi, incuriositi dai fatti abbiamo richiesto alla I.P.S (mandataria del progetto per l’Italia), e I.P.I (costruttore), di fornirci documentazione relativa ai permessi di costruzione per verificare se tali permessi fossero congrui con quanto proposto ed in particolare:

1) Verificare se il permesso di costruzione coincidesse sul numero di unità realizzabili, rispetto a quanto dichiarato dal costruttore. (sembra ci siano incongruità anche su quanto pubblicizzato sui siti internet delle parti), e soprattutto se vi fossero le concessioni per entrambe le FASI del progetto visto che della FASE 2 ancora non vi è nulla di costruito.

Immagine del sito, link:

IPS

Immagine del sito, link:

IPI

2) Verificare se gli appartamenti proposti come acquisto in piena proprietà, non fossero invece destinati ad uso camere d’albergo, come in realtà sembra che il governo Egiziano dia i permessi in complessi di questo genere ( circa 20 appartamenti di civile abitazione e circa 80% camere d’albergo).

Da notare che già dalla primavera 2010, le società in questione, hanno proposto anche tramite le agenzie immobiliari, ai clienti acquirenti di appartamenti della FASE 2 di permutare il loro appartamento (su carta) con uno similare della FASE 1, in parte già costruita motivando il fatto come agevolazione per ottenere in tempi più brevi la consegna dell’appartamento, ma a condizione che venissero versati in tempi brevi altri soldi per ottenere lo scambio.

A seguito delle nostre ripetute richieste per ottenere tale documentazione, abbiamo ricevuto da parte di I.P.II.P.Sun’invito anche a spese loro ad andare direttamente agli uffici del Cairo per verificare di persona tali documenti, circostanza piuttosto insolita, quando normalmente questi documenti vengono forniti su semplice richiesta ai diretti interessati e possono essere trasmessi con tutti i moderni strumenti di comunicazione: posta, fax, e-mail.

Nel mese di dicembre 2010 abbiamo ricevuto “da clienti e non da I.P.I ne I.P.S”, un’informativa con gli aggiornamenti riguardo al progetto, al seguente link potete trovare il documento:

ULTIMENOTIZIE:

Newsletter Marsa Alam Beach Resort

In attesa dunque di più rassicuranti chiarimenti sospendiamo qualsiasi trattativa,
supportando ovviamente con qualunque mezzo a nostra disposizione i clienti che hanno precedentemente acquistato.

Okversilia Real Estate

PER QUALSIASI ULTERIORE CHIARIMENTOPOTETE RIVOLGERVI AI DIRETTIINTERESSATI.

I.P.S: link

I.P.I: link

Gli interessati possono comunicare suquesto BLOG le proprie osservazioni e commenti, l’invito ovviamenteè esteso anche ad I.P.I ed I.P.S che potranno intervenire conrisposte concrete edadeguate:

(questa sezione vuole esclusivamente essere costruttiva, l’admin si riserva di moderare ed eventualmente rimuovere post inadeguati)

Questa voce è stata pubblicata in Egitto, Investimenti Immobiliari, Marsa Alam e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

1.179 risposte a MARSA ALAM BEACH RESORT INVESTIMENTI IMMOBILIARI IN EGITTO

  1. Associazione Investitori Marsa Alam scrive:

    Buongiorno,
    vi allleghiamo il nostro indirizzo e-mail ( associazioneinvestit@libero.it ) al quale potete rivolgervi per qualsiasi informazione che possa esservi utile.

  2. agostino scrive:

    Nemmeno nel peggiore dei miei incubi avrei immaginato una roba così. Il mondo e’ veramente pieno di carogne. Non caccio piu’ un euro per questa cosa, a meno che qualcuno non mi consegni le chiavi del mio appartamento, finito . Sbagliare e’ umano ma perseverare e’ diabolico.

  3. dekite scrive:

    Salve,anche io come voi ho dato l’anticipo per il progetto mabr,vista la situazione di insolvenza da parte di ipi ho avviato la procedura legale con G.I.C. LEGAL….non so se servirà a qualcosa,però penso che un tentativo sia doveroso farlo!qualcun’altro ha avviato la procedura legale?

  4. nero nero scrive:

    Salve . certo che penso ci farebbe piacere sentire la opinione della grande assente, dopo che si sono scoperti gli altarini in modo chiaro su IPI, la signorina SILVIA di agenzia DOLCE CASA, in certo qual modo era molto incoraggiante quello che ci scriveva. Adesso si è defilata, perdonatemi se faccio una domanda alla suddetta signorina: gentilissima signorina Silvana al punto in cui adesso siamo arrivati cosa ha da dire in difesa dei suoi tanti difesi a spada tratta e spero ex datori di lavoro.(IPI)? mi permetta di ricordarle che è nei momenti di difficoltà che dovrebbe intervenire per magari dare consigli costruttivi a della gente che ha perso tutti i suoi risparmi e infranti i sogni di una vita, è facile adesso non scrivere piu sul blog tanto i fessi hanno pagato anche i soldi per la agenzia se poi sono stati dei polli pazienza. ma le dico in sincerità se io fossi al suo posto non sarei in grado di guardarmi piu allo specchio se prima quanto meno non chiederei scusa per le fandonie scritte su questo forum ed avere attaccato chi in tempi non sospetti vi voleva allertare per averci venduto un prodotto che era e ne eravate convinti ,( datemene prova del contrario della vostra buona fede), e lo sapevate un prodotto marcio sin dall’inizio. spero che abbia il coraggio di replicare saluti

    • charlye scrive:

      Ciao Nero Nero, seguo con attenzione tutta questa storia da tempo. Il tuo post, potrebbe andare bene chi ha una coscienza e potrebbe chiedere scusa, avendo sbagliato e forse rimediare. Ma queste persone non meritano più nessun dialogo o richieste di chiarimenti, o altro. Sono della peggiore specie, hanno ingannato il prossimo nelle maniere più infide e spregevoli, forse non fanno neanche più capo alla specie classificata come “uomini”, sono solo dei parassiti …. Questi Forum, pur ringraziando all’infinito chi li propone, fatti per il legittimo e giusto scambio di informazioni, a volte sembrano delle sedute collettive dallo psicoterapeuta, dove ogniuno racconta le proprie disgrazie o disavventure, e, dove ognuno, cerca di trovare sollievo alla delusione o all’inganno subito…..

  5. maurizio scrive:

    anche io pultroppo sono rimasto fregato
    ho pagato il 100% della 1° fase offrendomi uno sconto , se saldavo il totale ,
    sono dispiaciuto per il 6 ottobre per la riunione a bologna , non posso lasciare il lavoro , lavoro in una pizzeria ristorante , ma se c’è qulcuno che mi può dire se posso fare qulcosa per inserire il mio nome nel gruppo .
    grazie aspetto notizie di qualcuno .
    Maurizio.

  6. maurizio scrive:

    ciao atutti pultroppo anche io sono stato fregato da quei delinguenti , ho pagato il 100% per la 1° fase , mi dispiace che non posso esserci a bologna il 6 ottobre per mot ivi di lavoro , lavoro in una pizzeria , se c’è qualcuno che mi può dire che cosa posso fare , se devo mandare dei documenti o che cosa . ringrazio tutti maurizio
    inserite anche il mio nome grazie.

  7. Giorgio scrive:

    Anche io sono un compratore che ha versato tutto (!!!!) il prezzo richiesto… sono quindi interessato a qualsiasi azione per poter recuperare almeno qualcosa… purtroppo il 6 ottobre non potrò essere a Bologna.. invio comunque il contratto a Francesco – mabr.pwr@gmail.com – così rimaniamo in contatto… E speriamo bene !!!

    • charlye scrive:

      Sto seguendo questa storia da alcuni mesi, per aiutare un mio caro amico coinvolto quanto voi, ho notato che di denaro ad avvocati se ne sta versando tanto, fra gruppi, associazioni, singoli, forse, anzi certamente denaro a vuoto…..non me ne vogliano gli Avvocati, ma io sono sempre daccordo con le parole di Mosè, nell’Antico Testamento; “Occhio per occhio…..”, questo balordo di R.M. in galera non ci andrà mai……ma non è questa la sede più opportuna per discuterne…..

  8. luca scrive:

    ciao a tutti…chiunque abbia iniziato l’azione legale con GIC legal ed e’ di Roma mi contatti per favore.
    lucabrnroma@hotmail.com grazie

  9. alberto scrive:

    Ciao a tutti.
    Non scrivo molto nel blog ma pur avendo acquistato la seconda fase con un cospicuo acconto e ritrovandomi ad non avere nemmeno la sabbia per il posto di un lettino sono d’accordo! una azione legale assieme ma subito! Non lasciamo passare altro tempo!
    Aberto.

    • luigi scrive:

      Buongiorno a tutti,
      Vi comunico la data concordata con lo studio legale conciliando anche la vostra disponibilità in risposta alle vostre e-mail.
      La data è il 6 Ottobre la città stabilita è Bologna.
      Le persone che sono interessate a partecipare all’incontro,potranno mandarmi una e-mail di conferma di partecipazione,cortesemente nella conferma dovreste indicarmi il numero delle persone,in quanto presumo che ci saranno persone che verranno in compagnia di familiari,parenti,e qualcuno con
      il suo legale.Dopo la vostra eventuale conferma,vi comunico quante persone saremo,e contestualmente potremmo organizzare i dettagli ,vale a dire il luogo dell’incontro,un Briefing solo investitori,quest’ultimo è da farsi anche se non altro per conoscerci meglio.Per questa seconda parte dovremmo usare l’account che ha creato Francesco,perchè saranno comunicazioni che a mio avviso è preferibile non discuterne sul blog,non me ne voglia l’amministatore del blog il quale ringrazio.Per la partecipazione adesso usate la mia e-mail così saremo più veloci.Ciao a tutti luigibarbarossa@libero.it

  10. francesco scrive:

    Carissimi, ho creato il seguente account (mabr.pwr@gmail.com) al quale potete inviare copia del contratto comprovante il fatto che siete investitori del progetto MABR. Per favore insieme alla copia scannerizzata del contratto (in formato pdf) scrivete anche la vostra provenienza (mi interessa solo la città), il numero di immobili acquistati e l’importo versato fino ad oggi. Farò un report completo in maniera da centralizzare tutte le informazioni che potranno più facilmente essere inviate al legale che decideremo di prendere. Dobbiamo avere una idea chiara di quanti siamo, quale location scegliere per i nostri futuri incontri e qual’è la portata economica di ciò di cui stiamo parlando. Una volta pronto invierò il report a ciascuno di voi. Dopo che abbiamo capito chi dobbiamo ammettere a dialoghi ristretti, possiamo utilizzare anche i mezzi che admin vorrà gentilmente fornirci e per i quali siamo grati. Non dobbiamo comunque abbandonare il forum perchè secondo me ancora ci sono tanti investitori che non ci hanno contattato. Penso io a fare la mailing list ristretta. Inoltre dobbiamo capire se abbiamo tutti gli stessi contratti e le diverse scadenze di consegna degli stessi. Sono tutte notizie che necessitano di essere unificate. Nel frattempo vi invito a leggere il report pubblicato si facebook contenente le informazioni sul fallimento di IPI. A quanto pare ci sono delle contestazioni da parte del tribunale e ci sarà una seconda udienza il 26 dicembre. In privato vi dico cosa potremmo fare. Forse qualcuno ha già comunicato al tribunale che c’è puzza di truffa. Se qualcuno possiede anche le 2 D-Dilicence che sono state fatte siul MABR mi farebbe una cortesia se le inviasse allo stesso indirizzo. Grazie a tutti per la collaborazione e un grosso in bocca al lupo.

    • frager scrive:

      Ciao, io su facebook non ho trovato niente, puoi postare il link

      • francesco scrive:

        come ha già detto Sharon Vai su Facebook e la ricerca: Wow PURE Wellbeing Resort – (MABR) poi chiedere di aderire. Li troverai tanti documenti interessanti.

        • luigi scrive:

          Vi voglio raccontare una storia che sono venuto a conoscenza tramite una e-mail di uno dei nostri.Praticamente lui circa 2 anni fà compra 2 unità la prima nel Mabr ,e poi per diversificare e contenere il rischio compra un’altra unità in un’altro progetto e con un agente diverso.Purtroppo succede che il secondo agente immobiliare non versa il corrispettivo da lui versato al costruttore,pertanto il costruttore gli comunica che non gli avrebbe mai consegnato il suo appartamento che lui aveva interamente pagato.Era incappato in una truffa totale.La sua testardaggine l’ha portato a costituire un’associazione per la tutela degli investitori italiani in egitto,ha coinvolto l’Ambasciata italiana del Cairo,e con l’appoggio di un Ministro e del TDA egiziano ha fatto pressione sul costrutture il quale l’ha ricevuto, e dopo una serie di incontri hanno trovato un accordo .Sapete una cosa,oggi mi ha mandata una e -mail dicendomi che si dispiaceva di non poter essere presente alla riunione,perchè lui il 6 ottobre ha un volo(da Bologna) per marsa alam per ritirare le chiavi del suo nuovo appartamento,inoltre mi comunicava che sarebbe andato anche alla polizia di marsa alam per fare denuncia contro el sery per il mabr e che al suo ritorno mi avrebbe aggiornato.Tanto di cappello Roberto,e augurissimi per la tua nuova casa.
          Per quanto riguarda la nostra riunione vi comunico che per il momento c’è una discreta adesione,quello che vorrei trasmettervi è l’importanza di unirci e vederci,discutere insieme.L’incontro con lo studio legale deve essere un motivo per incontrarci,se non va bene l’avvocato ( è comprensibile perchè ognuno di noi ha già subito un grosso danno economico),ma comunque credo che insieme potremmo fare cose che nemmeno immaginiamo.Aveto visto Roberto da solo cosa ha fatto.Gli inglesi stanno facendo un grande lavoro.Oggi mi ha telefonato l’avvocato che ha fatto la relazione,mi diceva che gli è arrivata un-email di uno studio legale del Cairo,credo che sia lo studio interpellato dagli inglesi perchè parlano di collaborazione,o magari sarà un’altro studio,non lo sò,non mi interessa al momento (poi magari vi giro l’email).
          La cosa importante adesso è incontrarci,mettere da parte la rabbia che abbiamo tutti,e inziare a pensare alle varie soluzioni.Qualcuno mi ha scritto che per venire alla riunione deve fare 200 km sono tanti,io ho risposto che sotto casa sua non la possiamo fare.Tutte le persone che verranno faranno un piccolo sacrificio,vengono persone dalla Sicilia,da Napoli ecc. ognuno fà la sua parte.
          Non abbiamo tanto tempo per la conferma della partecipazione,perchè dopo dobbiamo organizzarci per la sede e altri dettagli.Quindi vi invito a chi è interessato di mandare la conferma entro i prossimi 2 giorni.
          Arrivederci a tutti

  11. alessia scrive:

    Stasera pensando a questi truffatori mi viene in mente un pensiero ricorrente non dovete piu’ dormire sonni tranquilli perche’ noi vi perseguiteremo !!!
    Prima o poi un errore lo farete e noi saremo li’ pronti…

  12. francesco scrive:

    Carissimi tutti,
    come ben sapete, io sono tra quelli che ha preferito aspettare nella speranza che qualche investitore si fosse fatto avanti. Gli ultimi accadimenti in Egitto, tra cui gli attacchi all’ambasciata americana non ci aiutano perchè confermano l’instabilità di questo paese che ogni giorno che passa sembra sempre più anti americano. E’ chiaro che con questo clima politico sarà difficile, se non impossibile, trovare un acquirente perciò ormai ritengo sia arrivato il momento di agire. Visto quello che è venuto fuori dall’incontro con Mann, direi che per noi è meglio partire con una causa penale visto che con quella civile riusciremo a prenderci 4 soldi che non serviranno a ripagarci nemmeno delle spese legali. In ogni caso valuteremo se è il caso di avviare quella civile ma io partirei da quella penale. Infatti da questa scaturirà senza dubbio anche quella civile. Partiamo da quello che ci dirà Luigi e scateniamo seriamente una guerra. Consiglio di non discutere delle strategie del caso in questo blog perchè sarebbe pericoloso (scusami admin ma non lo dico per sfiducia nei tuoi confronti). Le strategie saranno concordate con il legale scelto. Attendo un vostro riscontro.

  13. francesco scrive:

    siete tutto d’accordo di utilizzare la prima ed ultima pagina del contratto come prova per far parte della cerchia? Se si creo la mail a cui inviare le copie.
    Saluti

  14. Antonio scrive:

    ciao
    concordo con ADMIN per fare blog chiuso oltre a questo, con possibilità di accedere solo dopo visione contratto MABR.

    Inoltre, molti non hanno e non vogliono stare su facebook per cui ritengo il blog e la mailing list un ottimo strumento.

    Luigi attendiamo tua mail per tutti.

    Grazie
    Antonio

    • Dany scrive:

      Ciao Antonio e vero che molti non hanno facebook, ma e semplicissimo iscriversi,e la cosa interessante e che non ci sono moderatori, se poi tu preferisci avere qualcuno che ti modera quello che dici e aspettare per vedere se verrä pubblicato allora ok hai ragione tu.

      Sono solo pensieri, ma io preferisco creare un gruppo autonomo, non ho ninete contro chi gestisce questo sito, ma io penso che bisognerebbe staccarsdi da tutti e essere solo noi investitori nel gruppo.

      Se invece l’Admin ci mette a disposizione una piattaforma dove abbiamo accesso solo noi senza nessun moderatore, dove ci possiamo scambiare file allora va benissimo anche quella soluzione.

      • admin scrive:

        In aggiunta a quanto ho replicato sul tuo precedente post, posso dire che avere una chat-room privata dove si possa dialogare senza moderazione è possibile, ad esempio da qui mettendo gli utenti sotto registrazione e doppia password: https://www.okversilia.net/b/chat-room , tuttavia il punto non sia credo quello di avere una chat veloce, poichè se gli utenti vogliono chattare possono farlo con skype, Messenger o qualsiasi altro canale, il moderatore (io) visto che sono stato promotore e parte direttamente interessata al’argomento sin’ora ha avuto la funzione di aggregare e monitorare persone ed argomenti. Fatemi sapere, Fabrizio Unali.

        • frager scrive:

          penso che abbia ragione adimin, meglio questo blog che FB, se poi riesce a proteggerlo da occhi indiscreti è ancora meglio. Io personalmente senza questo blog non avrei saputo come fare.

    • luigi scrive:

      Caro Davide Montanari e Marco Segoloni,
      Ieri pomeriggio avevo detto di commentare il vostro comunicato,che peraltro non ho ricevuto ancora,forse, ho pensato che chi come me ha acquistato 3 junior suite pagate al 100% investendo i risparmi di anni di lavoro non ha diritto a ricevere i vostri aggiornamenti.
      Sapete una cosa,ho scelto di non commentare nulla,su questo blog ho già parlato tanto.
      Io e voi dobbiamo fare 4 chiacchiere da vicino mi dovete delle spiegazioni ci incontreremo presto,e come hai visto le promesse le mantengo.
      Adesso mi rivolgo a voi tutti investitori :
      possiamo rimanere ancora qui su questo blog,e fare tutti i commenti che vogliamo,commentiamo le newsletter di el sery,poi è la volta del report degli inglesi,poi il comunicato ips,poi arriva qualcuno che ha scoperto una cosa nuova ,e a quel punto siamo di nuovo qua a commentare,commentare,commentare.
      Sapete perchè abbiamo questo comportamento,perchè ancora tutt’oggi non accettiamo che siamo stati truffati,ci sembra impossibile,non può essere vero,vi capisco perchè provo le stesse sensazioni,Mi spiegava ieri l’avvocato,quando cercavo di spiegargli la cronostoria dei fatti,che io ero il classico truffato che cerca di trovare qualsiasi attenuante per dire “guarda non è una truffa”.Per carità poi magari scopriamo che non era partita come una truffa,ma ad un certo punto lo è diventata.
      Ed è per questo che noi tutti siamo ancora qui solo a commentare,perchè abbiamo ancora qualche speranza.
      Vi invito a riflettere bene,è arrivato il momento di fare qualcosa di concreto,di passare all’azione,io sto con voi,ma vi prego proponete,diamoci delle date delle scadenze.Io ho proposto una città Bologna,in quell’incontro possiamo approfittarne di invitare più studi legali e decidere insieme il migliore,ma purchè sia fatto.Per ottenere risultati diversi,bisogna anche fare azioni diverse,altrimenti tra 2 anni stiamo a commentare come sono stati bravi a fregarci i soldi e magari loro sono sotto il solo su un’isola caraibica.
      Chi vuole inziare una strada diversa,la mia e-mail la conoscete,va bene anche se iniziamo in due

      • Daniele scrive:

        Ciao Luigi concordo con te ,
        Tu dici che dobbiamo decidere una data per incontrarci ,
        Io dico che avvocati permettendo dobbiamo incontrarci il più presto possibile io propongo sabato29 setttembre o sabato 6 ottobre. Importante e che ci sia almeno il tuo avvocato se poi se ne aggiungeranno altri bene ma come base di partenza ci deve essere almeno lui per primo meeting.
        Chiedi prima a lui quali date gli andrebbero bene e poi starà a noi organizzarci per essere presenti.
        Se riesci fatto già dire entro stasera quali date gli vanno bene così nel week vediamo in quanti saremo ad aderire.
        Ciao Luigi buona giornata

        • luigi scrive:

          Domani vi comunico la data che potremmo incontrarci.
          La città di Bologna per l’incontro credo che vada bene per tutti,almeno da quello che ho letto dalle vostre e-mail.A domani

      • vito scrive:

        Grazie Luigi concordo pienamente…ma partiamo il più presto possibile,non dobbiamo concedergli più altro tempo

  15. alessia scrive:

    Allora creiamo un chat solo per noi investitori come dice admin e cosi’ le informazioni piu’ importanti possiamo scambiarle in questo modo.
    Ogni volta che scriviamo qualcuno sa cio’ che pensiamo e cosa voliamo fare e prepara una contromossa quindi partiamo svantaggiati.

    • luigi scrive:

      Ho letto il comunicato di IPS,ho una grande voglia di commentarlo personalmente,ma adesso non ho tempo da dedicargli lo faro’ in seguito(state certi,non aspettavo che questo)poiche’ la cosa adesso più importante è dirvi che ho nelle mani la relazione del nostro caso (come da impegno preso con voi),ritengo che la dobbiate leggere subito.Pertanto se per creare la mailing list richiede tempo,vi chiedo per cortesia di mandarmi di nuovo le vostre e-mail,anche per quelli che già l’hanno già fatto vi chiedo gentilmente di rimandermela.Poi se tra le e-mail c’è un intruso,chi se ne frega,se non è dei nostri allora fa bene a prepararsi ,saranno tempi duri anche per lui.
      Il mio indirizzo e-mail è luigibarbarossa@libero.it

  16. alessia scrive:

    Benissimo come vi avevo gia’ accennato IPS legge tutte le nostre email non so con quale nome l’utente in questione sia registrato ma sa tuttooppure qualche sciocco gli riporta tutto ma spero proprio di no.
    Infatti nel mio caso poiche’ sconsigliavo la permuta e non senza un giusto motivo che alcuni sanno mi volevano denunciare per diffamazione mi fa sorridere la cosa.
    Ritengo giusto creare una chat solo per noi che abbiamo speso i nostri soldi in questo progetto.

    • admin scrive:

      Alessia, in questo momento non importa essere registrati per leggere i post, il blog è visibile a chiunque senza essere registrati, è proprio per questo motivo che i vari partecipanti facendo ricerca su google hanno trovato questo sito; a mio avviso è importante che le cose rimangano così per far si che tutti possano leggere ciò che accade, tuttavia in abbinamento a questa discussione pubblica è possibile crearne una privata dove può accedere soltanto chi si identifica, come detto in precedenza, fatemi sapere

      • roberto scrive:

        Ciao a tutti, io dò il mio assenso alla creazione di questa discussione privata.
        In quanto la ritengo utile per i vari scambi di opinioni e per trovare delle soluzioni comuni
        Fatemi sapere.

  17. admin scrive:

    @ Giovanni e tutti i partecipanti alla discussione, come già detto in precedenza, tutti gli utenti di questo blog sono registrati sul server, con e-mail valida ed indirizzo I.P, questa è già una buona cosa per risalire eventualmente ai partecipanti; ogni post prima di essere pubblicato viene letto e moderato dopo averne verificata la provenienza. E’ possibile creare una chat o forum privato all’interno di questo sito, dove se lo desiderate i partecipanti devono essere registrati con i loro dati sensibili previa autorizzazione al trattamento degli stessi, il titolare dei dati sarei io in qualità di agente immobiliare e proprietario del sito. Nella chat o blog potranno partecipare soltanto coloro che avranno fornito le generalità. A differenza dell’utilizzo di Facebook od altri social network, in questo caso gli utenti sarebbero verificati e nel caso dell’invio di un documento alla “rete” questo sarà tutelato.
    Sono quindi disponibile a rendervi un supporto di comunicazione più sicuro, fatemi sapere cosa ne pensate e nel caso vi darò le istruzioni adeguate.

    • FraGer scrive:

      sono pienamente concorde con te, aderisco a questa iniziativa.

    • francesco scrive:

      Caro Admin, ti ringraziamo enormemente per la disponibilità ma abbiamo la necessità di creare un gruppo “sicuro” come dice giovanni. Propongo la seguente: si crea un account gmail dove ognuno di noi invierà il documento che insieme accetteremo come prova di essere un investitore (per esempio prima e ultima pagina del contratto) e da quel momento quell’utente con quella mail potrà far parte del gruppo ristretto. Quando avremo creato il gruppo certo, allora potremmo decidere anche di creare un forum ristretto anche presso questo sito indicando ad admin quali utenti devono essere registrati.
      Che ne pensate?

      • Dany scrive:

        Sono pienamente d’accordo con te per il fatto della prova del contratto, ma io però come mezzo di interconnessione per il gruppo utilizzerei Facebook, non perché sono azionista di facebook :o)), ma perché e sicuramente un mezzo di comunicazione molto piu reattivo e tecnicamente piu potente, pubblicazione dei messaggi immediata, reppliche immediate, scambio di file, possibilità di rendere il gruppo privato , quindi solo chi e iscritto dopo prova del contratto puo accedere vedere e scrivere quello che desidera.

    • Dany scrive:

      Ciao Admin, scusa se ti chiamo cosi ma non conosco il tuo nome….
      Sicuramente hai ragione su quello che dici, ma anche facebook e pienamente sicuro, perchè chi crea il gruppo darà accesso solo e unicamente a quelli che daranno prova di essere dei clienti, e una volta che si hanno le prove che si e clienti non sarà piu necessario controllare ogni volta quello che uno scrive, perche se sappiamo chi siamo saremo liberi di dire ciò che vorremo anche perche siamo grandi e vacinati.
      Per quanto riguarda indirizzp IP ,quindi un numero identificativo del computer, nazione, e città, da dove si mandano le mail ti posso garantire che non si riesce a reperire chi scrive perchè se scrivi da casa avrai un’ indirizzo IP dal lavoro un’ altro ancora e poi ogni volta che ti colleghi questo numero cambia quindi non é legato alla persona o all’ indirizzo mail, quindi ritengo che chi si iscriva ad un gruppo debba dare prova certa di essere un investitore altrimenti niente.
      Non voglio assolutamente essere polemico o contestare la tua proposta che comunque e buona e ti ringraziamo per la tua buona volonta, però continuo a dire che Facebook e sicuramente un mezzo piu potente e che poträ darci maggiori vantaggi.

      • admin scrive:

        Ciao Dany, mi chiamo Fabrizio Unali, se leggi i post sin dall’inizio e cioè dal dicembre 2010, potrai meglio capire chi sono e perchè questo blog è stato creato, ma soprattutto perchè ha raggiunto il suo scopo. Per quanto riguarda le tecnologie e Facebook, sono convinto che FB sia una piattaforma decisamente più avanzata di quella del mio sito che per altro gestisco personalmente, i post sono sempre stati moderati e controllati al fine di evitare che i furbetti si approfittassero della situazione, il controllo sugli indirizzi I.P. è importante poichè anche qui vi è stato modo di beccare alcuni furbetti che bluffavano sia per la provenienza che per le generalità oppure chi si divertiva a postare con differenti users, comunque semplicemente ti faccio notare che l’efficacia del blog è stata quella di renderlo pubblico sui motori di ricerca con la massima indicizzazione e piena visibilità a coloro che facendo ricerche su MABR e sui vari personaggi della vicenda hanno avuto l’opportunità di trovare la discussione. Questo con fb non sarebbe stato possibile, se comunque vuoi utilizzare altri canali, no problem, anzi se chiudiamo il blog avrò molto più tempo libero 🙂

  18. alessia scrive:

    Gli Inglesi hanno saputo che il terreno del mabr ha solo il valore di un milione di euro.
    Quanto hanno speculato questi schifosi con il nostro danaro?
    Hanno saputo da una fonte confidenziale che due tre dirigenti di deposito a garanzia erano parenti di JURGEN.
    Gli investitori dello Zafarano con la causa potevano recuperare il 25 massimo 50% del capitale investito quindi si sono accordati con emr ossia ex partner egiziano di ipi che e’ proprietario del terreno e pagando una differenza in soldi gli appartamenti verranno portati a termine.Ora stanno contattando l’avvocato della causa dello zafarana e attendiamo notizie.

    • francesco scrive:

      Alessia credo tu abbia interpretato le informazioni con un po di pessimismo ma comunque non sei lontana dalla realtà. Come vi avevo detto tempo fa anche in maniera un po più approfondita, il terreno con quello che c’è costruito sopra non va oltre i 4 milioni di euro (il valore indicato dagli inglesi è quello del solo terreno). Vi invito a leggere sul blog inglese quello che è stato scoperto riguardo a GIC. Preferisco spendere anche qualcosina in più ma andare sul sicuro. Purtroppo devo dire che il caso di Zafarana era un po diverso. Li ormai la costruzione è quasi tutta definita mentre noi siamo ancora all’alba.
      Vi lascio infine con una riflessione: se IPS è così convinta che il valore di tutto quello che ad oggi è costruito è tale da permetterci di recuperare i nostri soldi perchè non spinge Orbit a volturare i nostri contratti e fare una offerta di riacquisto ai soci del MABR? Per loro dovrebbe essere comunque un affare no?. Perchè non si sta impegnando nel reperire un investitore ma nel proporre delle ridicole permute? La prima volta si è fessi….la seconda si è c…… (ovviamente mi riferisco a noi investitori).

  19. vito scrive:

    salve,
    sono anche io un investitore di due unità , seguo il vs blog da poco e sono assolutamente d’accordo sull’unione di tutti verso un unico scopo ed un unico e SERIO professionista che si prenda a cuore il caso e visto mai ….risolverlo…!!!
    Mi sono documentato sull’iter da seguire ed oltre a pensare alla possibilità di colpire possibili responsabili in Italia o… quant’altro , le priorità ,conseguite nei vari consulti, sono a totale conferma di tutti, dirette principalmente alla ricerca lasciata dalla traccia dei soldi nelle banche unitamente al riconoscimento dei documenti tramite polizia locale.
    Questa intanto dovrebbe essere la base di partenza…per i seguiti legali di varie nature ci sarebbe sempre tempo…ma se si parla ancora tanto per accordarci senza intraprendere ancora un azione minima di base …..!?!?!!!
    Poi sento parlare tanto di questi Inglesi…..ma ci potreste fornire di un indirizzo dove poter vedere di quel che asserite…??
    grazie e tenetemi presente nel gruppo .

    • luigi scrive:

      Eccomi qua,
      come promesso è tutto pronto.
      Francesco per cortesia mi puoi contattare via e-mail per la mailing list.
      Non sono bravo tecnologicamente,se per cortesia ti puoi interessare di questa cosa.
      Il documento è della massima importanza.
      Ciao a dopo

    • Sharon scrive:

      Go to Facebook and search: PURE Wow Wellbeing Resort – (MABR) then ask to join.

    • roberto scrive:

      Forse mi sbaglio, ma qui in Italia ritengo che passeranno mesi se non anni prima che un’indagine si concluda.
      Seguo il caso di “las Cabanas” a Marsa Alam e ho notato che la corte del Cairo per il processo OUD / Immoworld Uk è stata velocissima in circa 13 mesi ci sono state tre udienze e mi dicono che a fine Settembre 2012 c’è stata la sentenza.
      Da parte mia, che sono interessato anche al MABRE/PURE andrò in Egitto a fare una denuncia alla polizia.
      Comunque sarei interessato ad essere inserito su una lista di investitori coinvolti in questo spiacevole caso.
      Grazie.

  20. Antonio scrive:

    Ciao Luigi
    ho visto che molti hanno lasciato la propria mail, oltre a scrivere sul blog, riesci a mandarci una prima mail, giusto per collaudare la mailing list e avere un secondo canale di comunciazione?

    Grazie
    Antonio

    • luigi scrive:

      Si Antonio,questo già è in programma,sinceramente è stato suggerito da Francesco.Faremo una mailing list nostra.E’ fondamentale.
      Ciao

    • Dany scrive:

      Io proporrei di fare un gruppo in Facebook, perché sicuramente è un mezzo piu diretto per scriversi senza tempi di attesa per pubblicare quanto scritto,
      niente da togliere a questo Blog, e grazie anche a lui che si sono creati diversi contatti, ma la cosa penso deve evolversi e avere meno ostacoli, e per ostacoli intendo unicamente il fatto che si possa pubblicare quello che si desidera nel giro di pochi secondi e se qualcuno e in linea potrà rispondere immediatamente,
      questo penso che porterà grossi vantaggi per la gestione domande/ risposte
      per allegare file (es: lettere da inviare) o altro.
      Bhe se siete d’accordo si puo fare che ne dite?

    • giovanni scrive:

      Io suggerisco che dovremmo provare a creare un gruppo sicuro e per socuro intendo che i membri del gruppo devono essere solamente quelli che hanno investito in questo progetto. Ormai le discussioni di questo forum sono alla mercè di tutti. Da quello che mi dicono oggi IPS ha mandato un comunicato dove fa specifico riferimento agli argomenti di questo forum. Sembra quasi che ormai IPS abbia solamente tempo da dedicare al Sambra Bay e a questo forum e lavora solo per queste 2 cose. Sembra quasi che stiano investendo totalmente su queste operazioni. Propongo di creare un gruppo i quali componenti diano prova di essere investitori magari inviando prova dell’acquisto. Capisco che per qualcuno potrà essere scomodo ma non ci sono altre scelte. Anche in facebook, come in questo gruppo, basta aderire con un falso nome e si viene a conoscenza di tutti i discorsi.

  21. Daniele scrive:

    Ciao ragazzi volevo farvi notare una piccola cosa, forse mi sbagliero` ma volevo comunque rendervi attenti su questo:
    ho notato che parecchie persone sono in contatto con un proprio avvocato per cercare
    di capire cosa fare, dove andare, come comportarsi, e questo lo comprendo perchè ognuno di noi vorrebbe recuperare i soldi investiti ma secondo me bisognerebbe agire in un’ altro modo:

    Non pensate che si stiano sprecando tante energie e soldi in questo modo? cioè tante persone che cercano la verità singolarmente?
    Non era meglio dare un mandato ad un’ unico avvocato di modo che le stesse info che vogliamo le si chiedono una volta sola per tutti ?

    Secondo me, e continuo a ripeterlo da tempo, noi tutti dobbiamo unirci e non lavorare singolarmente, va bene lavorare singolarmente ma ognuno su argomenti diversi e poi una volta avuto il risultato si fa un’ unica relazione in questo modo riusciremmo ad ottenere risultati in minor tempo spendendo meno energie.
    Non dobbiamo disperderci ma unirci per potenziare le nostre risorse.
    Gli inglesi hanno nominato un loro rappresentante (alla fine erano in 3) e questo rappresentante ha gestito tutte le domande da fare al Sig. Mann e in poco tempo hanno avuto grandi risultati.
    Ecco perchè dico che dobbiamo fare un’ unica lettera da mandare alla polizia olandese (unica lettera con n firme di chi partecipa e qui signori dovete esserci tuttiiiiiiiii) e anche al escrow account dobbiamo fare un’ unica richiesta con tutte le nostre firme.
    Ragazzi uniamoci e facciamogli il c……..lo, se siamo tutti uniti otterremo grandi risultati e queste brave persone finiranno a pane e acqua dietro le sbarre, a questo punto ho perso tutti i soldi dell’ investimento ma quello che non voglio perdere e la forza per mandare tutti i responsabili dietro le sbarre, e si cari mie amici dei EL Sery se ci state leggendo non dormite sonni tranquilli perchè non rimarremo con le mani in mano vi perseguiteremo, vi talloneremo, lotteremo per i nostri diritti e non ci fermeremo fin che non vi vedremo dietro le sbarre, preparatevi perchè saremo un tsunami, una valanga, un fiume in piena e siamo tanti ma tanti, si cari miei siamo tutti quellli che vi avevamo dato fiducia ma che purtroppo non è stata ricambiata e adesso sono c….. vostri……. Forza ragazzi non molliamo :o)))

    • frager scrive:

      mi associo, forse è l’unica speranza che abbiamo.

    • giovanni scrive:

      sono daccordo su tutto tranne che sul fatto che dobbiamo fare una lettera a firma di tutti. Francesco ha ragione sul fatto che dobbiamo fare una lettera che sia la stessa ma ciascuno deve inviare la sua. Ciascuno di noi ha una situazione diversa, sia in termini di versamenti che di numedo di immobili. Fare una lettera congiunta sarebbe molto dispendioso in termini di tempo oltre che rischioso per il fatto che basta che uno di noi abbia qualcosa che non va e invalidiamo la lettera. Ognuno di noi ha firmato un contratto con IPI e con l’Escrow.

  22. claudio scrive:

    Ciao Luigi.
    Ci sono anch’io tra gli sfigati! Sono un acquirente fase 1. Pagato l’80%.
    Sono di Torino e sono già seguito da un legale molto determinato!
    Tenetemi aggiornato
    claudio-fiore@hotmail.it

  23. fabio scrive:

    Ciao Luigi, mi fido di te. Ti lascio la mia mail: fabiorecati60@libero.it

  24. alessia scrive:

    Bravo Daniele !! sono d’accordo con te..

  25. Daniele scrive:

    Ciao mari si in effetti non si può registrare il contratto , l’unica cosa che si può fare e registrare il “caso” alla polizia egiziana , ma solo questo , purtroppo se non c’è niente di costruito non si può registrare nulla.
    Unica cosa che dobbiamo fare e unirci il più possibile
    per iniziare insieme agli inglesi una causa penale contro
    quei t….. di c…….o. scusate le parole ma quando ci vuole ci vuole.
    avessi davanti a me i responsabili di tutto questo gli farei annotare tutte le ossa che hanno perché dopo averli frastullati anche un bravo chirurgo avrebbe seri problemi per ricostruigli lo scheletro. Noi dobbiamo solo cercare un coordinatore di modo che
    Semplifichiamo il tutto, bisogna creare una mailing list , mandare la lettera alla polizia olandese così insieme agli inglesi abbiamo più forza e la polizia aprirà il caso e sicuramente qualcuno finirà dietro le sbarre .

  26. MERI scrive:

    CIAO se qualcuno ha notizie fresche sulla vicenda vi prego contattatemi per la mia mail:
    meri.bi@virgilio.it VOLEVO sapere che sinifica registrare il contratto ? Molti dicono
    che impossibile registrare, una cosa che ancora non construita, volevo sapere i dettagli.
    GRAZIE.

    • MERI scrive:

      CIAO se qualcuno ha notizie fresche sulla vicenda vi prego contattatemi per la mia mail:
      meri.bi@virgilio.it VOLEVO sapere che sinifica registrare il contratto ? Molti dicono
      che impossibile registrare, una cosa che ancora non construita, volevo sapere i dettagli.
      GRAZIE.

  27. MERI scrive:

    Ciao Luigi anchio sono della fase 1 e pagato 90% del importo, e voglio unirci a vostro gruppo e voglio sapere tutti e dettagli e cosa bisogna fare per unirci a inglese, e se possibili avere in traduzione questa lettera di inglese, e cosa dobbiamo fare con questa storia, se hai notizie piu profonde sulla vicenda voglio sapere in privato la mia mail:
    meri.bi@virgilio.it POTETE scrivere tutti per scambiare delle idee .

    • luigi scrive:

      Aggiornamento,
      in questo momento vorrei condividere con tutti voi la gioia che mi accompagna da stamattina,dopo aver saputo delle notizie estremamente importanti che riguardano il nostro caso,dovete solo pazientare qualche giorno ancora,poi vedrete che la condividiamo insieme,vi avevo detto 7 giorni,ma la fortuna almeno in questo momento ci assiste,e pertanto siamo in anticipo.
      Alessia ha ragione gli inglesi stanno facendo un grande lavoro,ma ti posso assicurare cara alessia che non è minimamente paragonabile a quello che faremo noi,credemi.Sarà uno Tsanami,di grosse dimensioni.Vi anticipo solo che
      la nostra fortuna è stata che i nostri soldi sono stati trasferiti tutti in Olanda,è questo è stata per noi una salvezza,non vi posso dire di più,avremo tutti un quadro completo della situazione tra qualche giorno.
      Una curiosità,ho sempre pensato che l’olanda fosse la città dei mulini al vento,tutto secondo le regole,mi sbagliavo,vi garantisco non è così, lì si concentrano molti criminali internazionali e tantissime società che organizzano truffe colossali.Ma questa è solo una curiosità,non me l’aspettavo.
      Ciao a tutti a prestissimo

  28. alessia scrive:

    Vi dico una cosa questi li dobbiamo mandare in galera loro e chi li ha aiutati nel perpetrare questa truffa.
    Sto aspettando notizie dali Inglesi e vi aggiorno.

  29. francesco scrive:

    Caissimi tutti,
    vedo purtroppo con dispiacere che la famiglia dei pirla si sta allargando sempre più. Luigi sta facendo un ottimo lavoro che tutti noi dobbiamo valorizzare.
    Suggerisco pertanto, sulla falsariga di quanto stanno facendo gli inglesi, di concordare tutti insieme un modello di lettera da inviare all’escrow ed una da inviare ad El Sery. In particolare chiederei all’escrow il dettaglio dei flussi di cassa. Lo manderei per conoscenza anche alla banca ABN AMRO allegando il contratto con l’escrow che ciascuno di noi ha firmato.
    Nella lettera ad El Sery direi che entro 10 giorni vogliamo la conferma sia che il terreno è di proprietà (cioè la conferma che tutto è stato pagato). Passati i 10 giorni avvieremo le 2 azioni legali in egitto ed in olanda.
    Per quanto riguarda lo studio legale da scegliere, secondo me gli inglesi hanno avuto un’ottima idea a contattare lo stesso studio che ha condotto il processo contro IPI per lo Zafarana. Ciò ci permetterebbe sia di abbattere notevolmente i costi ma soprattutto ci darebbe la certezza che tale società non sia legata in alcun modo ad IPI anche per il tramite di agenzie varie cosa che non ci garantisce lo studio GIC per via del suo legame con IPS. Non è detto infatti che il processo legale non possa coinvolgere anche tutte le agenzie che a vario hanno effettuato le vendite per via delle gravi omissioni che potrebbero emergere.
    Vi ricordo inoltre che ad oggi noi non abbiamo nulla se non le dichiarazioni venute fuori da un incontro informale che potrebbe contenere informazioni non vere. A tal fine le lettere ufficiali hanno lo scopo di mettere in mora in qualche modo sia l’escrow che El Sery.

    • nero nero scrive:

      ciao anche io concordo con te , io sono un altro pirla che ha pagato al100%,sono intenzionato ad andare ad hurghada a fare registrare il contratto . inviami copia da firmare o altro poichè voglio partecipare alle vostre iniziative …..miia email .
      saverio214@alice.it
      saluti .
      ps. bel modo di fare le permute

  30. Daniele scrive:

    Ciao Luigi la mia mail dovresti già averla ma te la rido comunque.
    d.colucci@bluewin.ch
    A proposito degli inglesi loro stanno inviando una lettera alla polizia olandese,
    La mia proposta sarebbe quella di fare un’unica lettera con tutti i nomi di chi vuole partecipare perché e inutile mandare cento lettere con la stessa richiesta,
    mandiamone una con le firme di tutti .

    Ps: anche io sono in prima fase e ho già pagato il 100%. Nel 2009

  31. Max scrive:

    Ciao Luigi mi associo anche io (truffato in seconda fase)fammi sapere ciao
    La mia mail franzesemassimo@alice.it

  32. Lisya scrive:

    Ciao leggo sempre il forum anche se non partecipo spesso alle discussioni…anch’io sono una investitrice della fase 1 tutto pagato 100% nel lontano 2009… brancolo nel buio, IPS chiama e pressa affinchè partecipi alla causa, mi dice che già 100 investitori hanno aderito e solo una ventina sono in dubbio…(sarà vero?)poi però leggo i vs. commenti, soprattutto inerenti la registrazione del contratto e penso: ma continuano a prenderci x fessi?Se il contratto si può registrare solo alla fine della costruzione (come in verità mi aveva già al tempo informato Barbara) com’è possibile registrarlo subito con un’azione legale? E poi ho l’impressione che questa permuta a tale costo sia solo utile a chi vende in quanto in un momento di tale crisi del mercato egiziano per loro prendere anche 20, 25 mila euro sono soldoni!!! Inoltre mi sa che lo stesso costruttore potrebbe acquistare il MABR e quindi fare un doppio affare!In ogni caso i frodati saremo sempre e solo noi! inoltre mi chiedo: ma non si può fare una class-action in Olanda dove partecipiamo tutti (inglesi-italiani-ecc.) ? Vi indico di nuovo l’e-mail per avere notizie su come si stanno muovendo gli inglesi
    Speriamo bene…
    azzurra2909@gmail.com

  33. agostino scrive:

    Luigi, la mia mail : agostino.ceccarini@alice. Ci sentiamo anche per cell per qualsiasi cosa, spese comprese

  34. agostino scrive:

    Caro Luigi condivido appieno il tuo progetto. Potremmo anche utilizzare l’ottima idea di Alessia per mettere un’altro po’ di pepe al culo a questi ladri: ci senti Jurgen, ci senti Maan? Brutte carogne speriamo di verervi in galera al piu’ presto.

  35. Antonio scrive:

    Ciao Luigi
    anchio uno del 100% I fase.

    Per qualsiasi comunicazione e iniziativa: antsca74@hotmail.com

  36. alessia scrive:

    Vi invito tutti a scrivere alla polizia Olandese come stanno facendo gli Inglesi.
    Di seguito vi metto la lettera che stanno inviando qualora avete necitta’ della traduzione ve la forniro’.
    piu’ segnalazioni arrivano maggiori probabilta’ sono che la polizia indaghi questi truffatori:
    EMAIL A CUI INVIARLA:
    voorlichting@klpd.politie.nl

    Dear Sir / Madam,
    I make the following formal allegation of a major fraud involving several millions of euros.
    The fraud was committed in Holland by Dutch people and I therefore make this allegation to the Dutch police.
    Brief background:
    IPI / El Sery was developing the Marsa Alam Beach Resort (now re-named WOW Pure Wellbeing Resort) in Marsa Alam, Egypt.

    Around 600 investors from all over Europe put several millions of euros into an Escrow account. Money was to be released at different stages of the development.

    The resort has barely been started and the money has disappeared.
    Latest developments:
    Following a meeting in the last few days in Amsterdam with Eric Maan, the former CEO of El Sery, investors have been told by him that:
    1. from the very beginning (2008), when IPI was based in Holland, money was transferred from the escrow accounts without proper control. At this time Stichting Derdengelden IPI was the escrow agent and Mr Hendrik Dral CFO was the sole signatory to the escrow but also shared the responsibility of releasing funds with Ms Theadora Smit-Kessels and Mr Lambertus Smit who had to jointly authorise any release
    2. instead of going into the escrow, 11,000 euros went straight out of every apartment purchased to pay sales agents fees
    3. 200,000 euros was spent on marketing videos – all of it funded by the escrows.
    4. Money has continued to be taken out of the escrows via El Sery for IPI management fees
    5. Money from the escrow was taken to pay IPI lawyers regarding problems with the Zafarana Resort (another resort being built by IPI)
    6. money was moved from Zafarana escrows to purchase El Sery shares and then money was transferred back from MABR escrows to Zafarana escrows
    7. 300,000 Euro was paid for samples of furniture to a company owned by the wife of Ted Oorbals (who is connected to MABR).

    Here are the details of the MABR investors’ Escrow account:
    Stichting Derdengelden IPI
    ABN AMRO Bank in Zeist
    A/C number: 45.70.04.991
    IBAN NL06ABNA0457004991

    I look forward to your urgent response.

  37. agostino scrive:

    Avete letto l’ultima newsletter di Elsery? Una bella cronistoria dei tentativi (falliti) di trovare un investitore…Qatar, adesso la Cina. La conferma, inoltre, che il blog lo leggono eccome visto che c’è un riferimento specifico alle notizie false che secondo loro verrebbero riportate (i falsi saremmo noi!!!!!!! ipocriti e farabutti ) , un pietoso paragone fra la rivoluzione in Egitto e la perestroika di Gorbaciov e la riunificazione delle 2 Germanie (hanno anche manie di grandezza) ed infine la balla piu’ grossa di tutte: la convinzione (solo loro ovviamente) sulla possibilita’ di riprendere i lavori.Lo scopo x me e’ uno solo: fermare le cause che sono in procinto di partire. C’è uno solo di noi che se la beve??

    • luigi scrive:

      Cara El Sery,che pena mi fai,sembri un bufalo che quando viene attacato dai leoni e poi cade a terra è consapevole che oramai non si puo’ più salvare, la morte è vicina,e quindi cosa fà?Dà l’ultima zampata ma senza convinzione.Così hai fatto tu cara El Sery ci hai mandato la newsletter,il tuo ultimo tentativo disperato per poterti salvare dalla morte che oramai è prossima.Il contenuto della tua newsletter è pura spazzatura,questa volta fortunatamente non hai convinto nessuno.Cara El Sery il mese di giugno ho avuto il piacere di conoscere personalmente dei veri imprenditori egiziani,(caro Davide mi dispiace molto,se solo li avessi conosciuto prima. mhmhmh) e parlo della Orbit,Piramysa,società che nonostante tutto (rivoluzione e crisi economica) stanno ultimando con i propri soldi i resort che avevano progettato,hanno fatto in 2 mesi quello che tu non hai fatto in 4 anni,l’ho potuto constatare con i miei occhi.Loro sì che aggiungeranno un valore economico all’egitto,e sono sicuro che sono imprese che avranno un grande successo perchè l’egitto in pochi anni risplenderà di nuovo.Invece tu cosa hai fatto cara El Sery,avevi il più bel progetto esistente in egitto,si vendeva da solo,con i soldi che ti abbiamo dato potevi finire la fase uno e renderla anche operativa.Invece l’unica cosa che hai finito in egitto è il guardacosta sulla spiaggia di Marsa Alam.Adesso vai in cerca degli arabi,poi è la volta dei cinesi e poi chissa chi altro ancora.Adesso ti do’ un consiglio non ti stressare, la morte oramai è vicina accettala con dignità almeno.
      Ognuno di noi aveva un piccolo sogno,questo sogno si è spento.Adesso dobbiamo accettare quello che ci è successo e fare tesoro di questa esperienza,ho conosciuto personalmente molti investitori e devo dire che ho riscontrato che sono tutte persone per bene,che sicuramente supereranno questo momento.Per questo cara El Sery togliti dai c……
      A tale proposito cara El Sery cancellami dalla mailing list.
      Perchè comunque non le leggero’ piu’,adesso sono solo concentrato a distruggerti

  38. gabriele scrive:

    Anch’ io ho versato il 100%, quindi di pirla ce ne sono in giro. Se Luigi sa dove scovare questi farabutti…faro’ paret volentieri della spedizione.

  39. francesco scrive:

    Luigi, credevo di essere l’unico pirla che ha pagato subito il 100% dell’immobile, sono contento di sapere che non sono il solo (ovviamente sdrammatizzo). La questione dell’acquisto delle azioni non l’avevo prospettata semplicemente perchè non avevo letto il report cosa che ho fatto oggi. Le tue impressioni sono una possibile lettura di tutto, ma lasciamo che questo venga provato nelle sedi opportune quando sarà il caso. Su fatto che dobbiamo aspettare direi che a prescindere da quello che dicono loro non abbiamo altra scelta (riconosco che sono dei pezzi di m…. come tu li hai definito ma che dobbiamo fare?). Ti dico pure un’altra cosa…..ma questo è un mio pensiero…. chi ci garantisce che il nuovo investitore non sia sempre proposto da loro per l’unico fine di spillarci ulteriori soldi? Infatti credo che alla fine faranno una proposta irrisoria (rigirando i nostri soldi) e ci chiederanno altri soldi per finire tutto (scommettiamo che se ci sarà un nuovo investitore andrà a finire cosi?). La questione dell’acquisto della azioni è facile a dirsi ma complicatissima a farsi in quanto chi decide quale sia il valore della società?? (oggi è zero!!!). Dovremmo diventare soci prima della scadenza dei termini della concessione governativa ed inoltre (e credo che in questo siate tutti d’accordo con me) non se ne fa nulla se tutti noi non raggiungiamo la maggioranza delle quote azionarie e che quindi CEO ed altri membri di potere siano scelti da noi. Credo che ciò sia impossibile perciò accantonerei questa ipotesi. Inoltre mi pare impossibile che possiamo acquisire solo le attività e non le passività.
    In ultima analisi delle strategie di gruppo sarebbe opportuno parlarne privatamente.
    Luigi, non è che per caso sai pure dove trovare Oddens?

  40. agostino scrive:

    Quindi Francesco per ricapitolare siamo rovinati….. ma quello che tu continui a chiamare “sig” Mann, questo figlio di p……, se la cava così? In galera a marcire per qualche anno ci vanno solo i poveracci? O finirà a tarallucci e vino con questi delinquenti a brindare allo scampato pericolo e con le tasche piene alla faccia nostra ?
    Dammi un’opinione sincera che mi incuriosisce poi, magari privatamente, ti diro’ che cosa ho intenzione di fare con questa gente

    • francesco scrive:

      Caro Agostino, il tuo stato d’animo è certamente comprensibile ma dobbiamo anche guardare in faccia la realtà. Ad oggi noi abbiamo avuto un univo interlocutore che è il sig. Mann che è la sola persona che ci ha saputo e voluto dare informazioni sulla situazione e almeno per quanto mi riguarda e ciò è confermato anche dagli inglesi, ha sempre cercato di dare una risposta alle nostre domande sempre nel ruolo che ricopre e certamente alle dipendenze di qualcuno che gli pagava lo stipendio. Noi abbiamo una sola versione dei fatti che è quella sua perciò possiamo solo esprimere giudizi su quello che sappiamo. A quanto pare la responsabilità dei movimenti dell’escrow account era di 3 soggetti (diversi da Mann) che attualmente sono ancora in carica ed i movimenti venivano tutti pilotati da colui che detiene ad oggi il 65% delle azioni di El sery che è il dott. Oddens. Abbiamo da sempre martoriato l’unica persona che ci ha dato retta mentre non abbiamo mai considerato questa altra persona. Il sig. Mann, come potete riscontrare anche dalla due diligente che spero avrete letto tutti prima di acquistare, ad oggi detiene l’1% delle azioni tramite una società satellite. Noi non conosciamo l’altra campana ma ad oggi con le informazioni che abbiamo non abbiamo motivo di non credere a ciò che ci è stato riferito. Siamo a caccia di questo Oddens ma a quanto pare quello che si è dileguato è proprio lui. Staremo a vedere.

      • luigi scrive:

        La situazione attuale è perfettamente come la riassunta Francesco.
        Anche se caro Francesco hai tralasciata una cosa importante,ed è precisamente una delle alternative proposte dal Tizio(perchè da oggi cosi lo chiamerei) Eric Mann quando lui dice che una delle soluzioni potrebbe essere quella di trasformare il nostro investimento in azioni El Sery e consentire alla società di rivendere i nostri appartamenti in modo tale da evitare il fallimento e di recuperare qualcosina dei nostri soldi.
        Da questo sai cosa dobbiamo capire?
        1)Questa proposta è stata studiata dal Tizio Jurgen Oddens,
        è lui che pilota ancora tutto
        2)L’incontro l’hanno studiato a tavolino,prima le dimissioni di Eric Mann,poi spiegare agli investitori che anche se gli facciamo causa non recuperiamo niente in quanto il terreno tornerà al governo perchè non hanno pagato l’ultima tranche di 350 mila euro.Quindi che cosa rimane da fare a noi investitori?Attendere
        senza fare nulla o in alternativa valutare la loro proposta.
        E come vedi per il momento sono riusciti nel loro intento,infatti è quello che tu e gli altri consigliano di fare, cioè attendere,stessa cosa per gli inglesi.
        Adesso,prima di andare avanti voglio scusarmi con gli inglesi in quanto loro dicono di tenere segrete le notizie riportate sul report,io non sono d’accordo.Il report l’hanno letto quasi tutti gli investitori,quindi con chi dobbiamo tenerlo questo segreto?Forse con El Sery?Ma Vafff…..
        Comunque me ne assumo tutte le responsabilità.
        Praticamente questi signori hanno prosciugato un conto (escrow account) di 22 milioni di euro,tutti i soldi sono stati trasferiti senza nessun tipo di controllo ovviamente anche con l’appoggio del tizio Eric Mann,con i nostri soldi sono state pagate le spese per la realizzazione del 3d,costato 200 mila euro,lo stesso signore che si è beccato questi soldi,si è fatto mandare altri 300 mila ad una società di mobili intestata alla moglie,sono stati prelevati 11 mila euro per ogni unità venduta per pagare provvigioni agli agenti e tasse,inoltre sono stati trasferiti soldi sul conto Zafarana per pagare gli avvocati che li difendevano in quell’altra truffa,e tanto per finire (ma ci sono altre grandi somme trasferite) sono stati presi i soldi per le spese di Jurgen Oddens,questo tizio ha viaggiato con aerei privati e in compagnia di una bella ragazza.
        Adesso questi pezzi di m….vorrebbero farci credere che se gli facciamo causa perdiamo solo tempo.
        Sono consapevole che probabilmente i miei soldi li ho persi,ma quello che hanno fatto questi signori è un reato grave,gravissimo,perseguibile penalmente e con pene abbastanza serie(già mi sono informato con un penalista internazionale) per molti di loro.
        Concludo dicendo Caro Jurgen Oddens,io lo sò che tu leggi su questo blog,sono gli altri che non l’hanno ancora capito,ascoltami bene:
        il sottoscritto oltre a farti causa civile in egitto e poi un causa penale in olanda,verrò a casa tua per farmi spiegare da te personalmente come hai fatto a fare tutto questo.
        Questo chi mi conosce sà bene che io lo farò.
        A voi investitori tanto per puntualizzare anch’io ho pagato tutto al 100%

  41. admin scrive:

    COMUNICAZIONE TECNICA:
    Gentili Utenti, avrete notato una certa lentezza del sito, in particolare quando scrivete un commento e date l’ok cliccando su “Post Comment” occorrono alcuni secondi prima di ottenere risposta. Abbiate pazienza, ed attendete circa 20 secondi, dopo aver cliccato su “Post Comment”. Nei prossimi giorni verranno apportate alcune migliorie, vi comunico che durante la manutenzione il sito potrebbe essere “off-line” per qualche ora. Saluti a tutti.

  42. alessia scrive:

    francesco ci puoi aggiornare sul report??

    • francesco scrive:

      Non ho letto il report ma ne conosco il contenuto in quanto ne ho discusso approfonditamente con uno degli inglesi. Inoltre conosco tutte le info in quanto lo stesso Mann le aveva date verbalmente anche a me. Il succo è quello che ha anche esposto Gabriele. Sull’escrow non ci sono più soldi e se entro 3 mesi non arriva un investitore va tutto in fumo per 2 motivi:
      1) anche El Sery fallirà visto che comunque la società in vita ha dei costi che non sono più sostenibili
      2) Il governo Egiziano potrebbe riprendersi il terreno in quanto una tranche di soldi dovuta a concessioni governative non è stata pagata ed ovviamente non ci sono i soldi per farlo.
      Tralascio tutte le questioni relative alla gestione dell’escrow account in quanto ad oggi servirebbero solo ad infervorare gli animi già di per se abbastanza accesi (comprensibilmente). Invito tutti ad una calda riflessione su alcuni argomenti principali che vi espongo:
      1) fare causa oggi non è opportuno in quanto non si recupererebbe un bel nulla visto che sull’escrow non ci sono soldi da recuperare e non abbiamo alcun diritto acquisito sulla proprietà, inoltre, come cercavo di spiegare già da tanto tempo, la società oggi non vale un fico secco in quanto se facciamo causa si blocca ogni speranza di andare avanti e certamente il governo acquisirà il diritto sul terreno quindi ad El Sery non rimarrebbe nulla che possa essere valutato e messo all’asta.
      2) dobbiamo unirci tutti e valutare le proposte alternative e propositive.
      Il sig. Mann ha ad oggi 2 lettere di intenti da parte di 2 investitori ma di concreto non c’è nulla. Personalmente sono a conoscenza di queste lettere da almeno 6 mesi. L’investimento è notevole ed oggi chiunque avesse intenzione di investire in egitto è molto cauto. In ogni caso è ovvio che qualsiasi investitore a conoscenza dei fatti, attenderà l’ultimo istante per fare l’ultima offerta che gli consentirà di accaparrarsi tutto ad un prezzo più basso. Chi ha acconsentito ai versamenti per stato di avanzamento, deve inviare una lettera di messa in mora e bloccare ufficialmente le rate. Chi come me ha già versato il 100% al momento si attacca al tram e spera che le cose vadano per il verso giusto. In ogni caso i tempi sono veramente stretti e presto sapremo di che morte morire.
      3) in ultima analisi, per quelli che non ne fossero ancora a conoscenza, gli inglesi stanno facendo un ottimo lavoro di analisi perciò suggerisco di aggregarci per non disperdere le forze e le idee. Poichè uno di loro ha effettuato delle spese per incontrare Mann molti hanno aderito ad un rimborso spese di 13 euro tramite paypal che io ancora non ho fatto ma farò presto per dare l’idea che abbiamo tutti un unico intento.
      Attendo un vostro riscontro.
      Saluti

      • Linda scrive:

        Francesco, anch’io sono nella tua stessa situazione, ho pagato interamente l’immobile, grazie ai ‘preziosi ed imperdibili’ consigli di Barbara.
        Temo anch’io non ci sia nulla da fare se non attendere. Ovviamente, sono pienamente d’accordo per un’azione di massa se necessaria. Io non ho alcun contatto con gli inglesi, per cui dacci notizie e x tutto quello che ci sara’ da fare mi uniro’ a voi.

      • gabriele scrive:

        Francesco ha esposto in maniera perfetta la situazione. Purtroppo fare causa non serve a niente se non annientare quelle deboli speranze che ci rimangano, cioe’ che un santo salvatore della patria si faccia avanti con tanta voglia di investire.

      • Antonio scrive:

        Ciao Francesco

        concordo su quanto da te scritto, bisogna solo attendere.

        Nel frattempo, potresti darmi i riferimenti degli Inglesi?

        Anche in privato antsca74@hotmail.com

        Grazie

  43. agostino scrive:

    Admin, come mai gli interventi nel blog non sono piu’ riportati in ordine cronologico com’era una volta? Si fa fatica a valutare l’ordine dei fatti e si rischia di perdere qualche commento importante. Se puoi provvedere. Grazie

    • admin scrive:

      Agostino, mi pare sia tutto regolare, fai attenzione che alcuni post sono in risposta ad altri quindi va di seguito che cronologicamente seguiranno il post ptrecedente, se hai problemi contattami ciao.

  44. agostino scrive:

    Francesco, Eric Maan che fa causa a se stesso!! Ah ah ah ah ah, questa mi mancava. La voglio vedere l’ennesima trovata. E poi l’IPI non e’ fallita? E se e’ fallita le quote non vanno al curatore fallimentare? Come fa Oddens ad avere ancora quote di una societa’ fallita? O e’ fallita solo per i clienti del MABR e per il resto continua a fare il cazzo che gli pare tipo continuare a spartirsi i rimasugli dei nostri escrow account?
    Ripeto, tu sai niente dei soldi eventualmente rimasti negli escrow account e come mai questi ladri non propongono, almeno quelli , di restituirli ? Qual’ è il cavillo legale che gli permette di tenerseli? La solita forza maggiore? Non sono ormai fuori da ogni termine legale di consegna? Ma per carita’!!!

    • luigi scrive:

      Rimango perplesso del comportamento di alcune persone.
      Ma come si può fare!!ci sono alcuni italiani che hanno la relazione completa degli inglesi,e non ti fanno sapere niente nemmeno se li ammazzi.
      Magari pensano che chi non ha pagato la sporca quota di 13 euro non deve sapere, o forse pensano che hanno delle informazioni che dia loro un vantaggio per risolvere il problema.
      E poi sono le stesse persone che in questo blog hanno parlato di essere uniti in qualsiasi azione da fare.
      Ma fatemi il piacere!!!
      Adesso voi che avete la relazione completa sapete come riprendervi i vostri soldi?I soldi che vi hanno rubato?Credo proprio di no.
      Però la soddisfazione di avere un’informazione importante che nè voi nè gli inglesi sanno,almeno questa me la sono presa.Tanto è importante l’informazione che non ho bisogno di leggere il report quello è carta straccia.
      Concludo dicendovi che gli inglesi,in particolare il capogruppo mi ha mandato una e-mail dicendomi che mi avrebbe inviata la relazione anche se non ho pagato.

    • Francesco scrive:

      Agostino, ad incazzatura io lo sono molto piu’ ti molti altri visto che io ho gia’ Pagato il prezzo pieno dell’immobile. Al di la di quello che ci dicono temo che sull’escrow non ci sia una lira. Attendiamo anche le notizie che hanno gli inglesi e decideremo TUTTI INSIEME il da farsi.

  45. gabriele scrive:

    ho appena letto il report degli inglesi. le notizie, che ci si creda o no al sig. Maan, sono brutte, direi molto brutte. in sintesi, non ci sono piu soldi e se non si torva trova un (grosso) investitore entro un paio di mesi max 3 il terreno, e quello che ci e’ sopra, puo’ tornare al governo. con questo nuovo clima politico in Egitto gli investitori hanno molta poca voglia di…investire

  46. Francesco scrive:

    Al momento il succo della situazione e’ che il sig. Mann ha sul piatto una offerta di un investitore olandese. Poiche’ anche lui e’ olandese ha evitato problemi di incompatibilita’ dimettendosi. Adesso la decisione spetta al direttore di ipi ( Oddens) che deve vendere le quote. Se questo non avverra’ Mann ci aiutera’ a portare avanti una azione legale.

  47. alessia scrive:

    Secondo me questa truffa era ben congegnata fin dall’inizio..
    noi siamo stati i polli da spennare.

  48. agostino scrive:

    Caro Luigi, condivido in pieno. Questo farabutto di Eric Maan, tra l’altro come escrow agent si era gia’ dileguato, ora l’ha fatto come CEO di El Sery. Tra l’altro i soldi che erano rimasti sugli escrow account ci saranno ancora o questo ladro li avra’ trasferiti in Egitto in maniera da renderli irreperibili? Almeno chiamassero i clienti e dicessero : “caro investitore i soldi sono finiti, il nuovo partner non esiste, ma almeno ti restituiamo i poche euro rimasti nei conti olandesi.” , neanche per sogno! Tutto si sono mangiati . Una bella pensata la forza maggiore sui contratti per fare e disfare come gli pareva dei nostri risparmi. Che rabbia!!!!!!!!!!!!!!!

    • luigi scrive:

      Ti capisco Agostino,anch’io sono molto arrabbiato,non è possibile che questi signori si sono rubati i soldi nostri,ed oggi ci vengono a dire che forse i nostri contratti non sono validi per la legge egiziana.
      Per non parlare dell’escrow account,doveva essere una sicurezza per tutti gli investitori,e ancora oggi non possiamo sapere niente dei nostri soldi(se ci sono).

  49. agostino scrive:

    Frager, sono contento se in Italia continuano a venderli, sono nella tessa barca tua. Se vai sul sito della Farnesina peraltro dicono cosa diverse.
    Alessia, sii meno criptica nelle tue elucubrazioni: spiegati meglio!!!!!! e magari dammi domanda e risposta gia’ che ci sei
    Barbara grazie della risposta

    • luigi scrive:

      Caro Agostino,la domanda giusta potrebbe essere:
      questi signori riprenderanno i lavori?
      la risposta è no,perchè non hanno soldi,questi fino adesso quel poco che hanno costruito lo hanno fatto con i soldi degli investitori,considera che ci sono investitori che hanno pagato il 100%,quindi hanno incassato un bel pò di denaro.
      Adesso stanno solo studiando come uscire da questa situazione nel miglior modo possibile con il supporto di avvocati molto preparati in materia,ovviamente pagati sempre con i nostri soldi.Vedi prima mossa,dimissioni di Eric Mann,poi ne arriveranno altre.

    • luigi scrive:

      Ho letto della riunione degli inglesi con Eric mann.
      Praticamente la riunione si è svolta sabato 24 è durata 3 ore,gli inglesi per il momento stanno preparando una relazione della situazione e delle loro impressioni,che poi invieranno solo a chi ha contribuito alle spese del viaggio (almeno così credo di aver capito).Ma una cosa che mi ha colpito è che loro sono usciti dalla riunione praticamente scioccati,saranno venuti a conoscenza di qualcosa di molto grave.

      • Linda scrive:

        Ciao Luigi, dove hai letto dell’incontro degli inglesi con Eric Maan? Se riesci a sapere qualcosa di piu’ ci daresti cortesemente notizia? Grazie mille a tutti coloro che fanno girare le informazioni, e’ l’unico modo che abbiamo per capire come stanno le cose ed agire di conseguenza, non e’ accettabile essere derubati e vedere i nostri truffatori farla franca…

        • luigi scrive:

          Gli inglesi stanno preparando una relazione dell’incontro,in base alle domande e le risposte avute nella riunione tenutasi in olanda.Questa informazione sarà disponibile in primis a chi ha contribuito per le spese del viaggio,purtroppo non sono riuscito a pagare la quota tra l’altro si trattava di 13 euro,ma ho scritto ad uno di loro che ha partecipato all’incontro chiedendogli notizie in merito visto che siamo nella stessa barca,ed è stato molto disponibile mi darà notizie.Sembra che la situazione stia messa male.Comunque dopo la pubblicazione della relazione gli inglesi sceglieranno la strada da intraprendere,così credo di aver capito.

  50. alessia scrive:

    C’e’ gente in questo blog che ancora si deve svegliare!!!
    E’ necessario togliersi i prosciutti dagli occhi cari signori!!!
    Agostino vedra’ che ponendosi la domanda giusta avra’ la risposta giusta!!
    Saluti

  51. agostino scrive:

    Non riesco a capire la questione della registrazione del contratto: mi risulta che chi aderisce alla causa gia’ in essere con lo studio GIC abbia come prioritario obiettivo proprio la registrazione dei contratti in Egitto. Mi piacerebbe sapere com’e’ possibile che non si possa registrare nulla se l’appartamento non e’ finito. E i diritti sul terreno? Siamo sicuri di questa informazione? Poi mi piacerebbe essere fiducioso sulla ripresa dei lavori ma con i soldi di chi? Inoltre volevo dire che ieri sono andato in un’agenzia viaggi qui a San Marino per prenotare un viaggio a Settembre: non vendono piu’ pacchetti per l’Egitto sino a nuove informazioni da parte della Farnesina; troppo rischioso . Un’altra brutta botta al mercato.

  52. Linda scrive:

    Mi sembra il cane che si morde la coda! Per dare valore al nostro contratto occorre registrarlo, ma per registrarlo e’ necessario finire la costruzione. I ns sforzi devono essere orientati al completamento del Resort, e’ li che bisognerebbe investire, non su fantomatiche permute. Che speranze ci sono che possano riprendere i lavori? Qualcuno lo sa?

  53. Francesco scrive:

    Grazie mille per l’informazione. Comunque vorremmo sapere se i nostri contratti potranno essere registrati dopo la fine della costruzione. Grazie ancora.

  54. elisabetta scrive:

    ciao se qualcuno decide di trovare un avvocato egiziano per far registrare il contratto e renderlo legale in egitto ad un prezzo non esoso vi prego di farmelo sapere alla mia mail lestetica.mulas@libero.it. valuterò con il mio amico legale in italia e se conviene mi aggreghero. grazie elisabetta

  55. barbara scrive:

    sono un’esperta di vendite immobiliari in egitto da anni e vi dico che i contratti non possono essere registrati se gli immobili non sono finiti! essendo le suite del marsa alam beach resort in costruzione il contratto non potra’ esere registrato. i passi per la registrazione sono i seguenti: presso gli uffici del governatorato del mar rosso e in un secondo momento presso il tribunale egiziano con un costo del 3% del valore dell’immobile. per chi volesse informazioni o aiuto potete contattarmi via mail a investimentiestero@live.it

  56. agostino scrive:

    Volevo un commento da Fancesco sulle dimissioni di Eric Maan. A parte che ovviamente i problemi personali e di salute paiono la solita cazzata , adesso secondo te che succede? Hai visto peraltro le immagini del samra bay? In 2 mesi , da quando sono andato io, hanno fatto passi da gigante altro che storie. Peccato che l’egitto sia un mezzo macello in questo momento tanto che il ministero degli esteri ha sconsigliato di farvi visita..

  57. Linda scrive:

    Avete sentito che Eric Maan ha dato le dimissioni? E che al momento non c’e alcun sostituto?

    • francesco scrive:

      Ciao Linda, perchè dici che lo hai sentito? E’ stata inviata una lettera a ciascuno di noi, io almeno l’ho ricevuta. In ogni caso, a voler essere ironici direi che per quelli che pensavano che Maan fosse scappato, almeno per loro non cambia nulla. Comunque rimane sempre in carica e mantiene le responsabilità fino a quando un nuovo soggetto non lo sostituirà. Solitamente le dimissioni si danno quando già si sa che un nuovo soggetto prenderà il tuo posto e se così fosse significa che qualcosa si muove in quanto non credo che nessuno si prenderà responsabilità di un resort in queste condizioni se non lo vuole portare avanti. Onestamente non conosco perfettamente i dettagli ma in questi giorni, forse oggi, uno degli inglesi dovrebbe incontrarlo e ne sapremo di più. E’ nato però un nuovo problema che non è da sottovalutare. A quanto pare i primi contratti con gli inglesi sono stati firmati direttamente da El Sery mentre quelli nostri sono firmati da IPI. Quale dei due contratti è valido? Se il proprietario di tutto per la legge egiziana è El Sery, i nostri contratti non possono essere registrati e quindi siamo deboli nei confronti di un nuovo investitore che farà accordi con El Sery. Se cosi’ è dobbiamo cambiare strategia perchè se i nostri contratti non sono validi i nostri soldi non possono essere utilizzati. Vorrei capire cosa hanno analizzato fino ad oggi tutto questo fiorfiore di avvocati e agenti coinvolti. Nessuno fino ad oggi aveva mai sollevato questo problema eppure IPS si prendeva 3000 euro di consulenza per ogni appartamento che vendeva. Inoltre lo studio olandese cosa ha visto? La base da cui si parte è il contratto, se questo ha una pecca tutto il resto è solo carta. In ultima analisi come vedete e come ho ripetuto un miliardo di volte, prima di fare causa bisogna capire bene per cosa deve essere fatta e qual’è la strategia migliore da intraprendere e devo dire che ad oggi almeno tra gli italiani che scrivono in questo forum non ho mai avuto la sensazione che qualcuno avesse le idee chiare su come andare avanti.

      • Linda scrive:

        Ciao Francesco, per miei problemi di posta ho ricevuto solo ora la lettera relativa alle dimissioni di Maan, un altro investitore me ne aveva parlato. Per quanto riguarda i nostri contratti, se non ricordo male il contratto e’ stato stipulato fra noi e la Ipi, che interveniva per conto di El Sery, quindi perché dovrebbe avere meno valore degli altri? Appena rientro dalle ferie ne parlerò con l’avvocato. Hai ragione quando dici che molti brancolano nel buio, ma questo dipende dal fatto che hanno tentato di fuorviarci in tutti i modi. Probabilmente riusciremo a fare più chiarezza nel prossimo autunno. I nostri avvocati ci diranno qualcosa di più, spero. Se avrai notizie circa l’incontro con gli inglesi ci fai sapere qualcosa? Grazie mille

        • Linda scrive:

          Ancora una cosa. Non e’ esattamente definita la prestazione fornita da Ips (ex vivi l’estero), considerando che non c’è alcun contratto fra noi e loro. E’ consulenza? Intermediazione? Ed ora non parlano più del Marsa Alam Beach Resort, ma solo ed esclusivamente del Samra Bay…possibile che questo non faccia riflettere quelli che credono ancora nella permuta? E dopo quello che e’ successo come potete fidarvi che gli accordi verranno rispettati? Intanto vi chiedono di tirar fuori altri 40 Mila euro…..

        • francesco scrive:

          pensa a come funziona in italia. se devi registrare un contratto, lo stesso deve essere sottoscritto da chi ne ha diritto (il costruttore che in questo caso è El Sery) e chi compra. Prima di fare la registrazione infatti si fa una visura da dove si evince che l’avente diritto sulla proprietà è colui che è indicato in visura. Nel nostro caso nella visura spunterà molto probabilmente el Sery. A nessuno frega nulla che IPI è proprietaria di El sery così come in italia a nessuno frega nulla se tu hai un preliminare sottoscritto tra te un’altra società proprietaria di quella che spunta sulle visure. Se le cose stanno così formalmente non possiamo registrare i nostri contratti. Sto chiedendo maggiori informazioni ad un legale egiziano consigliatomi da un amico. Chiederò anche preventivo per la eventuale registrazione.

          • luigi scrive:

            Francesco fammi capire,questo significa che i nostri contratti non valgono nulla?e l’entrata di un’eventuale investitore non terrà conto dei preliminari firmati da IPI?

          • Linda scrive:

            Sto cercando anch’io un avvocato egiziano per la registrazione del contratto. Se lo ritieni opportuno e pensi che utilizzando lo stesso si puo’ raggiungere lo stesso risultato risparmiando qualcosina, fammelo sapere, e magari si unisce anche qualcun altro.

  58. ivo scrive:

    anche se in ritardo mi inserisco nella spiacevole mail list.
    io ho acquistato un appartamento nella fase 1 pagando tutto perche’ dichiarato pronto alla consegna. mi sono fidato e mi hanno infinocchiato.
    se qualcuno in occasione di recenti viaggi in egitto ha verificato di persona l’andamento lavori sarei grato per un aggiornamento reale. inoltre se c’e’ qualche azione legale in atto condotta da gente seria in grado di gestire la situazione, sono pronto ad associarmi. penso sia l’unica strada da seguiri. grazie.

  59. alessia scrive:

    Sto seriamente pensando di lasciare questo blog poiche’ noto che e ‘monitorizzato da vari soggetti che studiano le notre mosse .
    Comunque ho navigato un po’ su internet ho parlato con alcune persone ed ho saputo che il samra bay oggetto della permuta e’ in costruzione dal 2008!!!
    che differenza c’e’ rispetto al marsa alam parliamo sempre di tempi biblici.
    una cosa gia’ costruita no?????

    • francesco scrive:

      Sono pienamente daccordo con te. Ci sono molte persone che tentano di sviarci. Non posso credere che ci sono ancora persone che credono nella permuta. Inoltre la permuta con un immobile in costruzione è una vera bufalata perchè ti propongono la solita ramanzina della rendita garantita che non ti daranno mai. La rendita non te la può dare il costruttore ma te la deve dare la società che gestirà il resort e quindi ve la scordate perchè i resort avranno tutti dei seri problemi nei prossimi anni. Se il resort fosse finito allora sarebbe diverso, ci sarebbe già la società che dovrebbe gestire che potrebbe dare la rendita. Insomma, il solito trucco per cercare di rifilare gli immobili. Poi quando la rendita non la daranno che si fa? Si fa causa per 3.000 euro???????? Come minimo la permuta se seria andrebbe fatta alla pari e con un immobile già costruito ma non ve la farà nessuno. Non chiamatela permuta, chiamatela acquisto di nuovo immobile ma allora non capisco perchè non ve ne comprate uno da un’altra parte già costruito.

      • Linda scrive:

        Hai perfettamente ragione. Francesco secondo te l’uscita di scena di Eric Maan senza alcuna sostituzione potrebbe significare lo smantellamento della societa’? Che si fa?

  60. agostino scrive:

    Francesco, scusa ma l’oriental coast non ha niente a che vedere con las cabanas, planethouse, immoworld, data completamento lavori 2011 etc, di cui in giro si sono sentite cose, diciamo cosi’ per non essere volgari, non proprio piacevoli? Forse mi sbaglio ed e’ un altro progetto? Mica per niente ma , in tal caso, diciamo che il termine di paragone e’ un po’ infelice.

    • francesco scrive:

      Su immoworld confermo tutto che sono dei truffatori. Comunque si, si parla di Las Cabanas ma l’acquisto oggi avviene direttamente con il developer e non tramite agenzie. Non confondiamo il ruolo delle agenzie con quello del costruttore. Immoworld ha intascato direttamente i soldi degli acquirenti che hanno versato il denaro su conti intestati ad IMMOWORLD e quelli si che sono scappati con il malloppo. Adesso fanno i paladini della giustizia ma i soldi degli acquirenti ce li hanno tutti loro e non hanno restituito nemmeno un euro. Oggi puoi acquistare direttamente con il costruttore gli appartamenti già completi al prezzo che ti ho detto. Non pubblicizzo il resort, il mio è solo un esempio visto che ho comprato li degli appartamenti. In giro trovi anche tanto altro a prezzi ben più modesti di quelli che ti hanno proposto ad hurgada.

  61. alessia scrive:

    Mio Caro Montanari sono sconvolta dal fatto che non solo ho perso i soldi del mio investimento ma lei vuole querelarmi per che cosa??
    perche’ ho chiesto una permuta a costo zero??
    perche’ le ho chiesto il motivo per cui dalla fase 2 del marsa alam mi aveva proposto di passare alla fase 1 dicendomi che a mesi mi sarebbero state consegnate le due unita’.???
    Spero che lei stia scherzando comunque non ho nulla da nascondere ,una domanda perche’ del marsa alam non ne parla piu’ e ora tutta l’attenzione e’ spostata sulla permuta??
    Sono abituata a dire le cose in faccia e lo stesso faro’ in una aula di tribunale senza problemi!!
    Non si preoccupi del giudizio di una sola persona vedra’ che molti accetteranno la permuta.

  62. agostino scrive:

    Leggo da Alessia che eric mann ha rimandato l’incontro. Francesco, visto che un amico ti ha dato la sua mail privata, prova a chiedere il motivo dell’ennesimo rinvio…vediamo che altro si inventa…

  63. alessia scrive:

    Stavolta sono d’accordo con Francesco voglio speculare sulla permuta.
    Infatti ho scritto a Montanari dicendogli che sarei disposta a fare una permuta a costo zero altrimenti non si parla di permuta ma di ulteriore acquisto.
    Come immaginavo e’ sparito senza neppure una risposta.

  64. agostino scrive:

    Francesco, ho detto che la giustificazione per il sovrapprezzo e’ che i nuovi appartamenti sono ad Hurgada in una zona pregiata (effettivamente intorno ci sono tutte le catene alberghiere piu’ prestigiose). Un po’ come paragonare Riccione con lido di classe. Poi non so se il paragone regge o meno, io non conosco i prezzi delle varie localita’ in Egitto. Inoltre questi sono quasi finiti mentre a Marsa Alam abbiamo tutti comprato (purtroppo) sulla carta e, di solito, questo garantisce un prezzo migliore. Il problema , ripeto, per quanto mi riguarda e’ che il budget che avevo a disposizione era diverso rispetto a quanto dovrei spendere ora e che l’Egitto non mi da piu’ affidamento. Mi spiace perche’ sono stato in questo paese decine di volte ma ora la situazione politica e generale non mi piace, vedi i 15 morti di 2 giorni fa al confine con Israele

    • francesco scrive:

      Bhe il paragone non regge assolutamente. Guarda un po i prezzi in giro. Con 40.000 ti vendono un bilocale all’oriental coast di Marsa Alam già finito. L’oriental Coast, anche se ancora in parte in costruzione, non avrà rivali in egitto. Si tratta di una vera e propria città con banche e albergoni di lusso. E Marsa Alam non è certo Hurgada. Inoltre vi invito a riflettere su una cosa molto importante. In molti stiamo cercando di trovare una mediazione con El Sery per riprendere i lavori e cercare di finire il resort senza spendere un soldo in più di quelli previsti. Se invece di tirare soldi per permute false li mettessimo nel MABR, allora non ci sarebbero dubbi a far ricominciare i lavori. Se siamo disposti a spendere altri soldi di certo Mann non si farebbe tutti questi problemi a tenere bloccati i lavori, ma significherebbe vanificare tutti gli sforzi fatti fino ad oggi e vi posso assicurare che non sono pochi. Cercate tutti di ponderare attentamente ogni vostro passo. Vi assicuro che l’unica maniera per non perderci altri soldi è quella di veder finito questo Resort, anche tra 3 anni, non importa. A questo punto dobbiamo rischiare. Il sig. Mann non può andare lontano e comunque non ha intenzione di scappare. I prezzi delle case in egitto sono crollati di brutto e quindi una permuta con un appartamento di 50.000 euro non solo vi farebbe spendere altri soldi, ma dopo qualche mese quello stesso appartamento varrebbe molto meno e non ci sono possibilità di rivenderlo, il mercato è fermo perchè ci sono molti più appartamenti di quelli che vengono richiesti (alias l’offerta supera la domanda) gioco forza i prezzi crolleranno ancora. Credevo di aver a che fare con investitori che conoscono il mercato ma a quanto pare siete in molti ad esservi fidati solamente di quello che vi si veniva detto. Adesso però siamo tutti in ballo e dobbiamo ballare.

  65. Francesco scrive:

    Se volete si possono avere anche permute con appartamenti finiti a marsa alam. Io non ho aderito all’azione legale di IPS perche’ siamo in tanti ad aver capito che IPS ha intenzione di ricattare El sery a proprio vantaggio e a discapito degli investitori. Inoltre non capisco come puoi far causa a qualcuno a cui avevi chiesto di farti vendere tutta la fase II. Ips ha il dente avvelenato perche’ a loro e’ saltata (almeno per il momento) una grossa fetta del business. Io non mi infilerei in una causa con loro. Di avvocati con esperienza internazionale se ne trovano molti.

    • Andrew scrive:

      Francesco, scusami, ma questa permuta a Marsa Alam la fanno o non la fanno??
      Per favore dacci notizie chiare , dettagliate, oppure dicci chi dobbiamo contattare, grazie..

    • Linda scrive:

      Francesco ci dici qualcosa delle permute a Marsa Alam? A me hanno proposto solo quella a hurghada, nei termini che tu hai illustrato. Chi propone la permuta? Quanto bisogna metterci sopra?

  66. alessia scrive:

    matteo mi lasci la tua email o hai un profilo su facebook??
    Comunque non so se lo sapete ma mann non ha incontrato neppure gli investitori inglesi ha fatto slittare l’incontro a fine agosto.
    Che persona seria

    • francesco scrive:

      Alessia dobiamo dire anche le cose come stanno perchè altrimenti falsiamo le informazioni. La data del 4 agosto non era concordata con Mann, era una data scelta da noi solo perchè Simon era a Sharm in quella data. Il dott. Mann ha dato disponibilità a fine agosto in Olanda ma ancora non abbiamo una data certa. Io sarò in Olanda a fine settembre e se Mann è disponibile potremmo pure incontrarci. Di certo però dovremmo conciliare i nostri impegni reciproci e non vado li per incontrare lui.

    • Matteo scrive:

      freccia.91(chiocciola)libero.it

  67. francesco scrive:

    Intanto mi scuso per il ritardo ma sono stato fuori per lavoro e non avevo rete internet a disposizione. Vorrei chiarire alcune cose. Intanto non sono un agente immobiliare ne un costruttore quindi non garantisco alcuna rendita ne settimane di permanenza. Sono proprietario di diversi immobili in egitto e come molti di voi compro per rivendere o per affittare. Volevo inoltre sgomberare il campo da equivoci: io vi avevo semplicemente detto che una permuta come quella propostavi da IPS la posso fare anch’io ma ovviamente non si tratta di vera e propria permuta ma in realtà è un acquisto. Qualcuno come alessia si è giustamente chiesto come mai non si fa una permuta alla pari, altri come agostino si chiedono come mai uno studio costa 20.000 euro in più rispetto agli immobili a marsa alam. Bene, vi rispondo subito che è così perchè è uno specchietto per le allodole. Si gioca sul fatto che molti di voi sono pronti a scappare da questa situazione anche mettendoci altri soldi e quindi un appartamento che costerebbe 40.000 euro ve lo propongono a 60.000 euro, in questo modo lo pagate comunque al prezzo di acquisto normale e cioè 40.000 euro e quindi dovrete comunque sborsare altri soldi. Nessuno vi proporrà mai una permuta alla pari. E’ stata una occasione per farvi capire che mettere altri soldi per scappare da questo investimento e farvi riprendere in giro non ha senso. Inoltre ad ognuno di voi la permuta verrà fatta in maniera diversa. Lo stesso appartamento viene proposto ad un prezzo diverso in base a quanto avete versato come acconto al MABR. A chi per esempio ha versato 15.000 euro un appartamento che normalmente costa 30.000 euro verrà proposto a 45.000, a chi ha versato 30.000 lo stesso verrà proposto a 60.000 euro. Possibile che non vi rendete conto che vi stanno prendendo in giro? A queste condizioni chiunque può offrirvi permute, perfino io.
    In ultima analisi vi informo che sia io che un folto gruppo di amici investori al MABR non abbiamo per nulla intenzione di farci prendere per i fondelli dai costruttori del MABR quindi potete stare tranquilli che il sig. Mann è stato accerchiato. Comunque ribadisco che non è un truffatore. Inoltre i presupposti per portare a termine il tutto ci sono, bisogna essere pazienti perchè si sta evitando che come in molti altri casi, ci si chiedano altri fondi per completare la costruzione. Per chi non avesse abbastanza pazienza è aperta la via della permuta ma questo non gioca a favore di questo resort.

    • Linda scrive:

      Francesco la penso come te. Tu hai aderito all’azione legale in Egitto proposta dall’IPS? Secondo te davvero c’e’ possibilità che riprendano a costruire? Non so più che pensare….io ho comprato una suite nella fase I. Forse ho capito male…proponi l’acquisto dei contratti??? Se così fosse ti cedo il mio…

  68. alessia scrive:

    Matteo quindi tu hai permutato?
    se mi posso permettere hai dovuto pagare una differenza per la permuta ??
    una cospicua differenza oppure qualche migliaio di euro.
    Grazie

    • Matteo scrive:

      Ciao Alessia, il discorso è abbastanza complesso e lungo, se desideri avere tutte le informazioni Ti scrivo via mail.

      • giovanni scrive:

        Matteo perchè devi spiegarlo in privato? Sarebbe meglio dire in pubblico che è proprio come la pensa Francesco. Anche a me hanno proposto una permuta a condizioni molto simili a come le ha dettagliate Francesco. Un mio amico ha chiesto un preventivo per gli appartamenti ad Hurgada ed alla fine hanno chiesto quanto chiedevano a me con la permuta. Un appartamento ad Hirgada si trova a 30.000 euro e loro me lo proponevano a 50.000 perchè sapevano che avevo versato 17.000 euro quindi me lo facevano pagare 33.000 euro e sono convinto che i 3.000 euro in più erano pure la parcella di IPS (l’ennesima). E’ proprio una presa per i fondelli. Francesco mi dici quali sono le condizioni di quello che tu chiami permuta?

  69. agostino scrive:

    Il motivo addotto del maggior costo e’ che ad Hurgada , nella “golden mile” gli appartamenti hanno un costo superiore. Sul perche’ non siano finiti non so rispondere ma certo i lavori sono molto avanzati.

  70. elisabetta scrive:

    io andrò a sentire per le permute ma…la sig.ra Muto so che ha intrapreso una causa legale con un suo avvocato ed un gruppo di altri investitori…è possibile mettersi in contatto con lei? grazie elisabetta

  71. alessia scrive:

    Perche’ non una permuta con una casa gia’ pronta chiavi in mano e allo stesso prezzo??
    perche’ queste case costano tanto di piu’ cosa hanno di particolare??
    perche’ non una permuta alla pari cosi’ la faccio anche domani

  72. agostino scrive:

    Ciao Luigi, mi sa che hai ragione. Di concreto non c’è nulla, Francesco e’ un burlone….ma…. sempre felice di essere smentito nel caso!!!
    Alessia la permuta con Hurgada credo sia quella sul Samra bay: la costruzione e’ diciamo all’85% Ok? E non per sentito dire ma avendola vista con i miei occhi nel viaggio di Giugno organizzato da IPS. La rendita garantita e’ molto buona (e per 8 anni)ed e’ sul contratto. L’unico problema che per adesso mi frena e penso freni anche altri che sono stati giu’ a vedere la cosa e’ il costo. Uno studio di 40-45 mq costa 20000 euro in piu’ rispetto all’equivalente di marsa alam e il diritto di usufrutto e’ di 3 settimane all’anno. Ma ci sono altri vantaggi , patto di riacquisto ed altro. Nel caso si decida per la permuta il tuo contratto lo prende il costruttore e la causa la fa lui; le spese legali, quindi, sono a suo carico

    • matteo scrive:

      Condivido e confermo il Tuo post di cui sopra; aggiungo che la permuta al Samra Bay io non l’avrei mai fatta x un utilizzo di solo 21 giorni annui; ho optato x una altra soluzione: maggior numero di giorni di utilizzo annui ma di conseguenza rendita molto inferiore (ma a me va comunque molto bene così).

  73. Linda scrive:

    Mi associo al post di Alessia: spiegateci qualcosa di piu’ sulla permuta proposta da Francesco. Io ho un appartamento in fase I, permuta a Marsa Alam andrebbe benissimo. Nel caso servisse l’indizzo email eccolo qui: emaril(vchiocciola)tin.it
    Grazie mille a chi vorra’ dirci qualcosa in piu’!

  74. alessia scrive:

    Allora come funziona la permuta gentilmente chi l’ha fatta ci spieghi!!!
    non sara’ mica un segreto

  75. agostino scrive:

    Ciao Giampietro, non so che dire; a me non rispondono mai…avranno cestinato la mia mail visto che non gliel’ho certo mandata a dire a questo figlio di …………..
    X Francesco : dettaglia l’offerta , io ho una fase 2 e il mio contratto te lo vendo alla grande, anche subito. Per la permuta , invece, la farei volentieri a Marsa Alam: mi basta restare nella spesa prevista senza aggiungere un euro in piu’!!!!
    Per contatto autorizzo l’admin a pubblicare la mia mail: agostino.ceccarini(chiocciola)alice.it

    • luigi scrive:

      Ciao Agostino.
      Per quanto riguarda l’e-mail di El Sery hanno avuto un problema con il server adesso è stato ripristinato.
      A proposito della permuta proposta da Francesco credo di aver capito cosa intendeva dire,e in parte concordo con lui.
      Ma adesso concentriamoci su altre cose.
      Ciao un saluto

  76. alessia scrive:

    Francesco spiegaci questa permuta sei sempre cosi’ dettagliato nei tuoi post.!!!!!
    Parlaci della permuta hai dovuto aggiungere altri soldi?
    la proprieta’ con cui ha permutato e’ gia’ costruita?
    Quando te la consegnano?

    • matteo scrive:

      Alessia, io sabato concluderò i dettagli della permuta e Ti farò sapere. Auguro a Francesco e a tutti quelli che lo vorranno seguire un in bocca al lupo x Vs. scelta di permuta… Ciaooo.

  77. elisabetta scrive:

    ciao leggo di permute e sono interessata ad avere maggiori dettagli. io ho un appartemento fase uno. che appartamento proponete? sono già costruiti?costi? rendita? la mia mail la rendo disponibile per contatti …grazie eli

  78. krytrieste scrive:

    l’indirizzo mail ha accettato l’invio della mia comunicazione (ultima spedizione 29/07).
    Non vorrei che El SERY stia facendo la selezione sui contatti.
    Per Francesco, non ho capito il tuo post…vuoi prendere altri appartamenti?Ti dò il mio anche a metà prezzo…

  79. Linda scrive:

    Per Francesco:
    cortesemente potresti spiegarmi la tua proposta di permuta?
    Grazie mille

  80. Antonio scrive:

    Oggi ho inviato una mail ad aftersales … beh
    bad news…
    hanno cancellato la mail.. ormai manco piu’ la mail hanno attive..

    la vedo sempre piu nera..

    Antonio

  81. alessia scrive:

    Ripeto perche mann e company non portano mai a termine niente !!
    Prima lo zafarana poi il marsa alam beach resort .
    Questi signori sono recidivi .
    Beati coloro che in questo blog credono alla favole,
    illudersi e’ meglio che guardare in faccia la realta’.

  82. alessia scrive:

    Una domanda per matteo hai fatto uno scambio ad hurgada in questo caso l’immobile e’ gia’ costruito o ci puo’ essere anche la truffa qui!!!
    e poi che vuol dire il costruttore e’ subentrato nella tua causa ossia le spese legali te le paga lui??

    • francesco scrive:

      Questo scambio se volete ve lo posso proporre anch’io. L’appartamento ve lo do anche a Marsa Alam che al contrario di Hurgada ha il sole tutto l’anno. In cambio volturate a me il Vs acquisto al MABR, anche in Fase 2, non c’è problema. OK?

      • Andrew scrive:

        Francesco, ci puoi fornire le modalità della ” tua ” permuta? Con quale immobile proporresti lo scambio? E Questi immobili garantiscono anche una rendita? Grazie.

        • elisabetta scrive:

          ciao sono interessata anche io alla permuta io ho una fase uno…quindi…con chi posso parlare? che rendita hanno e soprattutto sono già pronti? il mio recapito è lestetica.mulas(chiocciola)libero.it

      • Linda scrive:

        Francesco, mi sembra di capire che c’e’ un interesse generale sulla permuta di cui parli. E’ una cosa reale e fattibile? Ci dai altre informazioni? Non tenerci sulle spine…..

      • luca scrive:

        ciao francesco..anch’io sarei interessato a conoscere i particolari della permuta…ho acquistato una junior suite in fase 1…
        lucabrnroma(chiocciola)hotmail.com grazie

  83. Giampietro scrive:

    Ciao Agostino, ci siamo conosciuti a Hurghada in giugno. Volevo dirti che anch’io ho scritto più di qualche volta a Eri Maan alla mail di El Sery e mi ha sempre risposto (per la verità la firma delle risposte era sempre aftersales di El Sery) ma comunque mi ha risposto e anche celermente nel giro di uno due giorni. Purtroppo però le risposte si sono sempre limitate a scuse varie e a tenermi aggiornato leggendo i giornali egiziani.

  84. alessia scrive:

    Francesco di cosa stai parlando??noi siamo iscritti al forum inglese ma Mann non risponde proprio a nessuno su facebook.
    a qualcuno raramente ha risposto ed in privato

  85. alessia scrive:

    Siamo stati degli sciocchi a fidarci di questo progetto
    addirittura nel mio caso chi mi ha venduto gli immobili del marsa alam bech resort ossia Casa re di viale aventino Roma
    ha paura e dice che loro hanno venduto per conto di ips anche se si sono intascati 3200 euro ad immobile.
    La cosa scotta e nessuno si vuole prendere la colpa di questa truffa.

    • francesco scrive:

      Scusa perchè non fai causa a Casa Re? Ti costa meno e forse almeno i 3200 euro ce li riprendi.

      • Maria Teresa Muto scrive:

        Ho l’impressione che tutti state aspettando che gli inglessi vi tolgano le castagne bollenti dal fuoco senza che nessuno di noi si scotti. Ma se El Sery non mi ha mai risposto ad una email, così pure il Sig. Mann, guarda caso proprio ad alcuni di voi ha dato risposte concrete ed esaustive? Forse va a simpatie?

  86. agostino scrive:

    Poi caro Francesco se ad Ottobre ti consegnano degli immobili a Marsa alam vuole dire che i cantieri lavorano. Giusto? Allora si conferma che l’unica testa di cazzo in quella zona e’ il fenomenale Eric Maan e gli unici trombati siamo noi! Non credi?

    • Francesco scrive:

      Agostino come posso darti torto. Col senno di poi e’ ovvio che e’ cosi’. Dobbiamo capire dove sta l’errore, chi lo ha commesso e soprattutto cosa ossiamo fare per recuperare

  87. alessia scrive:

    Anche io la penso come te questo fantomatico eric maan non ha mai rispoto a nessuna mia email.
    Sicuramente andra’ a simpatia e sara’ un po misogeno.

  88. agostino scrive:

    Francesco mi dai la mail di eric maan? Mica per niente ma ho scritto alla mail di elsery parecchie volte indirizzando la comunicazione al personaggio di cui sopra e col cavolo che mi ha risposto, nè celermente nè mai!!! Questo farabutto ha un indirizzo mail personale? Perchè avrei un paio di cose da dirgli, magari a quattr’occhi!!!!!!!!!
    Forse legge il blog e risponde a simpatia.

    • francesco scrive:

      Mi spiace ma la mail personale l’ho avuta da un amico e ho promesso di non diffonderla. Se volete possiamo fare come gli inglesi, convogliamo le richieste comuni e le invio per avere una risposta. credo però che il lavoro che stanno facendo gli inglesi sia abbastanza esaustivo di tutto quello che vogliamo sapere.

  89. MERI scrive:

    ciao ragazze , ma allora come andato finire con resort di zafarana? e adesso e funziona? oppure sempre congelato, perche
    sono sepre estessi propretarie…nessuno di noi voglia fare azione
    legale, tutti vogliamo che resort parte…..ma come si fa che sono
    quasi 2 anni di ritardo…..senza nessuna notizie e garanzia da parte
    di construttore. el sery fino adesso raccontato solo favoli , nelle comunicazione via mail e basta!!!! nessuna cosa stata respetata da loro. vediamo cosa porta questo incontro di englese con sign. mann. ma…….vediamo. ciao.

  90. alessia scrive:

    Pongo vari quesiti:
    se Maan e’ una brava persona perche’ non porta mai a termine nessun progetto?
    al tempo dell Zafarana non c’era la guerra che scusa adduceva allora?
    Perche’ ha acquistato immobili di appartamenti ancora non costruiti manomettendo i conti dell’escow account?

    • Francesco scrive:

      Bene adesso hai la possibilita’ di porgli i tuoi quesiti di persona. Per quanto riguarda i mobili, ti posso solo dire che ad ottobre mi consegnano degli immobili a marsa alam per i quali i mobili li ho acquistati un anno e mezzo fa. Oggi li avrei acquistato al doppio del prezzo. se tutto fosse andato per il verso giusto avremmo deto che mann ha fatto bene a bloccare ilprezzo prima che salisse alle stelle. Oggi invece visto come sono andate le cose per lo stesso motivo lo giudichiamo un truffatore. La vita e’ strana ma spesso siamo noi a renderla piu’ strana di come essa appare.

      • Maria Teresa scrive:

        Comprare i mobili prima della casa è come comprarsi prima la frusta e poi il cavallo. E poi questo Sig. Mann fino a poco tempo fa non dicevate che era sparito con i soldi dell’escrow ora lo stiamo elogiando? ma chio è che manovra questi giochetti subdoli?

        • francesco scrive:

          ma chi ha detto che era sparito con i soldi? Come vedi si dicono tante cose. Se credi anche tu che sia sparito con i soldi allora mi dovresti spiegare come mai ha accettato di incontrare alcuni investitori per spiegare loro la situazione. Prova a chiedere un incontro con immoworld per chiedere loro che fine hanno fatto i soldi versati da alcuni investitori sui loro conti per appartamenti che non hanno mai nemmeno visto sulla carta. Quelli si che sono scappati con il malloppo. Su questa operazione ancora per fortuna almeno un interlocutore lo abbiamo ancora e fino a prova contraria l’interlocutore è il CEO di El Sery. Ti ricordo che io voglio solo proteggere il mio investimento e non ho nessuna voglia di perdere nemmeno un euro. L’unica maniera per fare ciò è di far ripartire la costruzione.

  91. Matteo scrive:

    Ho appena concluso le mie competenze relative alla predisposizione del materiale per l’azione legale Gig Legal. Ora è tutto in mano alla Società traduttrice di Roma…..Speriam bene….Ciaooo!

    • francesco scrive:

      Volevo informarvi su alcune cosette. Ad oggi, ammesso che la % del resort ad oggi costruita sia da considerare un asset per El Sery, bene che vada possiamo aggredire un patrimonio totale di circa € 4.000.000,00 (ammesso che si possa rivendere quel terreno al prezzo iniziale). Il valore degli immobili in Egitto si è deprezzato notevolmente e la domanda è calata fortemente. le vendite sono ai minimi storici mentre l’offerta è sovrabbondante (chiedete anche in giro a conferma di quanto vi dico). Questo significa che se fossimo 500 investitori, mediamente potremmo riuscire ad avere circa € 8.000,00 a testa (chi più chi meno in base alla tipologia di appartamento). Questo è quello che può ottenere chi ha versato il 100% del valore dell’appartamento. Per chi per esempio è in fase 2, se è stato versato il 20% questo prenderà solamente il 20% di quella quota media (cioè € 1.600,00). Questo significa che chi ha versato il 100% prenderà anche meno di quanto attualmente c’è sull’escrow, per chi ha versato una quota parte non si riuscirà a prendere nemmeno le spese legali.
      I conti sono ovviamente di massima ma questo deve farvi riflettere sul fatto che la causa serve solo a far guadagnare soldi ai legali. Se il terreno non è nemmeno un assett (cosa che non è detto che sia improbabile) non ci prendiamo nemmeno le spese di un viaggio aereo. Quando si fa una causa ad una società, quello che si guarda è sempre il patrimonio. Se il patrimonio è irrisorio, non conviene nemmeno iniziare un procedimento. perdiamo solo altro tempo e danaro. Ecco perchè gli inglesi che sono coloro che hanno investito di più sono propensi a non fare causa ma a fare in modo di far ripartire la macchina anche a costo di rinunciare alle penali. Vi posso anche assicurare che se ci dovessero essere le condizioni per ripartire ma il tutto si blocca a causa dell’inizio delle azioni legali, gli inglesi faranno causa a chi ha iniziato le azioni legali e allora ognuno di voi si metterà le mani al portafoglio seriamente. Signori io non dico che il Maan è un santo e che bisogna difenderlo, ma conti alla mano dobbiamo salvaguardare il nostro investimento e dobbiamo farlo nella miglior maniera possibile.

      • gabriele scrive:

        concordo al 110% Francesco, parole sante. io ho in fase 1 pagato gi’ tutto ma non aderisco alla causa in quanto gli effetti potrebbero ad oggi essere quelli da te descritti, e’ matematico

        • matteo scrive:

          Io ho aderito alla causa legale perchè ho fatto la permuta con il villaggio di Hurghada e nella mia causa è subentrato il costruttore del villaggio citato. Contento io e anche il costruttore. Saluti.

          • luca scrive:

            ciao matteo,potresti contattarmi x mail?? grazie lucabrnroma@hotmail.com
            o cell 339 8431426 luca

          • luca scrive:

            ciao matteo,potresti contattarmi x mail?? grazie lucabrnroma@hotmail.com

          • francesco scrive:

            Scusa non ti offendere ma ti sei fatto fregare per la seconda volta (se non la terza). Tu hai pagato un appartamento quanto lo paga chiunque lo voglia acquistare, quindi non parlerei di permuta, semplicemente hai acquistato un altro appartamento ma quei soldi al MABR ce li hai persi comunque. Inoltre il costruttore non farà causa perchè preferirà pagare la parcella ad IPS e non imbarcarsi in una azione legale (i costruttori non hanno interesse a tirare le cose alla lunga). Risultato dell’operazione? IPS si è beccata 2 volte la parcella (a essere precisi 3 volte), tu sei stato beffato 2 volte e il costruttore ha venduto un appartamento. Se tu sei contento così, allora è vero, siete tutti e 3 contenti.

      • FraGer scrive:

        Io ho iniziato l’azione legale, ma per quale motivo gli inglesi dovrebbero farmi causa? solo perchè cerco di tutelare il mio interesse?

        • francesco scrive:

          non hai capito. Le cose in Egitto non funzionano come in italia. Se tu fai causa il governo si riprende tutto e quindi poi la causa si sposta su fronti del paese di ciascuno di noi e li sono cavoli amari.

  92. francesco scrive:

    Come sempre, da buona tradizione italiana, quando le cose le dicono gli stranieri passano sempre per buone. Volevo informare luigi che Eric Mann non ha per nulla paura di noi, è disponibile ad incontrarci a prescindere da tutto e lo è da sempre. Per come sta gestendo la cosa è abbastanza sicuro di quello che fa. Se non mi credi basta che leggi i post degli inglesi e forse ti farai convinto. Memore dell’esperienza di Zafarana sta facendo in modo che lo SCAFF interferisca meno possibile sull’investimento. Disponibile lo è da sempre solo che non ci sono mai stati interlocutori seri, abbiamo sempre preferito parlare che fare i fatti. Gli inglesi si dimostrano investitori seri. Volevo fare presente che il fatto che gli inglesi vogliano far ripartire i lavori non è casuale e lo fanno perchè sanno benissimo che facendo causa si blocca tutto e si rischia di non prendere comunque una lira. Tra di loro ce ne sono molti che hanno investito in Zafarana e da quella causa, anche se l’hanno vinta hanno imparato molto e ad oggi non hanno ottenuto nulla se non aver speso ancora più soldi. Evidentemente a noi non basta imparare dagli errori altrui, dobbiamo commetterli in prima persona. Come già ho detto in tempi non sospetti chi fa causa rischia di vedersi scagliare contro coloro che non la faranno per aver bloccato la costruzione. Se ricordate (basta leggere qualche post precedente) anch’io ho proposto un incontro con il dott. Mann, ma avete preferito commentare al solito la cosa e adesso che l’incontro lo vogliono gli inglesi (con i quali sono in contatto da diverso tempo) siete tutti accodati. Ultima cosa….come avete capito, il sig. Mann non è scappato alle Bahamas con il malloppo e almeno fino ad oggi mi è sembrato abbastanza disponibile. Ha sempre risposto al telefono e risponde molto celermente alle mails. Amici olandesi mi dicono che è una persona in gamba, disponibile e ad oggi non ha mai truffato nessuno. E’ comunque una persona umana e come tale soggetta a commettere errori. Dobbiamo fare del nostro meglio per recuperare il nostro investimento. Ognuno però è libero di pensarla come vuole ma teniamo presente che qui l’obiettivo è comune. Nessuno è disposto a perdere soldi.

    • luigi scrive:

      Caro Francesco,se leggi i miei post precedenti diciamo le stesse cose.Ho sempre detto che non si tratta di una truffa a tavolino,che il Sig.Eric Mann è stato sempre disponibile ad incontrarci,in particolar modo in questo momento delicato in quanto è consapevole che alcuni investitori italiani stanno avviando le procedure per un’azione legale.

    • frager scrive:

      Ciao, preciso che io ho già preparato tutto per iniziare la causa, ho già anche pagato le spese legali e le spesi di traduzione. Premesso questo, un pò di pressione secondo me no farà certamente male. La causa, si può interrompere in qualsiasi momento, ma intanto mi porto avanti…… Io spero che il progetto possa essere portato a termine, ma sinceramente ho moltissimi dubbi.

  93. gianni scrive:

    Gabriele ha ragione affermando che il gruppo Inglese è più interessato ad eventuale consegna , anche se ritardata , degli appartamenti.
    Ad ogni buon conto è sicuramente meglio avere delle informazioni in più prima di agire legalmente.
    Daniele non credo che l’idea di mandare GIC a rappresentarci sia del tutto valida , lascio intuire a te il perchè…..
    Il rappresentante inglese, Simon , è disponibile a porre delle domande che ciascuno di noi ha in mente. Vi invito a leggere le news dal gruppo creato su facebook.

    • Daniele scrive:

      Ciao Gianni si effettivamente non e opportuno mandare qualcuno di GCI,
      Ideale era se un avvocato potesse andare, perché sicuramente parleranno
      problematiche tecniche e sicuramente un avvocato ne capirebbe di più di noi
      E magari potrebbe conntrobattere subito , comunque gli inglesi non vogliono fare il meeting con uno di CGI perché sono convinti che il sig Mann rifiuterebbe
      però dovremmo chiedergli se accettano anche italiani per questo meeting ,
      E se ci dicono di si bisognerebbe trovare qualcuno che va giù.
      Secondo me dovremmo creare un gruppo con tutti i nostri dati così quando si organizza qualcosa, come questo meeting, il gruppo lo deve accettare e se viene accettato dividiamo le spese per chi va giù , praticamente e quello che faranno gli inglesi .

      • gianni scrive:

        Ciao Daniele,
        credo che sia inutile la presenza di altre persone, Simon , che è il portavoce del gruppo, ci informerà via facebook.
        Non credo che italiani inglesi o altro abbiamo interessi diversi se non vedere finito il resort o portare a casa tutti o parte dei soldini investiti. Ovviamente questa è la mia personale visione.

  94. MERI scrive:

    ciao come entrare in questo sito inglese e questo? http://www.egyptpropertyshop.com ? perche li ho trovato solo hurgada o sharm. non centra niente con marsa alam. oppure ce un altro
    sito per vedere? e anche noi molti non vogliamo fare azione, come
    inglese, pero non ce di nessun tipo di speranza, che construzione
    possono riprendere, oppure ce qualcosa che noi non sappiamo?
    ce qualcuno che ha notizie fresce?

  95. gianni scrive:

    Credo che gli Inglesi abbiano avuto una buona idea, con delle informazioni in più forse capiremo se vale la pena andare ad imbarcarsi in azioni legali. Personalmente ho già dato al gruppo la mia disponibilità a contribuire alle spese. Gli interrogativi da sciogliere saranno simili(vedere la lista di informazioni richieste da David).
    E’ ovvio che le verità di Eric Maan saranno tutte da verificare… comunque da parte mia parere positivo.

  96. filippo scrive:

    Gentilmente qualcuno potrebbe spiegarmi cosa hanno intenzione di fare gli inglesi..?? Volendo anche in privato. pippospitoni”chiocciola”hotmail.it Grazie

  97. MERI scrive:

    ciao a tutti e cosa potrebbe portare questo incontro con inglese
    e con signor mann ? di cosa vogliono parlare se tutto blocato ?
    e sopra tutto con tutti soldi versate per consulenze varie, e anche a questo avvocato olandese, perche in tutta questa storia
    nessuno, non sa dire niente di vero, abbiamo fino adesso solo
    incertezze e basta!!!! ma per favore ma ci sono ancora in questo
    paese gente onesta……basta dire delle bugia, quacuno sa dire qualcosa di vero, in che situazione , con tutti soldi versate in questo resort!!!! basta misteri ! povera noi!!! cosa sanno inglese che non sappiamo noi. questo che voglio sapere. ciao . la mia mail: meri.bi(chiocciola)virgilio.it se qualcuno ha idei chiari potete scrivermi sulla mia mail . grazie.

    • Daniele scrive:

      Buongiorno Signa Meri, fosre questo incontro non porterà a niente, ma forse potrebbe darci ulteriori info per capire meglio la situazione, piu carte si hanno in mano meglio è per poter prendere una decisione giusta o sbagliata che sia.
      So esattamente che non siamo in una buona situazione, ma bisognerbbe essere piu positivi non sempre criticare le azioni di chi vuole cercare di far qualcosa
      E facile criticare stando seduti a casa, se qualcuno ha soluzioni migliori le proponga, io sono favorevole a quello che stanno facendo gli inglesi, perchè loro almeno fanno fatti non solo parole, il problema e che qui da noi ci sono tante persone che “commentano” ma manca un serio cordinatore per portare avanti un discorso serio.
      Non voglio essere polemico ma per una volta che certi clienti cercano di fare qualcosa per capire un po’ meglio la situazione bisognerebbe lodarli non criticarli.

    • luigi scrive:

      Voglio precisare un’aspetto importante.
      Chi ha deciso di fare l’azione legale (come me) non deve aspettare il 4 agosto,perchè probabilmente quell’incontro non porterà nulla di nuovo,anzi dobbiamo trovare il modo di accellerare le procedure per continuare l’azione legale.Ripeto,Se oggi Eric Mann è più disponibile a fare un’incontro con gli investitori,è perchè è alle strette,inizia ad avere paura di un’eventuale causa.Quindi avanti tutta.

  98. Daniele scrive:

    Ciao luigi sono Daniele lo svizzero che e stato con voi a Hurghada in giugno.
    Direi anche io che è un’ ottima idea andare insieme agli inglesi al meeting con il sig, Mann,chiaro dovrebbero essere d’accordo perchè questo incontro l’hanno organizzato loro. Dei nostri dovrebbe andare l’avvocato louis e un nostro rappresentante che parli bene l’inglese.

    NB: gli inglesi con pochi soldi o addirittura niente hanno piu informazioni di noi,
    loro fanno fatti noi purtroppo troppe parlole, ma adesso spero che con questo
    incontro si possa capire meglio la situazione.

  99. agostino scrive:

    Luigi a me pare un’idea molto buona. Credo ad esempio che il legale dello studio CIG potrebbe sicuramente farsi avanti ed essere presente, magari con un cliente che parla un buon inglese.
    Ci sentiamo presto

  100. alessia scrive:

    E bravo ips sapendo che non c’erano i permessi mi ha fatto cambiare la fase 2 con la 1 con belle parole .
    Come chiami a casa tua questo comportamento??
    Io lo chiamo inganno

    • luigi scrive:

      Gli inglesi hanno organizzato un incontro al Cairo il 4 agosto con Eric Mann,Simon Seddons ed un loro rappresentante.Credo di aver aver capito che hanno avuto anche delle risposte dalla banca Abn Ambro in olanda non proprio nello specifico del conto ma sembra che la banca potrebbe dare delle informazioni in proposito.Addirittura dicono che il Mabr non ha problemi di licenze e quant’altro in quanto è uno dei pochi progetti che non rientra nella competenza dello SCAF.
      Considerate che il Sig Eric Mann adesso inizia ad avere seriamente paura,in quanto è al corrente che molti investitori italiani hanno dato mandato allo Studio Gic Legal e gli stessi inglesi stanno valutando la possibilità anche loro di iniziare una causa contro El Sery.Pertanto credo che nell’incontro del 4 agosto gli verranno fatte una serie di domande che gli inglesi hanno preparato,e a mio avviso non potrà dire bugie,dovrà dimostrare tutto quello che dirà.
      Ovviamente in quell’incontro potrebbe anche esserci un nostro rappresentante se vogliamo.Pensate che gli inglesi con una piccola quota a testa rimborseranno il viaggio al loro rappresentante,che tra l’altro il 5 agosto sara già di ritorno in inghilterra.Se volete possiamo nominare un nostro rappresentante,preparare le domande che dovremmo fare,ed evntuali riscontri.Fatemi sapere

  101. barbara scrive:

    eccoci di nuovo qui…..per lungo tempo non sono voluta intervenire perche’ tutto quello che era giusto che gli investitori dovessero sapere sul marbr l’ho detto quando nacque questo blog.
    scrivo per dare una comunicazione importante:
    io visi già più di 2 anni fa la documentazione agli uffici della tda (uffici del turismo che monitorizzano le costruzioni turistiche) del mar rosso e vidi con i miei occhi che il marsa alam beach resort non ha i permessi per costruire la seconda fase (ecco perchè ips propose agli investitori che avevano acquistato, di passare dalla fase 2 alla fase 1), e che nella prima fase 3/4 degli appartamenti sono accatastati come stanze d’albergo e non come appartamenti.
    dico questo perchè visto che s’inizierà una causa legale….(fra l’altro a chi chiede se qualcuno ha già inziato rispondo che la mia cliente Maria Teresa ha organizzato un gruppo per fare causa tramite il suo avvocato di diritto internazionale che è una persona seria e capace) sarà necessario avere copia dei documenti che attesato quello che vi sto dicendo e che io ho letto con i miei occhi.
    per cui comunico a tutti che io sarò di nuovo in egitto a hurghada dal 19 agosot al 9 settembre. una copia dei documenti a me non la danno perchè mi hanno sempre detto che deve venire con me una persona che abbia comprato e che scenda con il contratto di compravendita in originale da mostrare per attesare che è un’acquirente del progetto.
    visto che fino ad oggi nessuno ha pensato che fosse utile o importante avere questi documenti, spero che adesso quancuno capisca invece l’importanza che questi document hanno perchè provano quanto detto in questi ultimi anni.
    io sono sempre disponibile ad accompagnare chi di voi voglia venire con me a prendere copia degli stessi per poter dare più valore alla causa legale.
    autorizzo l’admin a dare la mia mail a chiunque la richiesdesse per maggiori informazioni.
    barbara

  102. alessia scrive:

    A me non e’ arrivata alcuna proposta di causa da Gic cos’e’ un studio legale con sede a roma?

  103. alessia scrive:

    Perdonate la mia curiosita’ a cosa vi serve la legalizzazione della procura?
    cosa avete intenzione di fare?

  104. luca scrive:

    qualcuno ha iniziato l’azione legale tramite ips?? .:) prego contattarmi lucabrnroma@hotmail.com

  105. frager scrive:

    Ciao a tutti qualcuno ha risolto il problema con il notai per via della legalizzazione della procura? il mio mi fà un sacco di storie e mi chiede 600€ per la procura registrata

    • luigi scrive:

      Leggendo il blog inglese mi sono reso conto che le cose stanno molto male,quel cantiere è in grande difficoltà,pertanto anche loro sono arrivati ad un bivio,o fare causa o non fare niente.Tra l’altro abbiamo 3 anni dalla consegna contrattuale per presentare ricorso al tribunale egiziano,dopodichè il contratto si prescrive.
      Vi dico l’ultima,dopo aver inviato l’ennesima e.mail al sig.Eric Mann,questa volta il contenuto della mia e-mail era molto pesante,mi ha risposto dopo un’ora circa,dicendomi che lui adesso è solo un dipendente di El Sery(credo che sia con le spalle al muro) ed è convinto che qualsiasi azione io faccia non ricaverei nulla, e poi finisce dicendomi che forse ha una sorpresa per me tra 14 giorni(forse ci manderà un video da un’isola lontano).Scherzi a parte, a mio avviso anche per noi è arrivato il momento di decidere,se vogliamo avere ancora una speranza di salvare il salvabile.Anche a me non fà piacere di iniziare una causa e spendere altri soldi,ma allo stesso tempo sò con dispiacere che non ci sono alternative.Con questa situazione il TDA potrebbe riprendersi il terreno e noi resteremo in un limbo giudiziario.A questo punto ognuno di noi ha fatto la sua parte,chi ha fornito delle informazioni utili,chi è andato addirittura la Cairo dal Sig.Eric Mann,chi ha contattato studi legali per avere un parere in merito,tuttti abbiamo fatto la nostra parte per cercare di salvare il nostro investimento,e tante volte ci ha procurato rabbia e frustrazione.
      Ma purtroppo oggi la situazione è questa,o scegliamo di stare tutti insieme,oppure ognuno sceglie la sua strada.

  106. alessia scrive:

    Comunque noto che EL sery nel sito inglese qualche segnale tipido di vita lo da ancora anche se evasiva risponde ad alcuni investitori.
    A noi Italiano non si degna neppure di rispondere forse i nostri soldi erano falsi??

  107. alessia scrive:

    Caro Francesco se lei ha questa capacita’ di farci incontrare Mann ben venga
    cosa che ritengo assai improbabile.
    Mi smentisca con i fatti niente mi farebbe piu’ felice.

  108. alessia scrive:

    Come diceva Celentano in una sua famosa canzone”INTANTO IL TEMPO SE NE VA”
    e potremmo noi parafrasare e i capitali sono svaniti nel nulla.

  109. alessia scrive:

    Ma non mi fate ridere Mann incontra noi al Cairo!!ahhh
    Quello e’ scappato con i nostri soldi alla cayman alla faccia nostra…

    • francesco scrive:

      Non c’e’ alcun problema, non sei obbligata a venirci. Incontra pure IPS che ci guadagni.

    • Maria Teresa scrive:

      Ma se uno di voi ha detto che si è dimesso, dove lo andate ad incontrare Mann solo a mann……aggia a me che ho pagato!!!!!!!!!!

    • francesco scrive:

      Mi pare che sul blog inglese così come sul gruppo facebook si danno molto più da fare badando poco alle critiche e molto ai fatti. Hanno fatto una indagine comune e hanno anche abbozzato una comunicazione agli enti competenti in materia sia in olanda che in egitto. Si sta valutando se e come fare l’azione legale. Alessia, fare una azione legale non è cosa semplice e se si sbaglia l’obiettivo si rischia di perdere molto tempo. Per chiarire l’obiettivo ci dobbiamo dare tutti da fare in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo. Hai per esempio letto che il terreno pare non debba essere considerato un asset della società in quanto il progetto non ha superato il 50%? Hai capito che vuol dire??? te lo dico subito. Significa che se la El Sery fallisce perchè tutti fanno causa per riavere i soldi, la società non ha asset da vendere a parte il capitale sociale e forse qualche pc, ciò equivale a dire che dopo una causa di 2 anni non ci si ricava praticamente una lira e si deve ricominciare dall’inizio spendendo altri soldi e probabilmente troppo tardi. Cerchiamo di essere propositivi nell’interesse di tutti e cerchiamo di stare con i piedi per terra e non avere solo pensieri fantasiosi e poco concreti. Siamo tutti nella stessa barca. Io eviterei di fare sempre e solo critiche perchè questa condotta ha già fatto scappare molti da questo forum. So che è difficile ma se ci allontaniamo rischiamo di creare confusione e di far andare ognuno per i fatti propri e in giro c’è molta gente che aspetta queste opportunità per sfruttarle.

  110. MERI scrive:

    Ciao ragazze perche questo selenzio? quacuno ha gia iniziato
    azione legale? scrivettemi in privato su mia email: meri.bi(chiocciola)virgilio.it
    grazie. cosa aspettiamo ancora?

  111. alessia scrive:

    Ancora aspetto il comunicato di ipi !!!

    • Maria Teresa scrive:

      a me hanno detto da tempo che non mi faranno avere più notizie, da quando gli ho saputo dire che andavano a proporre il sambra bay che era già in ritardo di due anni della consegna e lo proponevano al doppio del valore,e poi perchè mandavano in giro notizie false e tendenziose dicendo che io avevo accettato lo scambio con Hurgada ed ho testimoni a cui hanno detto che avevo vinto la causa di Dubai proprio per il loro intervento. Da allora mi hanno scritto che io non avrei avuto più alcuna notizia sulla vicenda MABR. Questi non hanno capito che essendo un investitore che ha pagato 21000 euro di consulenza proprio a loro non possono sottrarsi all’obbligo di fornirmi informazioni a darmi tutte le notizie che riguardano il MABR e quindi cadono in un errore che non va certo a favore loro. Intanto ho scritto ad El Sery e mi hanno risposto che a breve si sarebbero messi in contatto con me, ma sono passati 20 giorni e non ho avuto contatto con nussuno di El Sery

  112. Dany scrive:

    Questo e un blog inglese non so se e quello che diceva Dave ma e comunque un blog dove parlano del progetto di Marsa alam
    http://www.expatforum.com/expats/egypt-expat-forum-expats-living-egypt/106880-marsa-alam-beach-resort-alarm-bells-ringing-14.html

    • luigi scrive:

      Se leggete il blog inglese capite anche chi era il nostro direttore di deposito a garanzia,il nostro escrow agent.era il Sig. Eric Maan.
      Praticamente oltre a prelevare tutti i nostri fondi dall’olanda e portarseli in egitto, ha incassato anche 750 euro per ogni contratto da noi firmato perchè lui era il nostro escrow agent.
      Con queste persone mi verrebbe voglia di incontrali da vicino,saprei come non fargli mai più dimenticare l’incontro

      • admin scrive:

        L’avevo già fatto notare anch’io a suo tempo, avevo segnalato questa stretta vicinanza dell’Escrow Agent anche ai signori di I.P.S, tuttavia……… eccoci quà….

      • giovanni scrive:

        Nel blog si dicono cose molto interessati, pare che ne sappiano molto più di noi. Io dico di attendere questo comunicato e poi concordare il da farsi. Dalle dichiarazioni di Morsi sembra che l’Egitto voglia incentivare il turismo quindi gli investitori non aspettano altro.

      • francesco scrive:

        Leggetevi tutti i commenti. Seguo questo blog da molto tempo e si dicono cose interessanti. Sull’escrow e sui manager si conoscono molti aspetti anche perchè credo che alcuni investitori siano olandesi. A proposito, se ci fosse la possibilità di organizzare un incontro con il dott. Maan, quanti sarebbero disponibili ad incontrarlo e possibilmente dove? presso il resort o al Cairo presso sede El Sery?

  113. MERI scrive:

    ciao, allora ragazzi iniziatta un altra nuova settimana , cosa aspettiamo ancora? il miraccolo non ci arriva…….ce quachuno in
    questa forum che gia iniziato azione legale? fatti vivi scrivettevi sulla mia email: meri.bi(chiocciola)virgilio.it oppure che conosci avvocato internazionale ? non avette paura , forza!!!! riuniamoci
    tutti insieme!!!!! invece di fare chiacchiere inutile che non portano niente su questa forum

    • luigi scrive:

      Da un’indagine superficiale,molti costruttori egiziani sono soddisfatti della nomina del nuovo presidente egiziano,prevedono addirittura una ripresa economica molto veloce.
      Mentre El Sery sostiene ancora che la situazione è caotica e le cose non sono chiare.
      Questo fà capire che il comunicato che arriverà,sarà l’ennesima scusa per tenere tutto fermo.
      Aspettiamo,ma se è così,allora a quel punto ognuno di noi deve mettersi l’anima in pace e sapere che il proprio investimento purtroppo è andato male,ma dobbiamo toglierci la soddisfazione di vedere alcuni di questi personaggi in galera.
      E’ vero che quando hanno iniziato il progetto non avevano intenzione di truffare nessuno,ma dopo hanno fatto delle cose gravissime ed in modo fraudolento,in particolar modo il Sig. Eric Mann.
      Pertanto sono convinto che non la passeranno liscia.
      Hanno 2 alternative,o trovano il modo per finire il resort,o altrimenti Il Sig.Eric Mann e il Sig. Oddens devono scappare molto lontani.

  114. david Johnson scrive:

    Ciao a tutti, ci sono 35 investitori del Regno Unito che hanno un sito facebook che chiedono le stesse domande, come voi. Non siete soli. Il mio italiano non è buono, qualcuno parla bene l’inglese per favore? Grazie, Dave

  115. agostino scrive:

    X Francesco : sul contratto che ho firmato non c’e’ scritto che se voglio vedere i miei mobili o l’arredamento comprato con i miei soldi questo puo’ essermi negato. Nel tuo si? E nei tuoi conti sbagli sui 3000 euro di mediazione che all IPS che non c’entra nulla con l’escrow account. Poi attendo di sapere con certezza notizie su chi e’ (o era)l’escrow agent: credo che avremo una bella sorpresa. Ripeto: siamo nelle mani di una vera banda. Ha ragione Alessia

    • francesco scrive:

      I miei conti sono sommari comunque la quota dell’agenzia ti posso assicurare che nel mio caso c’è quindi amenocchè non abbiamo contratti diversi, ci dovrebbe essere anche nel tuo contratto. Qui abbiamo tutti torto e ragione nello stesso tempo ma in qualità di investitori dobbiamo stare attenti e fare quello che ci permetterà di avere il massimo recupero di denaro nel minimo tempo. Non possiamo avventurarci a mio avviso in una azione legale che ad oggi mi pare molto povera di contenuti e che tra le altre cose pagheremmo in anticipo a prescindere dall’esito ottenuto. Dalle mie parti agli avvocati si da un acconto e poi a fine causa si da il saldo. faccio un esempio: se invece che 290 euro cadauno allo studio legale avessimo dato un acconto di 90 euro cadauno, quanti di voi ad oggi sarebbero disposti a pagare i restanti 200 euro per il lavoro fino a qui svolto? Io al posto vostro mi farei ridare pure le 90 euro di acconto perchè da loro non siamo riusciti nemmeno a sapere la metà di quello che si apprende se leggete il forum che ci hanno segnalato su. Le notizie sugli estratti conto dell’escrow io le ho avute direttamente da IPI con una mail inviata tempo fa, senza bisogno di intermediari. Da loro mi aspettavo per esempio di sapere se i fondi sono in Olanda o in egitto e cosa cambia nel caso fossero stati trasferiti li. Su questo forum queste informazioni ci sono e forse per ottenerle non hanno nemmeno pagato un avvocato.

  116. alessia scrive:

    Come vedete anche in Egitto vengono perpetrate le truffe e sono convinta che noi anche se abbiamo una storia diversa dai protagonisti della vicenda di sharm ,ci siamo incappati .

  117. alessia scrive:

    francesco mi informero’ anche se sono convinta che la causa sia l’unica strada
    saremo incappati in cio (le truffe in egitto sono molto diffuse
    Vendono case fantasma in Egitto
    Campli: truffa da 750mila euro, in cinque raggirano i teramani
    . Lussuosi e inesistenti appartamenti a Sharm el Sheik messi in vendita come fece Totò con la fontana di Trevi. Senza esserne proprietari, in cinque li hanno proposti ad ignari acquirenti ricavandone oltre settecentomila euro. I teramani beffati sono per ora 34. Nella casa dei sogni non ci entreranno mai. Ma le loro denunce hanno permesso ai carabinieri di Campli di scoprire il maxi-raggiro delle case fantasma in Egitto.

    Le cinque persone che hanno architettato il raggiro sono indagate per associazione a delinquere finalizzata alla truffa. A capo c’e rano C.P., 44anni di Campli e la compagna spagnola, H.F., di 39 anni. Esperta di lingua araba, era lei a coadiuvare l’attività di mediazione, secondo la ricostruzione dei carabinieri della compagnia di Alba e della stazione di Campli guidati rispetttivamente dal capitano Pompeo Quagliozzi e dal maresciallo Marino Capponi.
    Sott’inchiesta sono finiti anche C.M., 47 anni di Bergamo, P.P. 49 anni di Ravenna e P.C., 44 anni di Ancona.

    Ognuno di loro rivestiva un ruolo: c’era chi si preoccupava di pubblicare brochure informative sugli alloggi paradisiaci di prossima costruzione, chi prendeva contatti con gli interessati all’ affare e chi redigeva il compromesso, seguiva le pratiche e incassava la caparra.
    La presunta mente del gruppo ha alle spalle altre truffe: avrebbe raggirato decine di aziende per un milione di euro di prodotti d’a bbigliamento.

    LE VITTIME E IL TRUCCO. A pagare 80 mila euro per case fantasma è stata gente facoltosa, anche della Teramo borghese: avvocati, commercialisti, imprenditori, ingegneri, liberi professionisti. Il giro d’affari accertato finora è di 750mila euro.
    La maxi-truffa consisteva nell’avvicinare e proporre ai clienti l’a ffare immobiliare. Venivano mostrate loro su opuscoli pubblicitari le foto abilmente ritoccate di appartamenti residenziali fantasma di prossima costruzione, il cui prezzo finale era di 80mila euro. Chi lo voleva, partiva accompagnato a Sharm per far visita al cantiere, uno dei tanti sparsi nella perla d’Egitto, che nulla aveva a che fare con quello promesso. Così nella trappola è finita anche una pensionata statale che ha persino venduto la sua abitazione ed ha ipotecato la pensione, per acquistare due case sul Mar Rosso. Ed ora è senza casa.

    L’ERRORE DELLA BANDA. L’inchiesta dei carabinieri parte alla fine del 2006 quando un imprenditore di Campli, giunto a Sharm el Sheik e convinto di visitare il cantiere in costruzione della palazzina di suo interesse, torna in Abruzzo con un pugno di mosche in mano. Appena arrivato nella paradisiaca località di villeggiatura, infatti, scopre che stavano realizzando l’Hotel Excelsior e non il residence tanto desiderato.

    I militari perquisiscono l’ufficio del promotore immobiliare di Campli, sequestrano numerosi contratti e il personal computer. Ma l’ inchiesta va avanti e si allarga, i casi diventano 34. Molti preliminari d’acquisto venivano firmati sul posto a Sharm tanto che, per il perfezionamento degli atti e la traduzione giurata, era stato investito anche il consolato italiano. Ed ora i carabinieri sono convinti che siano molte di più le persone raggirate.
    (06 febbraio 2010)

  118. francesco scrive:

    Devo infine far notare ai più che l’escrow agent viene scelto dalla banca (in questo caso ABN AMRO). Attendo però approfondimenti in materia da chi se ne occuperà.

  119. francesco scrive:

    vedo con molto piacere che i commenti si sono nuovamente infervorati. Facciamo così, attendiamo il contenuto del comunicato di El Sery (che sicuramente attende l’esito del passaggio di potere dallo SCAF al nuovo presidente che secondo me non ci sarà ma è un mio pensiero) e poi decidiamo come meglio agire nell’interesse di tutti e dico di tutti perchè tutti siamo nella stessa barca. Nel frattempo invece di perderci in chiacchiere andrei avanti con alcune ricerche:
    Io mi occupo di fare 4 conti per vedere quanto ognuno di noi potrebbe ricavarci se facciamo causa, ciò dipende anche da una stima di ciò che è stato costruito e dal valore della società quindi andrò a riprendere la due diligence (soprattutto l’ultima che era ben fatta).
    Nel frattempo vorrei che alcuni di voi approfondissero alcuni argomenti chiave e cioè:
    1) Quali sono le regole principali del funzionamento dell’escrow account in Olanda, quali requisiti deve avere il management etc.. (Luigi te ne puoi occupare tu?)
    2) Cosa dice la legge egiziana sulle costruzioni? Quanto tempo c’è per costruire un immobile? La concessione ha tempi di scadenza? Quanto bisogna aver costruito (in %) per evitare che il Governo egiziano si riprenda tutto il terreno con quello che ci sta sopra? (Alessia puoi occuparti tu di questo?).
    3) Maria Teresa potresti farci sapere quanto costa una causa civile in Egitto con i tempi di attesa medi? Il foro relativo al contrattoè l’Olanda o L’egitto?
    Facciamo ognuno la propria parte e forse ne sapremo molto di più di quanto ci raccontano gli altri.
    fatemi sapere se siete in grado di fare le suddette ricerche. Utilizzate qualsiasi fonte a disposizione.

    • Antonio scrive:

      Ciao Francesco
      condivido il tuo modo di agire, purtroppo non riuscirei ad esservi di aiuto, ma se condividi, che ne dici se facciamo gruppo, condividendo la mail, e in questa mailinglist cerchiamo di scambiarci le informazioni.

      E poi in un secondo momento pubblichiamo su Blog.

      Grazie
      Antonio
      antsca74@hotmail.com

      • admin scrive:

        se non vi conoscete personalmente, è rischioso a mio avviso creare una mailing list trà sconosciuti, occorre che ci sia un’amministratore al quale devono essere fornite referenze attendibili, altrimenti chiunque potrebbe essere una talpa e tanto vale allora scrivere sul blog. Vi è tuttavia la possibilità di creare sul blog una discussione sotto password, ma resta sempre il medesimo problema … per ottenere la pw bisogna essere referenziati.

  120. alessia scrive:

    Non voglia aspettare poiche’ gli appartamenti della fase 1 dovevano essere consegnati prime dell’inizio della guerra.
    Inoltre ripeto che i soldi glieli avevamo dati per concludere la fase 1 tranquillamente .
    Attaccarsi alla guerra ora e dire che non ci sono i soldi e’ una gran BUFFONATA.
    Ripeto chi insiste nel di dire che bisogna aspettare e che i soldi non ci sono perche’ i costi dei materiali sono lievitati (materiali che gia’ dovevano essere stati comprati e adoperati molto prima dell’inizio della guerra)o fanno parte di Ipi /ELSERY o sono degli sciocchi.

    • giovanni scrive:

      Prima dell’inizio della rivoluzione se hai letto i comunicati e se ti sei documentata, i lavori sono stati rallentati dal fatto che è cambiata la legge ambientale in egitto il TDA ha richiesto un aggiornamento che fu il famoso studio di impatto ambientale sulla barriera corallina. Quindi troveranno questo come appiglio per il primo ritardo e la rivoluzione come appiglio finale. Fate pure causa ma prima dovete sapere di che stiamo parlando. Se però con le cause determiniamo il fallimento del resort andrà a finire che ci faremo causa tutti tra di noi. Io prima di fare causa ho interpellato un mio caro amico esperto di diritto internazionale il quale mi dice che per fare causa devo essere certo di vincerla e nelle condizioni in cui siamo non c’è assulatemente alcuna certezza quindo prima di farvi fregare i soldi dagli avvocati cercate, anzi cerchiamo di riflettere e attuare una strategia unitaria ed efficace altrimenti concordo con il fatto che rimarremo tutti con un pugno di mosche.

      • luigi scrive:

        Non dimenticate che El Sery legge il nostro blog, quindi non prospettate cose che a loro può solo far piacere.
        Adesso stiamo calmi attendiamo questo comunicato, se sono sempre le stesse chiacchere allora a quel punto facciamo la guerra a tutti, olandesi ed egiziani.

  121. alessia scrive:

    E chi lo ha detto che rimarremo con un pugno di mosche???avete la palla di vetro??
    Qui si parla di speranza ma state scherzando spero di aver letto male altrimenti il tutto e’ assurdo.
    Chi dorma non piglia pesce mie cari..

  122. alessia scrive:

    Comunque l’albero si vede dai frutti e questo progetto non ne ha dato nemmeno uno.
    Le chiacchiere non servono a nulla cio’ che conta sono i fatti e qui non e’ stato realizzato nulla ma i soldi sono stati prelevati dall’escrow e come.
    Riguardo al messaggio di Francesco a me cosa interessa se Ipi si e’ messa in un progetto piu’ grande di lei ci poteva pensare prima che non aveva i capitali
    ,cosa improbabile visto i milioni di euro che ha preso dagli investitori Europei,inglesi,russi di resort se ne potevano costruire anche due.

  123. giovanni scrive:

    Io concordo pienamente con Francesco. Molti parlano a vanvera e solo dopo che le cose sono successe fanno i professori. Mio fratelli “IN ITALIA” per avere un mutuo attende da un anno. Pensate che sia semplice avere finanziamenti per costruzioni in egitto? Poi non capisco perchè molti sono contrari ad aspettare tempi migliori. In fondo se facciamo causa la stessa sarà lunghissima e quindi dovremmo sempre aspettare molto tempo per rimanere con un pugno di mosche. Quanto vale attendere per sperare che il tutto riparta. Ma perchè invece di parlare non organizziamo un incontro con i vertici di El Sery per capire meglio come vogliono andare avanti e soprattutto quanto hanno intenzione di farci aspettare. Inoltre, in accordo con francesco, dico che ci dobbiamo documentare sulla legge egiziana. Admin, visto che sei un agente, hai idea di come funziona in egitto per i tempi di fermo costruzione? Ci sono tempi massimi?

  124. agostino scrive:

    Quando scrivete degli escrow account leggete i post precedenti: io ho fatto la prima azione legale e l’unica cosa che ho scoperto e’ stato l’estratto del mio escrow account che mi e’ stato inviato dallo studio Boekel; io sono nella fase due e ho versato 17150 euro.Di questi ne sono (o erano) rimasti 7500. Il resto speso per passaggi tecnici non chiari ma soprattutto nell’acquisto degli arredi. E’ chiaro che di avanzamento ( anzi inizio) lavori per la fase 2 non se ne parla ma intanto si comprano i letti, le poltrone , le lampade, magari la cucina!!!!!!! Ad una mia richiesta specifica per vedere gli arredi dopo qualche settimana lo studio Boekel mi rispose che IPI NON AVEVA VOLUTO FORNIRE LA DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA. Vogliamo continuare a dire cazzate? Siamo nel mezzo di una truffa, forse non partita come tale, sicuramente, ma sviluppatasi in seguito alla crisi in egitto ed internazionale. Di fronte alla mancanza di liquidita’ la IPI e il maledetto escrow agent hanno fatto come gli pareva dei nostri blindatissimi escrow account. Punto e basta. E sfido chiunque a dire il contrario e a dirlo con il proprio conto in mano, non a parole. Adesso ditemi cosa dovremmo fare noi investitori se non una causa legale . Stare a vedere cosa? Che arrivi l’investitore quando lo stesso avvocato Ebel Magnin , legale rappresentante di IPI-El Sery scrive nero su bianco che non sa dire se e come l’accordo si concretizzerà? Ma dai.

    • luigi scrive:

      Vi giro l’e-mail ricevuta da El Sery Caro signor ………(tradotta in italiano ovviamente)

      In effetti la situazione è cambiata in Egitto e un uomo Moslim Brotherhood è stato scelto come nuovo presidente in un paese senza una costituzione, senza parlamento e con un SCAF che ha tutto il potere in Egitto.
      Questa non è una situazione in cui gli egiziani vorrebbe essere in tutto e stanno aspettando cosa succederà nelle prossime settimane, come le cose si stanno sviluppando.

      Come questo influenzerà gli investitori, non sappiamo. Ma di sicuro saranno anche aspettare che le cose sono più chiare.

      Se volete intraprendere azioni legali, si prega di fare se si conosce al 100% quello che sarà il risultato. Questa è la vostra decisione, non possiamo fare di più allora possiamo in questo momento.

      Si prega di prendere la decisione giusta per te, e se qualche notizia nei prossimi 10 giorni vi invieremo una mail.

      Have a nice day.

      • Maria Teresa scrive:

        Sento parlare di comunicati che fa El Sery, ma non capisco di cosa state parlando perchè a me personalmente non mi è arrivato proprio nulla., nonostante ho fatto una richiesta scritta ad El Sery chiedendo uno risposta altrettanto precisa e descritta di ciò che sta accadendo. Aspetto risposta dal 22 Maggio!

    • francesco scrive:

      Mi spiace per te ma sul contratto c’è scritto che il 100% del prezzo dei mobili verrà corrisposto all’ORDINE!!!!!E’ una fregatura ma è quello che abbiamo firmato e vale ciò che sta scritto sul contratto. Inoltre il 10% lo hai perso subito come intermediazione e un altro 10% per l’inizio delle opere comuni( serbatoi, centrale elettrica, etc..) Anche questo sta scritto sul contratto. Se quindi il tuo appartamento costava 30.000 (oltre i mobili), 3.000 euro se li sono pappati di intermediazione (se hai comprato con vivil’estero), altri 2.700 euro per le opere comuni (e sono 5.700 euro) e circa 5.000 euro sono per i mobili. Totale 10.700 euro circa quindi sul conto, secondo ciò che dice il contratto dovresti avere circa 7.000 euro. Ripeto questo lo dice chiaramente il contratto quindi di cosa ti stai lamentando? hai firmato tu il contratto o qualcun’altro?

      • admin scrive:

        Scusa Francesco, ma il 10% di intermediazione va al di fuori del conteggio poichè si tratta di consulenza fatturata a parte e pagata all’intermediario

        • francesco scrive:

          Ma pagata da chi. Nel caso di chi ha comprato con immoworld ha versato tutto sull’escrow e sapeva già in partenza che una quota era per l’intermediazione la quale veniva pagata da IPI.

        • francesco scrive:

          Rifaccio un conteggio più preciso. Do per scontato che si tratta di junior suite e non si è usufruito del 10% di sconto quindi che l’appartamento costa circa 40.000 tutti incluso. Togliamo le seguenti spese per traduzione e ammiistrative che sommano (vedi contratto) pari a €1.050 euro. Togliamo i mobili che costano € 3.950 e siamo a 5000 euro tondi tondi. Quindi il costo dell’immobile è di 35.000 euro. Togliamo il 10% che sono le spese delle opere comuni che sono quindi € 3.500,00 e siamo a € 8.500,00. Sull’escrow ci dovrebbero essere € 8.650. Ci sono quindi 1.150 euro in meno non considerando le spese di intermediazione. Per chi ha comprato com immoworld (non conosco bene i termini di chi ha comprato con vivil’estero) le spese di intermediazione sono incluse nel prezzo e quindi la cifra che ti trovi sul conto è forse anche più alta di quella che ci si dovrebbe trovare, a menocchè le spese di intermediazione di immoworld non siano pari a 1.150 euro (il che è probabile visto che rientriamo in un canonico 3%). Ripeto che secondo me se si legge bene il contratto, i soldi che sono passati dall’escrow ad El Sery seguono i termini dello stesso. Nel mio caso per fare un esempio io contesto un avanzamento sovrastimato del 10% ma si sa, queste cose succedono anche in italia. Quando sarà il momento giusto se necessario farò le mie contestazioni nelle sedi più opportune. Io capisco che manchino 10.000 euro senza che sia stato costruito nulla ma questo è quello che noi abbiamo sottoscritto con i nostri contratti. Anche in questo le agenzie hanno preferito tacere.

  125. alessia scrive:

    Caro Francesco attendiamo che El sery dichiari fallimento pure in Egitto cosi’ i noStri capitali prenderanno il volo definitivamente??
    Ho scritto ad Elsery e all’escow account varie volte e ma non ho ricevuto alcuna risposta,fiducia in personaggi che neppure si degnano di rispondere ad un loro investitore???
    Purtroppo non ho acquistato solo un immobile e questo mi duole e non poco.
    Comunque dato che ci ho investito 50000 euro in questo immobile pur se ne dovessi spendere altrettati non mi interessa faro’ giustizia ,non tollero di essere truffata e se non mi pagheranno le penali cio’ che mi spetta di diritto eli inseguro’ fino alle cayman .
    Quindi ci pensassero bene poiche’ qalcuno le patrie galere le vedra’.

    • francesco scrive:

      Ciao Ma per caso qualcuno e’ convinto che io ho intenzione di di perdere quello che ho investito. Dico solo che se facciamo causa adesso El sery verra’ sicuramente messa in liquidazione con il solo risultato certo che abbiamo perso tutto. Se qualcuno crede che si tratti di truffa l’ora deve anche ammettere che siano spariti tutti con il malloppo. Il quindi fate Causa per COSA? non capisco pero’ perché allora El sery starebbe ancora appresso di noi a fare comunicati inutili invece di dileguarsi. Qualcuno me lo spieghi.

  126. francesco scrive:

    Scusa admin, perchè dici che non è andata così? Forse sarebbe meglio dire che non siamo certi che sia andata così visto che i legali non hanno verificato nulla. Non facciamo processi alle intenzioni che già di processi fantasiosi se ne sono fatti troppi.

    • admin scrive:

      Feancesco, eppure mi pare di parlare un’italiano sufficientemente corretto, io ho detto e lo ri-scrivo: In realtà lo studio legale olandese avrebbe dovuto (e se non ricordo male bastavano tre deleghe dei clienti/investitori) per fare questo, richiedere direttamente all’Escrow Agent senza passare da I.P.I (parte interessata) lo stato dei conti…… Non mi pare che sia accaduto nulla di tutto ciò, quindi la figura dell’Escrow Agent in questo caso è molto molto discutibile ed i legali non hanno verificato quanto avrebbero dovuto e potuto fare con le deleghe ricevute.
      Quindi nessun processo alle intenzioni, solamente constatazione dei fatti, e soldi da Voi buttati al vento….

      • francesco scrive:

        Ma come fai a dire che la figura dell’escrow agent è discutibile se le informazioni le hanno chieste ad IPI invece di chiederle all’escrow agent? abbiamo le prove che è stato chiesto all’escrow agent il resoconto delle transazioni e questo non ha risposto? La discutibilità dell’escrow agent forse sta nel fatto che le persone che lo gestiscono sono vicine ad IPI ma questo è cosa diversa da quello che ti hai detto. Chi ha dato la risposta ufficiale sulla situazione dei conti, IPI o l’escrow? A chi sono state chieste le informazioni? Forse mi sfugge un passaggio.

        • admin scrive:

          Infatti, ci sono vari fattori da considerare, tra cui la figura dell’escrow e le persone che lo gestiscono, che è molto vicina ad IPI,(e questo già la dice lunga) inoltre è stato utilizzato lo stesso Escrow per lo Zafarana quindi reputazione compromessa a prescindere, in secondo luogo, se vi fossero ancora fondi la costruzione sarebbe andata avanti (soldi ne hanno incassati parecchi con gli acconti) ed IPI non avrebbe temporeggiato cosi a lungo, tirato in ballo la causa di forza maggiore per poi dichiarare che non ci sono i fondi, temporeggiare ancora con il fantomatico nuovo investitore e poi chiudere i battenti, chiudere il sito internet e rimandare tutto ad El Sery. Inoltre a qualche cliente è stato comunicato che sull’escrow non ci sono che pochi spiccioli. Altri hanno tentato di richiedere l’estratto conto e non hanno ottenuto risposta.

          • francesco scrive:

            Noto con sorpresa che anche a te mancano dei passaggi fondamentali sull’escrow. Sul fatto che l’escrow sia lo stesso di Zafarana mi sono già espresso in passato. Sul fato che il conto sia in rosso, non mi fido del fatto che lo dice qualcuno, vorrei le prove concrete. Ti faccio comunque notare un passaggio molto importante che non dobbiamo dimenticare. Il Resort, almeno in linea teorica, VIENE COSTRUITO CON FONDI DEL DEVELOPER NON CON I FONDI PRESENTI SULL’ESCROW. A molti sfugge questo piccolo particolare. Non mi meraviglia che sull’escrow ci siano pochi soldi perchè, come ho già detto, ci dovrebbero essere solamente i soldi (parte di questi) di coloro che hanno pagato una quota della fase 2 e di coloro che hanno pagato il 100% in anticipo ma questi soldi non possono essere toccati per continuare a costruire perchè vanno trasferiti al developer solamente dopo aver accertato la % di avanzamento lavori. Il concetto è simile a quello della concessione di un mutuo per ristrutturazione o per nuova costruzione. Tu devi trovare una quota dei soldi per cominciare i lavori e solo dopo che sei arrivato per esempio al 30% dei lavori, la banca ti svincola il primo 30% del mutuo. La chiave sono proprio i soldi che devi anticipare. La banca ti paga solo a stati di avanzamento ben definiti (supponiamo 30, 30 e 40%). Se tu non hai i primi 30 sei fritto. Se per esempio costruisci il 30% e quindi la banca ti rimborsa i primi 30% dei costi, e poi ti succede un imprevisto (tipo aumento dei costi) e con quel 30% di mutuo riesci a costruire solo il 10% SEI FRITTO perchè non puoi più andare avanti e hai bisogno di qualcuno che ti presti il rimanente 20%. Questo concetto è’ così complicato da far capire???????

      • ROBERTO scrive:

        Concordo pienamente !!!! Non capisco perchè IPS che ha fatto da tramite fra noi e lo studio legale Olandese ( avendolo presentato IPS) e avendo detto che bastavano tre investitori per bloccare i conti escrow account in Olanda non ha mantenuto fede a questo. Confermo che sono stati soldi spesi per niente……

      • luigi scrive:

        Susami Admin ho qualche domanda da farti, ho saputo che sei un bravissimo agente immobiliare, come mai prima di proporre l’investimento a marsa alam ai tuoi clienti non hai fatto una verifica approfondita di tutta la documentazione? Questo mi fà pensare che la documentazione da Te visionata non presentava alcuna anomalia, oppure non l’hai fatto e intanto hai venduto anche tu delle unità ai tuoi clienti.
        Seconda domanda, cosa gli hai consigliato ai tuoi clienti del Mabr considerata la situazione attuale? Perchè in tutto questo casino anche tu hai guadagnato per le tue consulenze.
        A proposito dell’escrow agent, ho letto la tua relazione di come funziona un conto escrow, molto chiara ed esaustiva, ma tu sapevi chi era il nostro escrow agent? Prima di vendere le unità nel Mabr.

        • admin scrive:

          Buongiorno Luigi, innanzitutto mi fà piacere di sentire quanto si dice sul mio conto. Rispondendo alle tue domande: nel gennaio 2009, prima di proporre l’investimento, ho letto la copiosa documentazione, fornitami dalla allora Soc. Vivi L’estero ed in particolare dai Sig.ri Davide Montanari e Marco Segoloni, da un’attenta lettura la relazione appariva esaustiva ed i contratti ben formulati e conformi alla tutela degli investitori, inoltre come consuetudine, dopo averli conosciuti personalmente, ed avermi trasmesso fiducia, ho ritenuto i “colleghi” di Vivi L’estero molto professionali e come prevede la deontologia trà colleghi ho dato loro fiducia iniziando un rapporto di collaborazione. Tale rapporto prevedeva che il collaboratore (cioè il sottoscritto) presentasse a Vivi L’Estero i clienti e da quel momento sarebbero stati assistiti tramite me, da tale Soc., tanto è vero che le spese di consulenza venivano pagate direttamente dai clienti a Vivi L’estero ed il sottoscritto ne percepiva un commissione. Così è iniziata una collaborazione sulla reciproca fiducia, e sono stati generati i primi clienti nella FASE I, rapidamente dopo 3/4 mesi, i rapporti si sono evoluti in quanto i titolari di Vivi L’Estero mi hanno comunicato che avrebbero terminato le trattative sulla FASE I del progetto, per creare una nuova Soc. L’attuale I.P.S non più in Italia ma, in Repubblica di San Marino, la quale sarebbe stata nominata esclusivista della commercializzazione per l’Italia della FASE II. In quel periodo anche su richiesta dei collaboratori, doveva essere organizzato un Viaggio di Ispezione a Marsa Alam per prendere visione diretta del cantiere e magari accompagnare i clienti già acquisiti e potenziali in quel paradiso dove stava sorgendo il M.A.B.R. Purtroppo questo viaggio nonostante anche i miei solleciti, per vari motivi non si è realizzato e le immagini del paradiso sono rimaste quelle fotografiche. Nel contempo, le richieste di investimento in Mar Rosso erano numerose, e nuove richieste si sono concretizzate in contratti, tuttavia da ciò che vedevo dalle immagini fotografiche, e comparando quel cantiere ad altri, avevo la sensazione che fosse in ritardo rispetto alle promesse ( ricordo che il contratto di acquisto, prevedeva la consegna a 18 mesi dalla sottoscrizione) e visto che con I.P.S non si riusciva ad organizzare una visita ai cantieri, nel mese di novembre 2009, di mia iniziativa sono partito per Marsa Alam, ho visitato i cantieri e verificato personalmente che vi era uno spaventoso ritardo nella costruzione della FASE I e solo sabbia della FASE II. Mi sono allarmato ed ho iniziato a fare domande ad I.P.S sui motivi dei ritardi e se vi fossero i permessi per la FASE II visto che non vi era ancora nulla che evidenziasse l’inizio di una possibile costruzione. La buona fede con cui avevo iniziato il rapporto deontologico con I.P.S si è ritratta, così anche la fiducia e sono iniziate da parte mia e di altri collaboratori indagini più approfondite, Il resto lo leggete a partire da qui C O M U N I C A T O del 13/12/2010 alla seconda domanda rispondo che non appena è venuta meno la fiducia nei confronti delle parti interessate, ho immediatamente sospeso le trattative del prodotto, ho avvertito i clienti di quanto riscontrato, ho generato il presente BLOG al fine di aggiornare anche potenziali avventori. Inoltre mentre I.P.S ne esortava lo scambio, ho vivamente sconsigliato i miei clienti di accettare la permuta ( onerosa) con FASE II a FASE I sino a che le cose non fossero più chiare. A proposito dell’Escrow, dato che la documentazione iniziale pareva esaustiva, ho iniziato ad insospettirmi durante alcune ricerche in internet quando ho scoperto che si trattava dello stesso gruppo utilizzato dallo Zafarana, e le persone che lo gestiscono molto “vicine” al gruppo I.P.I mentre come terza parte garante, l’escrow agent dovrebbe essere totalmente dissociato dai rapporti contrattuali.
          Spero di essere stato esaustivo e resto a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione “tempo permettendo”.

  127. alessia scrive:

    Si sbrigasse El Sery a mandare questo comunicato con minino i soldi delle penali che ci deve altrimenti le cose per loro non si mettono bene,io vado fino in fondo e non mi fermo..

    • francesco scrive:

      Benissimo Alessia, ti dico che se vuoi fare causa per risarcimento dei danni, quello che puoi attaccare è il patrimonio di El Sery consistente nel capitale sociale e nella proprietà. La proprietà non ho ben capito se in ogni caso tornerebbe allo stato egiziano. Con il capitale sociale non riusciresti a coprire nemmeno le spese di viaggio per tutte le udienze che dovrà fronteggiare il tuo avvocato. Praticamente se sei fortunata se hai comprato un solo appartamento, con quello che ci recuperi forse ci paghi le spese legali con l’unico problema che le spese prima le devi anticipare e poi forse te le troverai rimborsate. Continuiamo a parlare di aria fritta. Io non ti voglio scoraggiare, il mio obiettivo è portare tutti con i piedi per terra. Inoltre a mio avviso la causa deve partire solo quando El Sery dichiara definitivamente abbandonata l’idea di riprendere i lavori.

      • Maria Teresa scrive:

        Scusa fino a due giorni fa si diceva che El sery aveva dichiarato bancarotta, ma perchè si fanno tante chiacchiere inutili. Se tu non vuoi fare causa sei padronissimo. Ognuno ha la sua mente e se la sua mente gli consiglia di aspettare lo faccia. Non abbiamo mica ragionare tutti nella stessa maniera. Ognuno di noi agisce nella maniera che ritiene opportuna e siccome la mia mi dice di rimetterci anche tutti i soldi versati fino ad ora, lo faccio, perchè si vive anche di soddisfazione nella vita. la mia soddisfazione è di vedere dove sono andati a finire i miei soldi e di chi è la responsabilità e pagarne le conseguenze legali. Se arrivo a questo e tra l’altro riesco a recuperare qualcosa bene. Ma almeno invece di tante chiacchiere inutili si saprà chi è il vero responsabile per cui la fase 1 non è terminata, la fase 2 non esiste però hanno chiesto altri soldi X cambiare da fase 2 a fase 1, qualcuno stà chiedendo il doppio del valore per Hurgada. Hanno chiesto di rivendere Fase 1 a metà di quanto l’avevano pagata a diverse persone. Queste persone per conto di chi hanno fatto queste offerte? non le hanno fatte per conto loro? se è No devono dirlo chi gli ha dato incarico di fare ciò. Vogliamo ragionare!!! Chi è responsabile se non vuole andare a finire i suoi i giorni dove il sole non lo vede neppure in cartolina, deve parlare e tirare fuori i soldi.

        • francesco scrive:

          Io credo che tu stia confondendo un po gli interlocutori. Fai pure causa, non mi pare che però le tue scelte ad oggi ti diano ragione. Hai pagato 20.000 euro per fare una consulenza ad IPS per i tuoi acquisti al MABR e ti ritrovi a fargli la guerra. Inoltre confondi ciò che ti propone IPS con la storia di El Sery che non ha nulla a che vedere con Hurgada. Hai pagato avvocati proposti da IPS e ti ritrovi con informazioni che potevi anche avere con una semplice mail. Hai detto che la loro proposta ti sa proprio di truffa e te la prendi con IPI. Mi chiedo se hai mai fatto domande ad IPI /El Sery e cosa hai ricevuto in risposta. Mi sbaglierò ma credo tu abbia confuso IPI con IPS.

  128. ROBERTO scrive:

    Personalmente sono molto deluso, non ho ancora capito cosa sono servite le 290,00 Euro di spesa x l’avvocato Olandese.
    Se abbiamo aderito in circa 100 persone, lo studio legale Olandese ha incassato 29.000,00 Euro, io sapevo che oltre alle varie verifiche in Olanda dovevano servire ad bloccare l’escrow account e darci finalmente la sicurezza se i soldi c’erano.
    Qualcuno mi può dire per favore perchè non è stato fatto e che fine hanno fatto questi soldi????
    Grazie.

    • francesco scrive:

      no, i soldi servivano per approfondire la contabilità sull’escrow, per bloccarlo si deve fare causa con esborso di altro denaro. Praticamente quello che io tempo fa ho ottenuto con una semplice mail è stato ottenuto oggi con 29.000 euro. OTTIMO!!

  129. alessia scrive:

    Comunque ancora nessuno mi ha risposto sulla relazione che l’avvocato di Ips doveva fare sull’escow account..
    Attendo fiduciosa notizie

  130. alessia scrive:

    Anche io Luigi sono curiosa cosa ha scoperto l’avvocato sull’Escow account??
    Pur avendo aderito alla causa legale non ho mai avuto alcuna comunicazione su cosa abbia scoperto l’avvocato.

  131. francesco scrive:

    Ammetto che qualche volta anche il mio umore è sbalzato leggendo in prima battuta le notizie su questo forum ma vi assicuro che stavolta mi sono un po incacchiato perchè ogni volta che ho verificato personalmente la veridicità delle informazioni che circolano sul forum, sono stato sempre smentito o quasi sempre. Devo dire la verità, ogni tanto ho giocato un po perchè mi fa comodo avere delle notizie incrociate ma vi posso assicurare che penso e ho sempre pensato quello che ho scritto pocanzi. Non ho partecipato alla prima consulenza per un semplice motivo: avevo fatto richiesta ufficiale sul mio estratto conto ad IPI poco prima della rivoluzione e sapevo già qual’era la mia situazione. Come molti di voi sono stato sorpreso dal vedere molti meno soldi sull’escrow, ma poi le spiegazioni che mi hanno dato tutto sommato diciamo accettabili. Come ho già detto in passato, se tutto fosse andato bene, non ci saremmo nemmeno accorti di movimenti strani che solitamente si fanno (tipo l’acquisto preventivo dei mobili), purtroppo la rivoluzione ha fatto emergere il tutto e ora questo rischia di far affossare il tutto. Per rispondere a giovanni, io ho speso diversi giorni del mio tempo a cercare un avvocato egiziano con rapporti in olanda e ne avevo trovato uno molto in gamba e molto accreditato dall’ambasciata italiana al cairo ma solo per chiarire alcuni aspetti sul procedimento autorizzativo e non per far causa ad IPI (sono stato tentato ma poi ho pensato fino a 10 e sono tornato sui miei passi). Poi molti hanno deciso di procedere per quello segnalato da IPS spendendo 10 volte di più con il risultato che tutti conoscete. Io sono uno di quelli che ha comprato in Fase 1 pagando tutti gli immobili prima usufruendo dello sconto del 10% e vi posso assicurare che ho conosciuto degli investitori che hanno investito 20 volte in più quello che ho investito io nella stessa maniera. Io sono uno di quelli che piuttosto che avere solo 10 operai al lavoro per giustificare un ulteriore stato di avanzamento verso El Sery, ho chiesto di bloccare totalmente i lavori (non voglio che si facciano passare artificialmente altri fondi dall’escrow ad El Sery). Per rispondere ad alessia, i fondi immobiliari “aggressivi” effettuato operazioni identiche a quella che abbiamo fatto noi. Investono in costruzioni ad alta remunerazione e per questo ad alto rischio. Sul nostro caso vi faccio un piccolo esempio pratico: poichè la costruzione del resort è un po carente dall’inizio dal punto di vista finanziario (nel senso che non c’è un forte apporto di liquidità da parte del costruttore) il tutto si basava esclusivamente sull’apporto di nostri capitali. Il cash flow era ottimo e tutto andava a gonfie vele anche se a rilento. Con la rivoluzione ci troviamo in questa situazione:
    1) i costi di materie prime sono molto più alti
    2) il valore degli immobili si è deprezzato notevolmente
    In considerazione di ciò non è necessario essere mostri della finanza per capire che la costruzione non può andare avanti senza l’apporto di fondi esterni e comunque in questo momento il resort costerebbe molto più di prima e varrebbe molto meno (quindi difficoltà di vendere gli appartamenti invenduti). Il riavvio dei lavori in questo modo porterebbe certamente al fallimento con il risultato di perdere tutto al 100% e credo che nessuno di noi vuole questo. Il costo dei materiali è molto più alto perchè chiunque esporta verso l’egitto paga un costo assicurativo elevatissimo per il rischio paese elevato e quindi questo significa che i costi sono enormemente cresciuti (leggetevi le notizie di economia sull’egitto o documentatevi con qualche amico che esporta prodotti in egitto). In questa fase reputo molto più saggio aver bloccato i lavori per evitare il tracollo o per evitare di chiederci ulteriori soldi per finire le costruzioni (come aimè spesso avviene in italia). Vi do un’altra notizia: a dei miei amici hanno recentemente proposto l’acquisto di immobili di altri resort “completi” con uno sconto del 20% “rispetto al valore che inizialmente avevano sulla carta”. Questi immobili sono stati completati a tempo record a partire dal giorno della rivoluzione (questo è uno dei resort che andava avanti comunque anche dopo le rivolte). Non vi dico qual’è perchè la proposta è molto allettante ed è in fase di attenta valutazione ma è talmente allettante che induce qualche riflessione su come stanno realmente andando le cose in egitto. Io infine sono uno di quelli che reputa che le società che hanno gestito questo progetto, sono estremamente furbe e forse anche non molto esperte ma non credo nella maniera più categorica che siamo di fronte ad una truffa perchè altrimenti sarebbero già scappati da tempo con tutto il malloppo e faremmo causa alle mosche. Quello di cui sono fermamente convinto è che se attendiamo ci potrebbero essere le condizioni per riprendere il tutto ma non è semplice. Dobbiamo attendere ed essere pazienti. nello stesso tempo dobbiamo si prepararci ma a ragion veduta. Io approfondirei molto nel dettaglio la normativa specifica locale per capire se c’è una scadenza al completamento dei lavori (tipo i 3 anni di concessione che esistono in italia) e capire come muoverci di conseguenza. Non credo si possa attendere all’infinito ma dobbiamo “SAPER ATTENDERE”. cerchiamo tutti di sprecare meno tempo a dire cose false e dedicare più tempo a chiarire gli aspetti che ci interessano.

    • admin scrive:

      Bene Francesco, leggo con attenzione le tue righe, tuttavia qualcosa non mi quadra, innanzitutto nessuno ancora ha risposto sugli esiti del controllo dello studio legale Olandese sull’Escrow, che è una società olandese, quindi di sua competenza. La seconda cosa e forse quella che più mi preoccupa è che conoscendo i costi di costruzione in Egitto, mi domando se è vero che sono state vendute/prenotate parecchie centinaia di unità, e che nella maggior parte dei casi, gli investitori per beneficiare dello sconto hanno pagato il 40% ed anche il 100% del prezzo, se proviamo a moltiplicare i pagamenti effettuati per il numero delle unità vendute, se la matematica non è un’opinione, l’ammontare delle cifre incassate in relazione ai costi di costruzione in Egitto, dovrebbe essere più che sufficiente a completare non solo la fase uno, ma forse anche la seconda fase, qualcuno mi vuole aiutare a fare due conti?

      • francesco scrive:

        Sulla prima credo che i soldi della prima consulenza siano stati completamente buttati perchè quello che si è chiesto con loro lo si poteva chiedere direttamente ad IPI senza spendere soldi. bastava farlo per tempo quando IPI non aveva problemi a rispondere ad ognuno di noi. Sulla seconda posso risponderti con certezza che quello che tu dici sarebbe come pensi tu se non ci fosse l’escrow. In pratica chi ha pagato il 100% di un appartamento, deve trasferire il 100% di quello che ha versato su quell’appartamento e non può farlo su altri. Per fare un esempio, se un appartamento costa 100 e la costruzione è al 70%, IPI ha già trasferito il 70% dei fondi al costruttore e il 30% è ancora sull’escrow e non può essere utilizzato per costruire altri immobili. Se poi come pensi tu, l’appartamento costa in realtà 60 ed il guadagno è di 40, Ipi dovrebbe aver guadagnato già circa 30 dei tuoi 70 trasferiti al developer. Questi 30 potrebbe anche investirli in egitto ma questo se i costi rimanessero costanti, se lievitano quello che ha guadagnato non riesce a coprire il costo di quelli non ancora venduti. Inoltre i 30 di guadagno li faranno figurare per la maggior parte come costi (tipo marketing, progettazione in europa, restyling, etc.) e questo è il motivo per cui se facciamo causa per riavere i soldi non ci guadagneremo mai un bel nulla.
        Se le cose sono fatte bene (e per questo dico che IPI /El Sery) è un gruppo di persone furbe, riusciranno a dimostrare che hanno speso tutto secondo i piani. A mio parere fare causa oggi non ha alcun senso perchè siamo a metà dell’opera e si può dire tutto e il contrario di tutto.

        • admin scrive:

          Francesco grazie per la pronta “parziale” risposta, ma tutto ruota intorno all’Escrow, e mi pare che le risposte a questa domanda vengano sempre fuorviate: è stato verificato dagli avvocati quanti soldi sono rimasti su ciascun conto Escrow? Da quanto ho verificato personalmente un’anno fà, la costruzione della fase uno del resort non arrivava neppure al 40%, ma se è vero che sono stati venduti 400 o più appartamenti ad una (prudenziale) media di 30.000 euro ad appartamento stiamo parlando di tanti soldi, sicuramente sufficienti a completare l’opera. Domando ancora se e dove sono i soldi versati dagli investitori. Ricordo a tutti che i lavori erano già fermi prima dell’inizio della rivoluzione, quindi il castello di carte della difesa ( sulla forza maggiore) qui cade, come pure l’aumento del costo delle materie prime è ininfluente se non le si comprano. Ma gli investitori i soldi li hanno versati prima dell’inizio della crisi….

          • francesco scrive:

            Se non ricordo male la costruzione era in ritardo ma si è fermata dopo la prima rivolta al cairo. Inoltre tieni presente che i soldi versati al 100% sono solo una parte degli investitori. Oggi nell’escrow ci dovrebbero essere solamente parte dei soldi di coloro che hanno versato il 100% e parte dei soldi di coloro che hanno acquistato in fase 2 e basta. Dico parte di questi ultimi perchè è ovvio che alcuni costi sono comuni alle 2 fasi (riserve idriche, depuratore) inoltre chi doveva comprare i mobili per guadagnare sulla quantità credo che abbia comprato prima anche i mobili della fase 2. Potevano anche non farlo ma ho già detto che sono molto furbi ed astuti (questa è una mia supposizione). Con i soldi rimasti non si può far nulla perchè parte servono per completare la fase 1 e parte per iniziare la fase 2. Sulle materie prime ti ricorderai che IPi in un comunicato ha detto che i lavori sarebbero continuati fono all’esaurimento di ciò che si aveva in cantiere. Il resto si doveva comprare ma a questo punto i costi sono aumentati. Ripeto che molto si deve anche al fatto che il progetto è debole finanziariamente perchè se El sery avesse avuto capitali propri non ci saremmo trovati in questa situazione. Ma si sa che gli investitori non amano utilizzare i propri soldi per fare affari. Probabilmente contavano su fondi che poi con la crisi e con la rivolta sono venuti a mancare. Confermo anche che le banche non finanziano progetti in Egitto in questo momento. L’unica ancora di salvezza è un arabo di turno che reputa l’operazione meno rischiosa di quanto non lo fanno le istituzioni europee.

    • luigi scrive:

      Ho appena ricevuto un’email da El Sery,mi dicono che tra 10 giorni manderanno un comunicato a tutti.

  132. alessia scrive:

    Bravo Patrizio sono d’accordo con te .
    Auguri per la causa..

  133. patrizio scrive:

    Ciao a tutti, è parecchio che non scrivo, ma ho visto che comunque non si risolve nulla infatti ci si parla solo. Io personalmente che ho comprato in fase 1 ed ho pagato l’intero importo ho aspettato come da contratto la scadenza. Dopo mi sono rivolto ad un avvocato di diritto internazionale ed ho mosso causa. L’udienza è per gennaio 2013. In verità del resort e quello che succederà non mi interssa più ma per principio a costo di spendere anche 1000,00 €, andrò fino in fondo.
    saluti Patrizio

    • francesco scrive:

      scusa vuoi dire che hai fatto causa prima della rivoluzione? perchè se non sbaglio le prime scadenze erano già prima. Sarei curioso di sapere cosa dice il tuo avvocato di diritto internazionale sulla vicenda. Inoltre sarei curioso di sapere se non sono indiscreto la motivazione della causa (vuoi le penali o vuoi qualcos’altro). Ti dico questo perchè in teoria El sery potrebbe completare il tutto nel 2014 e pagarti le penali rispettando così il contratto. In realtà El Sery non ha mai detto che la costruzione del resort è bloccata per sempre.

    • francesco scrive:

      Se quello che dice Maria Teresa Muto è vero con 1000 euro non ci paghi nemmeno il 50% dei costi delle marche da bollo. Inoltre esperto di diritto internazionale è una parola che dice tutto e nulla. Diritto civile o penale? Diritto di che nazionalità? Hai fatto una causa civile o penale? Se prendi un avvocato decente non penso ci possano volere meno di 8.000 euro se l’avvocato ti rispetta. L’avvocato inoltre avrà certamente bisogno di un tecnico per far periziare gli immobili e per vedere se è stato fatto tutto secondo il progetto e le autorizzazioni con altre spese. Inoltre la causa la stai facendo in olanda o in egitto?

  134. alessia scrive:

    Che vuol dire dare fiducia al progetto??
    a cosa date fiducia a quattro sassi che sono stati calcificati in tre anni!!!!
    mahh

  135. FraGer scrive:

    io sono uno dei due francesco che scrivono, ma non sono quello degli ultimi post. da oggi mi firmerò FraGer, così non generiamo confusione.

  136. giovanni scrive:

    Minestrone o non minestrone io sono in accordo con Francesco. Io mi sono letto tuti i suoi commenti e mi pare che tutto sommato abbia dato sempre fiducia al progetto anche se non sono certo che tutti i commenti a nome di francesco provengono sempre dallo stesso francesco. L’unica cosa che ci dovrebbe spiegare è perchè tempo fa (ripeto sempre se è lui) ha cercato di contattare qualche avvocato per fare causa. A parte questo, l’ultimo commento a nome suo mi trova in perfetta sintonia. Che senso ha continuare a costruire se poi non sappiamo se avremo mai nulla?. Onestamente non mi va di continuare a perdere soldi. Chiedo a francesco di dire tutto quello che sa perchè mi sembra molto informato sui fatti e qui c’è tanta necessità di sapere le cose come stanno perchè si parla già un tantino di troppo.

  137. alessia scrive:

    A me sembra che questo blog sia pilotato da certi personaggi,
    chi veramente ci ha messo i soldi di tasca sua in questo investimento vuole recuperarli e’ normale e logico .
    Invece chi parla di buonismo fine a se stesso non ci ha messo nemmeno un euro di tasca sua.
    Facile parlare con i soldi degli altri!!!
    Se mi sbagliassi cosa improbabile sareste degli sciocchi a parlare cosi’ o dei benefettari vi piace fare beneficenza alle multinazionali come Ipi .

    • admin scrive:

      Alessia ti confermo che il Blog non è pilotato, il sottoscritto ( che lo ha generato per protestare contro l’operato di I.P.S ed a tutela degli attuali e potenziali investitori) modera “come ben sai” tutti i commenti prima di essere pubblicati e ne verifica la provenienza, tuttavia sono d’accordo con te sul minestrone generato da alcuni partecipanti alla discussione. Invito tutti a rileggere TUTTI i post sin dall’inizio e dalla lettura si evinceranno parecchie incongruenze sui commenti degli stessi partecipanti. Inoltre alle domande che ho posto ( su punti fondamentali della vicenda) nessuno ha mai dato dato delle risposte…..

  138. alessia scrive:

    Mi dispiace Francesco ma il tuo modo di scrivere è contraddittorio e cambi idea continuamente … nessuno vuole perdere altri soldi infatti noi ci stiamo muovendo per recuperarli!!! Comunque sia, gli altri resort, se in ritardo nelle costruzioni pagano la penale, la quale a noi doveva essere già stata versata prima dell’inizio della rivoluzione e questo fatto è già una cosa scorretta!!! Inoltre non puoi paragonare un investimento immobiliare con un investimento in titoli che sono due tipi di investimenti completamente diversi. Pertanto non bisogna essere dei geni per capire che questo investimento, rivoluzione o no, è una completa truffa!!! e che per parecchi anni non è vantaggioso investire in Egitto. Ma nel caso il resort fosse stato finito, anche se non ci andavo, ero pur sempre proprietario di un appartamento, mentre adesso ho perso i soldi e non ho niente. E a te chi lo dici che non ci siano altre causa contro El Sery ( sembri ben informato come mai!!!???). Ripeto tu scrivi parecchio e fai un gran minestrone di parole che non hanno molto senso lette nel suo insieme!!! Conosci anche l’investitore arabo???? Guarda caso è un arabo, che favola e’ ???

  139. francesco scrive:

    Non capisco perchè in questo forum ogni tanto circolano informazioni che fanno balzare gli umori e fanno gridare tutti al ladro. Le cose sono 2, o qui si parla di cose delle quali non si ha l’idea oppure siamo tutti un po in malafede. Capisco che siamo delusi per l’andamento dell’investimento, ma qualcuno di voi credeva veramente che i lavori fossero finiti come pianificato? Conoscete un resort consegnato nei tempi? Fatemi un esempio perchè io ne conosco diversi, tutti indietrissimo con i tempi. Per coloro che non capiscono molto di investimenti, vi vorrei informare che tutti gli investitori che hanno investito in “titoli” immobiliari in egitto, hanno perso mediamente il 50% da quando è iniziata la rivoluzione e stiamo parlando solo di titoli azionari i quali si fondano tutti su investimenti tipo quelli che abbiamo fatto noi. Se le cose stanno così, e lo dicono i giornali più titolati nel settore e non certo io, non capisco perchè si continua a dire che le cose in Egitto vanno alla grande e tutti gli altri resort vanno avanti normalmente. Questo non è assolutamente vero. Oggi più che mai le cose sono incerte e lo sono molto più di prima. Se l’Egitto dovesse aprire verso l’Iran allontanandosi da Israele, non solo dobbiamo prepararci a vedere l’Egitto diversamente, ma credo che nessuno di noi sarà più disposto ad andare in quegli appartamenti che non varranno nemmeno un euro (sarebbe come avere un appartamento in un resort in Iraq, che bell’investmimento….). Al di la di come si pensa in questo forum, ad oggi la scelta di fermare la costruzione è stata la più saggia e già in tempi non sospetti ho auspicato ciò . Vi informo pure che gente che ha investito molti capitali in questo resort, ha chiesto di bloccare la costruzione in attesa di sapere come andrà a finire la questione politica. Questo lo si fa per un semplice motivo: come si dice dalle mie parti meglio perdere che straperdere. Mentre le altre costruzioni sono andate avanti chiedendo altri soldi agli investitori per lavori che comunque procedono a rilento IPI ha deciso di stoppare anche se probabilmente lo ha fatto per tutta una serie di motivi tra cui la crisi economica che ha bloccato i finanziamenti bancari per investimenti in paesi ad alto rischio come l?Egitto è oggi. Negli altri resort molti avranno forse appartamenti certamente finiti tra un anno senza sapere cosa sarà l’egitto tra un anno. Dovete pensare che ci sono investitori che hanno investito capitali per l’acquisto di 40 appartamenti pagando tutto in anticipo per avere uno sconto maggiore. Questi investitori non hanno interesse, almeno per come vanno le cose sul mercato egiziano attualmente, a far trasferire altre ingenti somme di denaro dall’escrow verso El sery rischiando di veder comunque tutto bloccato tra un anno e aver perso altri soldi. Anche se (per coloro che hanno pagato tutto in anticipo) nell’escrow dovesse esserci il 30% di quanto versato, quel 30% vale molto più del valore degli immobili se le cose non andranno per il verso giusto. Cercate di stare calmi perchè per fortuna c’è gente che ha investito molto più di noi e non ha nessun interesse a fare andare le cose per il peggio. Per chi non ha capito come entrerà il nuovo investitore, devo dire che non conosco bene le condizioni delle trattative ma vi garantisco che se entra l’investitore giusto (il che significa un investitore ARABO), in cambio della liquidità apportata avrà di certo una quota della fetta relativa alla gestione del resort che molti di voi hanno certamente sottovalutato. In egitto la gestione di un resort vale molto più della costruzione perchè i prezzi di costruzione sono molto bassi rispetto a quelli europei mentre i soldi che pagate per una vacanza sono molto simili allo stile di vita europeo. Per fare un esempio, dalla gestione di una junior suite, alcuni gestori di resort hanno guadagnato in un anno il solo valore di costruzione della suite. Quindi state tutti calmi e pensate prima di dire cose assurde. Seguo da tempo le argomentazioni di questo forum e mi sembra che molti di voi hanno poco chiari i concetti di investimento immobiliare in egitto. Ognuno di voi pensa al proprio appartamento come futuro alloggio e non si chiede come mai investitori di un certo calibro fino ad oggi non hanno ancora fatto causa ad IPI.
    Infine chiudo dicendo che IPI/El Sery Holland è solo la parte amministrativa del gruppo e non influisce affatto sul resort. Non capisco perchè IPI abbia voluto dare la notizia perchè francamente che chiudessero la parte amministrativa era fin troppo scontato. L’unico responsabile di tutta la costruzione è El Sery Egipt che è anche proprietario del terreno. El Sery non può dichiarare fallimento perchè la legge fallimentare dice che per fallire ci devono essere le condizioni e ad oggi queste condizioni non ci sono. Non è che oggi io mi sveglio e dichiaro il fallimento di una società e il tribunale lo accetta.

    • Andrew scrive:

      Grazie Francesco, finalmente parole sagge..anch’io la penso come te, altro che guerre individuali..
      L’unica cosa che ti chiedo è: se le cose dovessero mettersi male con il fondamentalismo, quando saremmo svincolati dai nostri contratti? Ovvero chi non ha pagato tutto, potrà utilizzare il resto della somma per qualcos’altro?
      Graz ancora e se abbiamo notizie fresche, non esitiamo a dare il nostro piccolo contributo..

    • luca scrive:

      pienamente d’accordo con francesco..e’ da tempo che seguo i mutamenti politico/sociali in egitto e da tempo dico che ,purtroppo, rimpiangeranno molto mubarak(noi occidentali senz’altro). tanto e’ vero che la mia linea(o speranza x meglio dire) e’ riuscire a recuperare il piu’ possibile dei soldi versati e scappar via da un egitto che nn e’ piu’ quello in cui desideravo avere una “base”. per il resto so da persone che conoscono bene l’egitto che la legge e’ molto severa con chi fa il furbo (molto piu0′ che in italia). e questo mi fa avere ancora qualceh barlume di speranza

  140. alessia scrive:

    Comunque ricordiamoci che prima dell’inizio della guerra la fase 1 doveva gia’ essere terminata
    e quindi ci dovevano pagare gia’ le penali.
    Di cosa state parlando ? Fiducia nell’investimento,pil ..
    Qualora volessero ripartire i lavoro dopo che la situazione in Egitto si e’ tranquillizzata dove prenderebbero i soldi visto che l’escrow account e’ vuoto?
    Un nuovo investitore dovrebbe pagare i soldi che noi abbiamo versato e non ci sono piu’??
    Che e’ un indigeno con l’orecchino al naso??’

    • francesco scrive:

      Chi ti ha detto che l’escrow è vuoto. Hai le prove o stai parlando senza sapere quello che dici. Per coloro che hanno pagato in stati di avanzamento, molto probabilmente nell’escrow ci troveranno poco o nulla perchè in teoria hanno pagato quello che è stato costruito e quindi da una causa non so cosa sperano di ottenere. Se si rivendono gli appartamenti, in questo stato il valore degli stessi è molto inferiore a quanto versato ammesso che tra diversi anni si troverà il compratore. Se le cose in egitto vanno male dalla vendita non ci ricaveremo nemmeno le spese legali che tra le altre cose aumenteranno all’aumentare del rischio paese. La causa penale pone fine al resort e non ci fa recuperare i soldi.

      • admin scrive:

        Ciao Francesco, volevo porti due domande: la prima è se sei passato dalla fase 2 alla fase 1, la seconda è se hai aderito alla prima “consulenza” legale da parte dello studio olandese, e se si, quale è stato l’esito del controllo sull’ Escrow Account

    • luigi scrive:

      Io credo che chi ha investito in questo progetto una qualsiasi somma,e oggi perde tempo per vedere se può risparmiare 100/200 euro per la parcella dell’avvocato o allude addirittura che ips si è organizzata per spillarci altri soldi,sono persone che amano fare chiacchere senza una soluzione concreta,inoltre non considerano che c’è qualcuno che è maggiormente esposto e gli girano i m…..
      Siamo stati a San Marino e ci hanno spiegato la strategia dell’eventuale azione legale,invece oggi chediamo consigli alla Sig.ra Muto come attivarci in caso di azione legale,con tutto il rispetto per la Sig.ra Muto non credo che sia la persona più adatta.
      Tengo a precisare che non voglio difendere IPS anche perchè non hanno bisogno della mia difesa,sicuramente in questi 3 anni li ho conosciuti professionalmente e hanno tutta la mia stima,e vi assicuro che nel viaggio di Hurgada mi sono confrontato con altri investitori e condividono il mio stesso pensiero nei confronti di Davide Montanari e Marco Segoloni.
      Detto questo oggi ho dato mandato all’avvocato per iniziare la causa,magari passeranno degli anni,forse non riuscirò a riprendermi un solo euro,forse nessuno pagherà per quello che ha fatto,o forse un giorno giustizia sarà fatta,non lo sò,quello che sò è che oggi è l’unica soluzione concreta.

      • admin scrive:

        Ciao Luigi, ho due domande da porti, la prima è se sei passato dalla fase 2 alla fase 1 del progetto, la seconda se hai partecipato alla prima “assistenza” legale dello studio olandese, e se si dato che dovevano appurare questo, quale è stato l’esito della verifica del conto Escrow, grazie

        • luigi scrive:

          Il mio investimento è in fase 1.
          per quanto rigurda i conti dell’escrow accont ho ricevuto la documentazione da IPI tramite lo studio legale olandese,e sembravano in linea con la costruzione,ma la documentazione doveva essere verificata da un terzo per essere vertitiera.

          • admin scrive:

            Perdonami Luigi, ma di cosa stiamo parlando? Lo studio legale dei clienti comunica l’esito alla controparte (i.p.i) che a sua volta lo trasmette ai clienti? Ma ditemi se vogliamo giocare costruisco un’altro blog per giocare…. Lo studio legale olandese non era stato proposto da quelli che tu ritieni dei veri professionisti, per verificare la situazione amministrativa sull’Escrow account che dovrebbe essere di pieno diritto dei correntisti? Ora veramente stiamo esagerando con le chiacchere………

            • Maria Teresa scrive:

              In effeti le 290 euro per sapere qualcosa dell’escrow era stato lo studio legale consigliato e contattato dall’IPS ed alla maggior parte di noi ha saputo dire poco o nulla. Non mi ricordo chi degli interlocutori ha chiesto che tipo di avvocato è il mio: Mi sembra di aver detto il nome dello studio legale che è di diritto internazionale civile, penale, cassazione ed insegna ad una università italiana.

            • luigi scrive:

              Forse mi sono spiegato male.
              Lo studio legale olandese ha fatto a suo tempo richiesta dei conti escrow direttamente ad IPI, a sua volta IPI ha fornito la documentazione allo studio legale il quale l’ha girata a noi. Però quella documentazione non è attendibile in quanto è una relazione scritta da ipi e non verificata da un terzo. Per verificare i conti escrow, devi dimostrare che ci sia stata un’anomalia, e per fare questo in olanda devi fare prima un’azione legale contro el sery in egitto, dopo che hai dimostrato che effettivamente ci siano state delle anomalie allora a quel punto puoi verificare i conti in olanda.

            • admin scrive:

              In realtà lo studio legale olandese avrebbe dovuto (e se non ricordo male bastavano tre deleghe dei clienti/investitori) per fare questo, richiedere direttamente all’Escrow Agent senza passare da I.P.I (parte interessata) lo stato dei conti, dal momento che per definizione l’escrow account è un contratto tra due soggetti in base al quale le parti contraenti affidano ad un terzo soggetto il mandato per regolare la compravendita di beni mobili e immobili, a seguito della stipulazione del contratto di escrow account, le parti depositano presso il terzo il bene o il documento oggetto della transazione e il suo controvalore in denaro. Il bene o la somma depositata viene amministrata per conto del depositante fino al momento in cui ( verificarsi di una determinata condizione), sarà consegnata al compratore. Il terzo agisce dunque come Escrow Agent tra le due parti contraenti. In sostanza il compratore per avere maggiore garanzia sul buon esito della costruzione, verserà al venditore un’anticipo di denaro per le burocrazie ed eventuale parte di immobile esistente, il resto del denaro sino al saldo del prezzo, sarà versato in un conto escrow, gestito dall’escrow agent, il quale monitorerà la costruzione attraverso certificazioni tecniche e commerciali e trasferirà le somme di denaro al venditore/costruttore solo dopo aver certificato lo stato di ogni avanzamento, sino alla consegna del bene. Non mi pare che sia accaduto nulla di tutto ciò, quindi la figura dell’Escrow Agent in questo caso è molto molto discutibile ed i legali non hanno verificato quanto avrebbero dovuto e potuto fare con le deleghe ricevute.

      • Maria Teresa scrive:

        Ma scusami tanto, amico di Davide e Marco, ma chi ha chiesto di cambiare dalla fase 2 alla fae 1 con una aggiunta di denaro?, ma chi ha chiesto a qualcuno di rivendergli la fase 1 a metà di quella che l’avevano pagata. Ma chi ci ha chiesto di andar ad Hurgada per farci fare uno scambio con un immobile di meno valore di quello acquistato ad un prezzo del doppio del valore reale. Materialemtne e fisicamente sono stati loro. Oggi loro devono dire cghi gli ha ordinato di fare questo se non sono stati loro e per quale motivo?.

        • francesco scrive:

          Te lo dico io. Non glielo ha chiesto nessuno, è una loro idea per guadagnare altri soldi sulle transazioni. Vedi che ho ragione? Che hai sbagliato mira? io credo tu voglia fare causa ad IPS ma la farai ad IPI. Beato l’avvocato che prenderà in mano le tue carte.

  141. francesco scrive:

    Buongiorno a tutti,
    qualcuno a ricevuto info su come partecipare all’azione legale proposta da IPS?
    Maria Teresa, sostiene che l’avvocato proposta da IPS sia molto costoso, ma questo tuo avvocato di diritto internazionale quanto chiede per la causa? Più clienti uguale meno costi?

    • Maria Teresa scrive:

      Se leggi bene quello che ho scritto e tra le righe avresti capito che quella richiesta di spese legali era un’altra trovata per spillarci soldi che non ci facevano neppure una sola causa. Leggi bene quello che ho detto: bisogna fare una causa per ciascuno se si vuole arrivare alla fine della causa e non unita perchè basta che uno viene contattato da chi ha INTERESSE A NON MANDARCI AVANTI la causa globale si blocca. Oppure se qualcuno decide che non vuole proseguire, la causa globale si blocca ugualmente. Loro chiedevano 900 euro per la causa civile e resistuivano anche le 290 a chi le aveva versate, per la causa penale che costa pochissimo rispetto alla causa civile e chiedevano 900 euro per la causa civile. La causa penale solo di bolli e presentazione, deposito in tribunale, senza spese legali, costa in tutta italia circa 1200 euro ciascuno. Loro con 900 euro ciascuno non avrebbero neppure depositato gli atti in Tribunale. Questo è quello che ho detto. Rileggitelo bene. Poi ho sempre scritto la mia email muto18@libero.it e non mi nascondo neppure il viso perchè tra i nostri interlocutori c’è sempre qualcuno della IPS.

      • Maria Teresa scrive:

        scusate ho scritto il contrario per la causa civile solo per depositare gli atti tra bolli ecc. senza spese legali ci vogliono all’incirca 1200 euro ( io avevo detto la penale che costa poco ed è diretta mentre la civile dura anni ed anni eda alla fine non troveremo nulla)

  142. alessia scrive:

    Penso che IPI giochi sul fatto che una causa legale ci costi troppo !!!
    Con chi pensa di avere a che fare con dei morti di fame???
    I soldi investiti vanno recuperati !!!

  143. MERI scrive:

    Per favore riuniamoci tutti insieme per fare causa penale a questi truffatori!!!! basta scrivere sul questo blog frassi che non servono niente!!!! facciamo i fatti tutti insieme!!!! se aspettiamo ancora non vediamo piu i nostri soldi!!!! facciamo un gruppo di persone che vogliono fare causa, altrimenti perdiamo altro tempo! tanto lavori non partono piu!!!! per me riuniamo anche signora teresa che vinta causa con dubai!!!! se siamo in tanti spendiamo meno soldi per fare una causa. non capisco perche aspettiamo miracolo? e tutto chiaro che una truffa!!!! la mia email: meri.bi(chiocciola)virgilio.it per favore contattatemi, che ce la interesse di tornare i soldi
    indietro investite!!!

  144. MERI scrive:

    Ciao a tutti . ma vogliamo riunirci tutti insieme per fare un gruppo di persone per fare una causa penale, invece di perdere altro tempo e sparare solo le cazzate che non servono nulla!!!! oltre che perdiamo tempo possiamo perdere anche i nostri soldi e non vedere piu!!!! perche queste di ipi possono sparire con nostri
    soldi in qulsiasi momento!!!!!!! allora cosa aspettiamo? se loro dicono che sono falliti e nulla tenente , questo punto cosa vogliamo fare? per favore facciamo finitta queste chiacchiere

  145. francesco scrive:

    Stiamo ricominciando a sbranarci tra noi? I soldi non ce li ha spillati nessuno. Io sono tra quelli che ha sempre pensato che se la costruzione del resort dovesse andare male (non ripartire), il blocco dei lavori è solo una cosa positiva in quanto almeno se devo perdere dei soldi, ci perdo meno possibile. Se i lavori fossero ripartiti il cambio di governo avrebbe determinato un nuovo blocco con l’unica aggravante che ci avremmo rimesso tutti più soldi e forse era anche peggio. Ieri la notizia è stata diciamo buona per il fatto che così si sono fermate le guerre in piazza, ma per quelli che conoscono le vicende egiziane, vi posso assicurare che la stabilizzazione sarà molto lunga. Cambierà tutto e prima dobbiamo vedere se l’esercito mollerà la presa e se non lo farà prevedo guerra civile, altro che stabilizzazione. Qualsiasi investitore vorrà conoscere il programma di investimenti per il turismo che varerà il nuovo governo e ci vorrà un bel po. Per fortuna l’egitto ha bisogno di risollevarsi e uno dei punti principali è proprio il turismo che vale il 5% del PIL. Il piano di apertura all’acquisto di terreni era stato varato di recente dal vecchio governo. Chi sa cosa può accadere. E se dovessero decidere di modificare il piano e riprendersi la proprietà dei terreni come fecero in brasile molti anni fa? La situazione attuale al Cairo non è per nulla pacifica e speriamo solamente che si stabilizzi il prima possibile perchè ad oggi nessuna banca concede prestiti per progetti sul Mar Rosso, che sia chiaro. Se prima l’Egitto non riacquisterà fiducia nei mercati…..non ci rimane che attendere……Capisco che per molti l’attesa e’ snervante ma credo che non ci sia nulla da fare. Attivare adesso le azioni legali non fa che accrescere le nostre perdite e far accrescere la sfiducia degli investitori in questo progetto.

  146. filippo scrive:

    Ora che al governo egiziano è salito un fratello musulmano..e tutti Gioiscono in piazza..vorrei proprio sapere come c…o giustificheranno ancora la forza maggiore..sono proprio curioso..

  147. alessia scrive:

    Luigi non capisco il suo commento la colletta!!!
    Qui la colletta la debbono fare a noi con tutti soldi che ci hanno spillato!!!!

    • Gianni scrive:

      Già il problema è proprio questo…chi ce li ha “spillati” i soldi? Dai commenti della Sig.ra Maria Teresa pare una guerra contro IPS…a me di IPS non me ne frega niente io vorrei solo uscirne in qualche modo con le ossa meno rotte possibile!!!

    • luigi scrive:

      Dopo l’annuncio del nuovo presidente egiziano le cose in egitto dovrebbero andare
      meglio.Un’altra data importante è il 1° luglio,l’esercito dovrebbe lasciare il potere al nuovo presidente.Così potrà ripartire piano piano la macchina egiziana.
      Magari il nuovo investitore del Mabr potrebbe finalmente firmare.
      Speriamo.

      • Maria Teresa scrive:

        Ammesso e non concesso che come dicono LORO c’è un nuovo investitore. Secondo te questo terrà conto di quello che abbiamo versato e ci rimetterà lui le nostre cifre?Illusione

  148. gianni scrive:

    Sono d’accordo con MariaTeresa, però il problema è rischiare o meno ulteriore denaro (ovviamente la scelta è in base all’esposizione attuale)in una pratica legale perlomeno impervia.
    Comunque se si riuscesse ad accordarsi per fare una battaglia legale con una spesa equa io ci starei.

    • Gianni scrive:

      Gianni, la posizione della Sig.ra Maria Teresa mi sembra troppo animata da diatribe personali con gli agenti che l’ hanno seguita nell’ acquisto. Il sottoscritto è fortemente esposto in questo progetto…forse più di tutti! Quindi credetemi io come la maggior parte dei partecipanti a questo blog, spero solo che in qualche modo si possa ancora uscire da questa situazione.
      Personalmente credo che andare a fare le pulci ai mediatori più o meno a ragione sia assolutamente inutile.
      Ora, visto che in Egitto le ClassAction non sono contemplate e che uno studio legale dovrebbe seguirci uno per uno, qualcuno potrebbe dirmi quale potrebbe essere la cifra giusta per una causa? E perchè no alla causa proposta da IPS?

      • Maria Teresa scrive:

        Allora sono sempre a ripetere che in queste cose bisogna essere lucidi. Chi ha potuto parlare con l’avv. Item ha potuto saper che per fare una causa civile ( durerà anni e nel frattempo non troviamo più nulla da recuperare) solo per depositare gli atti di ciascuno di noi per una causa CIVILE costa 1200 di spese cancelleria, bolli ecc. Quindi quelle 900 euro che loro chiedevano non bastavano neppure a depositare un atto che deve essere uno per uno e non globale. Mentre per una causa penale è velocissima e meno costosa. Se la causa parte dallo studio di Lugano possono interloquiare con tutti gli studi legali del mondo ed il giudice è tenuto a seguire il percosro dei nostri soldi.

  149. francesco scrive:

    C’è qualcosa che non quadra. Una developer va in bancarotta quando un creditore chiede un credito esigibile e il debitore (in questo caso il developer) non può onorarlo. Per essere esigibile il credito deve essere dichiarato tale da un tribunale con procedura di decreto ingiuntivo. In questo caso chi sono i creditori e soprattutto chi è che ha fatto causa? L’escrow in ogni caso non può essere attaccato, al più in caso di fallimento si possono vendere i beni e con il ricavato pagare i creditori. Vorrei capire se ci sono fornitori che non sono stati pagati. Da quello che so forse ci sono creditori che sono stati pagati senza che le forniture siano arrivate (esempio dei mobili) ma il contrario mi suona strano. C’è qualcuno che ha maggiori informazioni? Vi lancio una proposta…se la società El Sery è in liquidazione potremmo essere noi a fare una proposta di acquisto della società. Io sono per cercare un legale egiziano che possa reperire le informazioni basilari. Non è necessario secondo me in questa fase prendere il migliore studio legale del mondo perchè a noi servono solo informazioni semplici per capire come andare avanti. Non non abbiamo neppure molto chiare le informazioni basilari.

    • Maria Teresa scrive:

      Qui serve uno studio legale di diritto internazionale che faccia una bella causa penale da chi ci ha proposto per primi gli acquisti e poi, dato chi fa diritto internazionale può far intervenire per risolvere tutti i dubbi e le incertezzze che girano nel blog e tante sono state fatte scrivere da chi se la sta facendo sotto da quando ha sentito nominare uno studio legale di diritto internazionale e come ho sempre detto anche al meeting, magari da sola ma la guerra la so fare e la faccio non solo per vincere la guerra, ma la battaglia perchè già ho avuto a che fare con questo studio legale e vi assicuro che arriva dove altri non arrivano fino a trovare i nostri soldi.

  150. alessia scrive:

    Se leggete i blog inglesi parlano di malagestione da parte dell’ escrow account dell’incapacita’ di eric maan ,
    di come i personaggi siano sempre gli stessi dai tempi dello zafarana.

  151. 954728 scrive:

    Per info visitate anche questo Blog ci sono parecchie cose interessanti,
    poi ognuno le valuti come meglio crede, perchè qui e tutto relativo,
    basta dire una cosa giusta o sbagliata e tanti si fanno influenzare senza realmente sapere
    se la cosa detta da qualcuno e giusta.
    Secondo me l’unico sistema per capire cosa succede e prendere uno studi di avvocati e fargli fare una perizia su questo progetto e sulla situazione a oggi, poi una volta fatta questa relazione saranno gli avocati a consigliarci la strada piu giusta,
    invece adesso mi sembra che tante persone brancolano nel buio e cercano di seguire piu una persono a l’altra basandosi solo su sensazioni, invece qui le sennsazioni sono le cose piu sbagliate, qui ci vogliono prove concrete e dopo si reagisce.

      • francesco scrive:

        Ben detto ma passiamo ai fatti. Io concordo con te l’unica cosa e’ che preferirei avere un avvocato al di sopra delle parti. In tempi non sospetti interpellai l’ambasciata italiana al Cairo che me me segnalo’ alcuni che dalle risposte che mi hanno fornito sembravano molto Ferrati nella materia. Da allora il buio completo. Molti hanno preferito spendere inutilmente 190 euro. E siamo sempre al punto di partenza… forse anche un po più Indietro.

        • Maria Teresa scrive:

          Questa bancarotta è solo una versione che vuole dare questo segnale: è inutile che fate cause che tanto non trovate nulla e mi suona come sempre che chi la fa scrivere è chi teme il peggio. Mi sapete dire perchè ad IPS più di uno ha proposto che invece di due a Marsa Alam gli venga dato uno finito ad Hurghada, anche se è una ulteriore truffa? No loro vogliono che cambiamo ogni transazione di appartamento di Marsa Alam con appartamento di Hurghada. Se volevano chiudere questa storia avrebbero accettato lo scambio di due con uno! e no! se no come fanno a prendersi ulteriori 33000 x ogni scambio? E poi ad Hurghada si trovano appartamenti anche a 13000 euro. I soldi io, con il mio legale Avv. Item Ildebrando ( andate sul sito e vedete chi è) io li ritrovo perchè con lui sto risolvendo in soli 10 mesi la mio acquisto di Dubai e guarda caso insieme a me nella causa di Dubai c’è anche un altro investitore che appena ha saputo che l’avv. Item mi tutelerà avendolo già appurato con Dubai e come ha proceduto ha accettato di usare lui anche per i suoi due appartamenti con IPI. Ad un avvocato di diritto internazionale non ci vuole molto ad arrivare dove sono i nostri soldi. A chi scrive di bancarotta non serve a nulla anche li si può arrivare senza andare in egitto con un avvocato di diritto internazionale perchè hanno i loro collegamenti con Olanda, Egitto ed anche in Inghilterra da Immoworld.

          • Maria Teresa scrive:

            con l’avv. Item, per quanto riguarda Dubai ( dove non c’entra IPI) ho ottenuto persino l’8% annuo stabilito della rendita che dovevano darmi dalla consegna dell’immobile e non solo dei soldi da me versati ma l’interessi che avrebbero dovuto darmi dalla consegna dell’immobile che era a giugno 2009 e questa cifra è stata aggiunta dal giudice sui soldi da me versati. L’unica cosa è essere decisi in quello che uno deve fare. Ricordatevi che la mente è quella che comanda il nostro corpo. Se noi pensiamo negativamente il nostro corpo reagisce in negativo, ma se noi riusciamo a riprendersi la nostra mente potremmo ottenere ottimi risultati. La vita è fatta di azioni e le conseguenti reazioni che possono dare.

            • francesco scrive:

              scusa Maria Teresa, questo tuo avvocato di diritto internazionale quanto chiede per la causa? Più clienti uguale meno costi?

          • francesco scrive:

            La bancarotta e’ solo per la parte olandese.

          • luigi scrive:

            Ma facciamo una colletta e diamo un pò di euro all’avvocato della sig.ra Maria Teresa,sperando che la finisca con i suoi commenti.

            • Maria Teresa scrive:

              se vuoi posso partecipare a fare una colletta per te per farti avere le 1800 euro che chiede IPS, anzi se vuoi te le dò io per farti capire che sono altri soldi truffati perchè con quelli non ci arrivano neppure in tribunale a depositare un atto, perchè deve essere fatto un atto ciascuno e non globale perchè ci sarà qualcuno che pagherà uno di noi pere togliersi dalle p….. e così blocca la causa comulativa. Il mio legale non ha bisogno di altri clienti perchè già siamo abbastanza per poterci seguire meglio e per recuperare di più. fai meno del sarcasmo perchè anche se sono una donna e mi chiamo Muto di cognome ti posso assicurare che quando si tratta di recuperare da chi mi ha truffato vado fino in fondo e quando è il momento ,altro che muto, sapessi come parlo!!!!!!!

  152. alessia scrive:

    Occorre fare una causa penale personale a questi signori ,
    ma ci vuole solidarieta’ tra gli investitori

  153. francesco scrive:

    Qualcuno sa in che maniera entrerà il nuovo investitore, se mai entrerà? Visto che il MABR è costruito con i nostri soldi, El Sery dovrebbe essere tenuta ad informarci su qualsiasi cosa voglia fare con gli appartamenti (o parti di esso) costruiti con i nostri soldi. Per caso l’investitore comprerebbe anche i nostri appartamenti rimborsandoci tutto? Le informazioni sono abbastanza vaghe. Potrebbe essere il caso di informare le autorità egiziane sulla nostra situazione? Le autorità dovrebbero sapere che il terreno con quello che c’è costruito sopra in realtà è nostro. Molte questioni dovrebbero essere approfondite consultando la legislazione locale.

    • Dany scrive:

      Ciao Francesco sono nuovo del Blog ma vecchio per quanto riguarda l’investimento al Mars Alam beach resort.

      purtroppo ti comunico che da ieri El Sery netherlands e in liquidazione dopo l’annuncio della banca rotta….
      quindi c’è poco da dire su quello che succederà….
      purtroppo ho notato che in questo Blog si parla di tante cose ma non ci si riesce ad organizzare come gruppo e questo va tutto a favore della controparte.
      Se si vuole ottenerde qualcosa singolarmente dicerto non ci riuscirà nessuno, bisogna creare un gruppo che porta avanti un discorso ma che sia uno.
      Basta presupporre che forse succederà quello o questo, basta dire ho informazioni ma non le posso divulgare, signori sembra proprio che no vi interessa cercare di trovare una soluzione.
      Qui bisogna prendere il toro per le corna, ma mi sa che il toro ha preso noi per le corna.
      Vogliamo qualcosa creiamo un gruppo.

      Saluti a tutti da un’ amico. Er Dany

    • Maria Teresa scrive:

      Le autorità egiziane lo sanno se hanno registrato i nostri acquisti al T.D.A. Ma poi chi investitore viene ad investire su una costruzione iniziata e di cui i soldi li hanno presi altri. Dovrebbe rimetterci tutto di tasca sua e poi all’ultimo ci dirà che se vogliamo le case dobbiamo dargli 60.000 euro ciascuno perchè lui i nostri soldi non li ha avuti!

  154. alessia scrive:

    Ma lo sapete che il Samra bay e’ in ritardo di due anni nella costruzione???
    Quindi e’ il samra bay proposto per lo scambio????

  155. cristina scrive:

    lascio a tutti la mia mail, fatemi pure tutte le domande che volete.
    riassumo pero’ dicendo che i discorsi variano molto se si è in FASE 1 O FASE 2.
    krytrieste(chiocciola)hotmail.it

    • 954728 scrive:

      Per conoscenza questo è stato postato su un blog inglese.

      Hi everyone,

      I have just come back from Egypt and have found out the following:

      – El Sery netherlands is now in liquidation after announcing bankruptcy
      – There are no more employees in MABR as the resort is closed with perhaps only a security guard
      – El Sery cairo office is merely an admin office as most staff are also no longer working. I tried hard to arrange to meeting somebody there but had no luck

      The bottom line is that IPI was the main and only shareholder in El Sery at the start. It now seems that there could have been a significant change in share ownership in which Jurgen Oddens who was the main shareholder could have relinquished a big chunk to others, and in turn these holdings are seen key cash vehicle to be redeemed by these other shareholders if they are successful in the sale of MABR to an outside investor. It is no wonder that they are so keen to sell to an outside investor so that they can pocket the cash and then leave all us original investors in a huge legal limbo and a complex and costly legal nightmare with any new investor for years to come. Let us not forget at all that whatever was put in El Sery/MABR construction was from escrow funds and we should not let these shareholders of El Sery to get away with our cash. In many ways we should view this such that we investors actually funded MABR and as there was no debt from elsewhere we should be the main beneficiaries of whatever is left of MABR. The current shareholders have no assets in the company except for all the liabilities to us. I have also spoken with an anonymous TDA official who now believes that the El Sery is jeopardising its position by giving Egypt a bad name by insisting on the “force majeure” where clearly despite all the difficulties in Egypt, things continue to progress and many developments do get finished as well. You only need to go there and see good progress all across despite all these huge problems.

  156. alberto scrive:

    Buonasera a tutti i partecipanti a questo viaggio…. Volevo comunicare con Maria Teresa per meglio capire la mia situazione. Sono stato in Egitto anche da poco e sinceramente sono rimasto deluso, considerate che sono nella fase 2 …. qualcuno ha definito ultimamente… roccia…ma pensa te che affare che ho fatto, mi avevano proposto (la Signora Silvia di IPS) di passare alla fase 1, ma io Le ho risposto che preferivo vedere ultimata la fase 1 e magari andarci in vacanza. Per fortuna non ho sborsto altri soldi…
    Maria Teresa, ti metti in contatto con me?
    marigaia4(chiocciola)gmail.com
    Alberto. 335/7020633
    O chiunque abbia notizie piu’ precise che non siano quelle sentite a San Marino…..
    Ciao e Grazie a tutti.
    Alberto.

  157. agostino scrive:

    Ciao Luigi prima di tutto un saluto visto che ci siamo conosciuti nel viaggio organizzato da IPS ad Hurgada. Volevo solo confermarti che tra i vari cantieri visitati, tenendo conto dei costi, quello a mio avviso di reale interesse, visti i rendimenti garantiti da fidejussone bancaria, e’ quello di Samra Bay. Alla fine, tuttavia, ho deciso di aderire all’azione legale e basta; la situazione in Egitto devo dire mi convince sempre di meno e non me la sento di investire altro in questo paese. Mi sento tuttavia di sottolineare in questo blog che gli appartamenti che abbiamo visto erano reali, alcuni finiti completamente altri in fase estremamente avanzata, per chi magari deve ancora andare in ricognizione e non sa cosa aspettarsi. Diversa la situazione del MABR: sui permessi e su altro, ma oramai credo sia inutile piangere sul latte versato; siamo incappati in delinquenti veri e propri o se non altro in pessimi amministratori. Forse un giorno avremo la soddisfazione di vedere qualcuno di loro in galera. Voglio dire poi che Marco e Davide si sono prodigati per accompagnare tutti i clienti sui vari cantieri e francamente a me pare facciano il possibile per dare una mano: non so se ci riusciranno o meno ma questo almeno e’ innegabile. Concludo definendo incomprensibili le diatribe tra clienti su questo blog; dovremmo darci una mano a vicenda e lasciare le polemiche fuori di qui.

    • francesco scrive:

      Caro Luigi, devo dire che sulla situazione politica e futuri investimenti in Egitto sono daccordo con te. Permettiti però di dissentire su 2 cose, la prima è che il lavoro di IPS in questo momento non mi sembra molto diverso da quello di qualunque agenzia che cerca di vendere altri appartamenti (ti accompagna sul posto, ti cura gli interessi, etc…), la seconda è quella che se hai intenzione di comprare ad Hurgada, di completo trovi tanto ed a prezzi molto più competitivi quindi non vedo quale convenienza possiamo avere a fare il cambio. Infine le diatribe sono ben accette perchè rispecchiano i diversi punti di vista di ognuno. Piano piano però il quadro va diventando sempre più chiaro. Io non aderirò all’azione legale perchè non ne vedo la convenienza economica. Personalmente preferisco rischiare aspettando, non mi sembra di avere molta scelta. L’azione legale conviene certamente a chi ha comprato diversi appartamenti. Sulle autorizzazioni se ne parla tanto ma ancora non ho trovato nulla di concreto. Un amico egiziano si è informato al TDA dal quale ha ricevuto notizie positive, nel senso che il progetto AD OGGI non ha nulla che non va dal punto di vista autorizzativo. Non capisco perchè si parla di autorizzazioni ma non si dice mai quello che non va. Ti ricordo che i lavori sono bloccati non per motivi di autorizzazioni perchè le lavorazioni sono iniziate anche prima di aver ricevuto tutti i permessi. Il blocco dei lavori è dovuto ad altro.

  158. cristina scrive:

    in seguito all’invito a non scrivere più sul blog, confermo che questo sarà l’ultimo post.
    tanto cosa serve, sapete già tutto…
    – i permessi, sapete a che punto sono i lavori???…cara signora alessia…

    io ora saprei darvi tutte le risposte (sono rimasta alla visita 1 ora e 30 ed ho chiesto e visto di tutto), ma certo è meglio affidarsi a ips e farsi spillare soldi…

    comunque… i nostri appartamenti, solo fase 1, ripeto solo fase 1 sono pronti al 50%, ma sono già occupati (dagli uccelli) in quanto lo sapete che non c’era 1 solo operaio?, lo sapete quando firmerà il nuovo investitore e chi sarà…lo sapete che chi ha comprato la fase 2 non ha solo sabbia, ma è tutta una spianatoia di roccia???
    be chi vorrà sa dove scrivermi.

    • admin scrive:

      Salve Cristina, il mio ammonimento in qualità di moderatore era chiaramente riferito al fatto che l’utilizzo del Blog è mirato a comunicare notizie di pubblica utilità sull’argomento, nulla di personale, grazie per le informazioni

    • PI-SE scrive:

      Buongiorno Cristina.
      Purtroppo, non avendo tempo di recarmi personalmente in egitto, la ringrazio se potesse contattarmi privatamente ( pi-se(chiocciola)libero.it) .
      Saluti.

    • luigi scrive:

      Cara Sig.ra Cristina,
      anche io nel dicembre scorso sono stato a marsa alam e ho visitato il cantiere, e tutto quello che ho visto e sentito sul posto l’ho trasmesso sul blog, poi sono stato alla riunione di San marino e per andarci Le assicuro che ho fatto un bel pò di km, e adesso sono appena tornato da Hurgada per valutare l’alternativa che Lei già conosce. Pertanto credo di aver aperto il mio portafoglio più volte, e Leggere quello che Lei ha detto a proposito delle informazioni che ha e non le condivide con noi, mi fà solo pensare che Lei è talmente arrabbiata e la Sua rabbia la sfoga con noi che siamo nella stessa Sua situazione forse anche peggio.

    • luca scrive:

      buongiorno cristina…se nn ricordo male gia’ parlammo una volta perche’ anche lei, come me ,compro’ tramite immoworld( o planethouse che dir si voglia). mi piacerebbe sapere notizie fresche e riguardo il villaggio.
      lucabrnroma(chiocciola)hotmail.com grazie

    • francesco scrive:

      Non te la prendere, comprendiamo il rammarico ma le informazioni che puoi darci sono preziose perciò ben accette. Grazie comunque.

  159. Andrew scrive:

    Per Cristina, rispetto la sua decisione di parlarne in privato, siccome ho amici in Egitto e siamo anche noi in procinto di intraprendere un viaggio, saremmo lieti ci desse qualche suggerimento a Carbons2000(chiocciola)live.it Grazie.

  160. filippo scrive:

    Salve Cristina..sarei curioso di sapere..vorrei poterti contattare in privato. pippospitoni”chiocciola”hotmail.it. Molte grazie

  161. alessia scrive:

    Cara signora Cristina non so quale sia il suo problema e non mi interessa comunque denota sicuramente poca maturita’.
    Abbiamo gia’ mandato persone giu’ al cantiere quindi quello che ci direbbe e’ la scoperta dell’acqua calda.
    La saluto cordialmente

  162. cristina scrive:

    do solo notizie in privato, corredate da relazione e foto…
    alle persone “sarcastiche” un bel nulla…

    • admin scrive:

      Cara Cristina, se Lei dà notizie solo in privato, è poco opportuno che continui a scrivere su questo BLOG, inoltre se ci racconta dove e con chi, aprendo il portafoglio è stata in vacanza, senza nulla da riferire ai partecipanti di questa discussione, è inequivocabile pensare che sia Lei a fare sarcasmo ! Se ci vuole aggiornare con notizie relative all’argomento i suoi post sono graditi. Grazie

  163. fabio scrive:

    Ciao, c’è qualcuno in questo blog che a acquistato nel progetto Almaza Bay, tramite Immoworld? Se si fatevi vivi per un contatto. Grazie

  164. alessia scrive:

    Cara Sig.ra Cristina lei che ha aperto il portafoglio non potrebbe illuminare anche noi comuni mortali delle sue scoperte!!!
    Saluti

  165. cristina scrive:

    quanti post in una sola settimana, durante la mia assenza dall’italia.
    io ho fatto qualcosa di MOLTO MOLTO produttivo, ho aperto il portafoglio e mi sono pagata un volo per due adulti ed un neonato per effettuare un sopralluogo al cantiere al 14 giugno con il responsabile di cantiere.
    ora so tutto quello che bisogna sapere!

    • Antonio scrive:

      Quindi ??

      Cristina, nel limite del possibile, ci puoi dire qualcosa?

      Grazie

    • francesco scrive:

      ciao Cristina, le tue informazioni ci potrebbero essere estremamente di aiuto. Siamo tutti nella stessa barca quindi sarebbe opportuno tu partecipassi le tue impressioni. Non credo ci sia nulla da temere nel dire quello che hai visto e che hai percepito.

  166. alessia scrive:

    Ma e’ possibile che ci sono persone in questo gruppo che faranno lo scambio con Hurgada sborsando ulteriori soldi???
    Ci avete pensato
    che puo’ essere un ulteriore modo per spillarci altri soldi e ad Hurgada non c’e’ niente??
    A roma si dice una volta si ma due sei cornuto!!!!
    (scusate la parola non molto carina ma molto efficace)

  167. fabio scrive:

    Qualcuno ha notizie sulle permute offerte ad Hurgada?
    Chi ha effettuato il viaggi ad Hurgada può darci qualche notizia?

    • giovanni scrive:

      Forse sei rimasto l’unico che ancora crede a questa storia della permuta. Se ti organizzi da solo e ti compri da solo un appartamento ad Hurgada lo trovi finito al 50% del prezzo offerto da IPS e ci risparmi pure la provviggione ulteriore che dovresti pagare a questi. Sei ancora convinto che si tratta di una permuta? Svegliati fabio.

  168. alessia scrive:

    Secondo il mio modesto parere siamo incappati in una truffa bella e buona!!!

    • admin scrive:

      Personalmente non credo si tratti di una truffa premeditata, i presupposti erano buoni per questa cospicua operazione immobiliare, se non che, sono sopraggiunti degli avvenimenti, quali: in primis la crisi internazionale che ha arrestato il flusso degli investitori inglesi ( importante realtà per alcune aree vip del mar rosso), poi la rivoluzione etc. etc. ma indagando sulla rete si è venuti anche a conoscenza che I.P.I era già implicata in una complessa diatriba con gli investitori del progetto Zafarana: LINK IN INGLESE, LINK TRADOTTO, per cui l’Escrow Account pare essere il medesimo, VEDI questo LINK
      Vista la stretta relazione tra I.P.I, Zafarana e l’Escrow “Stichting Derdengelden I.P.I”, viene da pensare che si siano utilizzati i fondi con modalità poco chiare.
      In sostanza I.P.I forse pensava che con l’affare del M.A.B.R avrebbe sistemato anche lo Zafarana, ma…. non è andata così….

      • francesco scrive:

        E’ possibilissimo che sia andata così. Non conoscendo la legge olandese però non escludo che ci possa essere la possibilità che uno stesso Escrow possa gestire più progetti su fondi però separati. Su questo non mi sento di dare parere. Una cosa è certa, non sappiamo come ha operato l’escrow e la prima analisi che doveva fare lo studio legale era proprio questa, vedere se le tranches di pagamento sono state realmente versate al costruttore e se corrispondono effettivamente agli stati di avanzamento. Se qualcosa fosse andato male ci sarebbero già le premesse per mandare qualcuno in galera. Ora mi chiedo, ma a cosa sono serviti 49.000 euro pagati allo studio legale? Credo che queste informazioni potrebbero essere racimolate con pochi soldi da un legale Egiziano magari collaborando con uno Olandese. Sarebbe nostro diritto avere le informazioni. Dopo tutto quello che è successo non è certo presso IPS che andrei a chiedere aiuto come stanno facendo molti di noi probabilmente adescati da qualche falsa promessa.

  169. alessia scrive:

    A me non va giu che mi hanno appioppato con l’inganno, che mi hanno fatto scambiare l’appartamento della fase 2 con fase 1 spillandomi altri soldi..
    Qualcuno deve pagare per questo mio caro Francesco qui non si tratta di affaristi ma di inganno!!!

    • Maria Teresa scrive:

      Guarda che non sei l’unica che hanno proposto lo scambio proprio giocando sul fatto che nella fase 1 erano iiziati i lavori e nella fase 2 dovevano ancora cominciare. Addirittura ci sta chi ha lasciato libera la fase 1 a metà del prezzo di quanto l’avevano pagata

    • francesco scrive:

      Sono d’accordo con te. Nella vita ho imparato che non bisogna mai fidarsi delle agenzie. Il loro mestiere è vendere anche l’invendibile. Più sanno vendere ciò che non può essere venduto e più sono giudicati bravi. Devo dire che sono stati bravi a vendere 2 volte la stessa cosa prendendo il doppio delle commissioni. Non credo però ci sia ancora necessità di fidarsi di queste persone, hanno già fatto abbastanza non credete?. Fare causa contro di loro alla fine significa sempre lottare contro i mulini a vento. Ti diranno che non sapevano nulla e solo dopo averli rivenduti si sono resi conto che c’era qualcosa che non andava. Poi vale la pena di fare causa a S. Marino? Quante cause dobbiamo fare? Concordo con Antonio che è necessario unirci e pensare a tutto noi. Siamo in tanti e se contattiamo anche altri investitori stranieri potremmo diventare una massa notevole. Il tempo ci sarà perchè penso che avrete letto tutti quello che sta succedendo in Egitto, elezioni annullate e si ricomincia tutto da capo.

      • Maria Teresa scrive:

        Perchè mi è stata tolta la possibilità di replicare a Francesco perchè volevo solo dirgli che la responsabilità è proprio dell’IPS perchè alcune agenzie sono andate sul posto ed avendo visto che c’erano cose non chiare hanno cessato il mandato.

        • francesco scrive:

          Il quadro si sta delineando sempre di più. IPS vuole crearsi la possibilità di rivalersi su IPI nel caso alcune agenzie facessero causa ad IPS. Anche in questo si dimostrano dei bravi agenti e commercianti, perchè vogliono far fare la causa a noi in maniera da evitare pure di pagarsi le spese degli avvocati. Se IPS volesse veramente tutelare gli investitori, come accade nelle agenzie veramente serie, l’azione legale dovrebbe affrontarla lei pagando tutte le spese legali, magari con parte del ricavato di vendita delle case appioppate 2 volte a noi poveri investitori. Se proprio sono sicuri di vincere possono richiedere il pagamento delle spese legali. Vorrei però precisare una cosa, sbaglio o i lavori sono fermi per motivi che esulano dalle autorizzazioni?

          • admin scrive:

            Buongiorno a tutti, stò leggendo con attenzione i vostri commenti, e con rammarico, mi preme constatare che si stia veramente facendo un pò di baillamme sulla vicenda. Di fatto I.P.S non è un’agenzia d’intermediazione immobiliare, come non lo era Vivi L’estero prima, e forse a causa di ciò ( e vivamente desidererei che così fosse ) è venuta a mio avviso a mancare quel minimo di padronanza necessaria ad individuare alcune importanti lacune rilevate sulla documentazione del M.A.B.R fornita da I.P.I, Gli interessati tuttavia, hanno avuto varie segnalazioni, a partire dal sottoscritto, che evidenziavano alcuni elementi nebulosi dell’operazione, quali l’incompletezza dei permessi di costruire ( in particolare modo sulla fase II del progetto) e la stretta relazione trà l’Escrow Account e le varie società del gruppo I.P.I. che unitamente al notevole ritardo dell’esecuzione dei lavori necessitavano una più doverosa attenzione a tutela sia degli investitori che dei collaboratori commerciali. Condivido che cadere in equivoco soprattutto data la modesta esperienza nel settore possa essere ammesso, tuttavia perseverare, continuando a dare fiducia ad I.P.I ed in particolare modo, ostinarsi a vendere unità di un progetto in evidente difficoltà non è per nulla tollerabile. Ritengo anche non ammissibile far spendere ai clienti/investitori ulteriore danaro per improduttive indagini legali, ne proporre la parziale permuta dei contratti stipulati sul M.A.B.R con nuovi contratti a prezzi “discutibili” e di un progetto totalmente estraneo al primo, ciò dovrebbe destare molta attenzione, infatti è poco afferrabile come I.P.S possa dispensare le permute del M.A.B.R se non maggiorando i prezzi della nuova proposta. Ritengo infine che uno stimato studio legale internazionale, esaminando con attenzione i vostri contratti “che non sono per altro tutti uguali”, e prendendo in considerazione lo stato dei fatti, dovrebbe con chiarezza poter orientare gli investitori su possibili percorsi da intraprendere. Continuando con le mie personali riflessioni, mi pare che I.P.I si sia guadagnato molto, troppo tempo per dare dei chiarimenti sullo sviluppo dell’operazione, prima modificando il brand con PURE welbeing WOW Resort, brandendo in seguito l’elemento Rivoluzione Egiziana, poi quello dell’ingresso di un nuovo socio, per poi dissolversi comunicando sul proprio sito oramai privo di qualsiasi contenuto: Per quanto riguarda PURE welbeing WOW Resort – Marsa Alam (noto formalmente come Marsa Alam Beach Resort), si prega di contattare: aftersales@elsery.com. LINK FOTO DELLA PAGINA
            Ora se riflettiamo ed analizziamo ancora i fatti: il danaro è stato da Voi versato in parte ad I.P.I (acconti) ed in parte su Escrow Account (corporazione con incerte finalità) ora I.P.I rimanda ad El Sery, ma la stessa, avrà ricevuto i vostri soldi? e se si, quanti di quelli da Voi versati? Il contratto dell’Escrow recita chiaramente che i fondi verranno depositati al costruttore in base agli stati d’avanzamento, ma…. qual’è lo stato avanzamento lavori della FASE 1 ed in particolare qual’è quello della FASE II?

  170. francesco scrive:

    Il sito straniero segnalato è vecchio e mi ricordo che lo frequentai diversi anni fa quando cercavo appartamenti in egitto. Se vedete bene è chiaro che le notizie sono vecchissime e i prezzi sono pure quelli vecchi. Questo sito è tipo quello di immoworld, le notizie sono ferme a 2 anni fa. Forse è sempre la stessa società e forse sono gli stessi personaggi ad essere spariti ma di certo non stanno vendendo i nostri immobili. Ma qual’è il motivo di creare falsi allarmismi? Inoltre faccio notare a qualcuno che è normale che Vivil’estero abbia comprato/opzionato appartamenti da rivendere. Lo hanno fatto tutte le agenzie compresa la pirelli RE. In questo non c’è niente di male perchè molti do noi avrebbero comprato alcuni appartamenti per rivenderli perchè non lo dovrebbero fare le agenzie? Vi chiedete come mai IPS ha fatto cambiare alcuni investimenti dalla fase 2 alla fase 1 con appartamenti da loro opzionati? Semplicemente perchè fanno il loro lavoro di affaristi. In questo mondo c’è sempre chi ci guadagna e chi ci perde e qui chi ci perde siamo certamente noi. Chiedetevi invece come mai IPS ha cominciato a diffondere notizie sulle irregolarità solo dopo che ha rivenduto tutti i propri appartamenti opzionati in fase 1.

  171. Antonio scrive:

    Scusate
    ho l’impressione che ci sia un clima di sfiducia verso tutti gli attori di questa storia.

    Se non ci fidiamo di IPS, ci vogliamo organizzare e intraprendere una azione comune?

    Credo che il blog non sia adatto alla comunicazione, per cui che ne dite di fare una mailing list e scriverci?

    Mail: antsca74@hotmail.com

  172. alessia scrive:

    Qui c’e’ qualcosa che non va!!!!
    Sento aria di galera per qualcuno!!!

  173. giovanni scrive:

    Per favore finiamola di diffondere notizie che non corrispondono a verità. La proposta di IPS per lo scambio con altri immobili ad Hurgada non ha nulla a che vedere con IPI/El Sery che nonè nemmeno a conoscenza di questa cosa. IPi e IPS sono due cose ben distinte e a breve dopo tutto quello che sta succedendo credo che saranno anche in causa. Il cambio con le altre unità in fase 1 è stato fatto con immobili che erano già stati acquistati da IPS e li hanno rivenduti a quelli della fase 2 quindi non avevano interesse a dirvi che c’erano dei problemi, si sono tolti subito gli immobili sui quali avrebbero avuto dei problemi. la stessa cosa è stata fatta anche da Immoworld. Inoltre vi informo che su ogni operazione di vendita IPS chiedeva mediamente una parcella superiore di 3 volte rispetto a tutte le altre agenzie.
    Anche io ho il sentore che a breve riprenderanno i lavori e lo faranno con i soldi del nuovo investitore che comprerà tutto quello che è invenduto più i diritti di gestione. Forse nell’escrow ci saranno pochi soldi ma questo è dovuto anche al fatto che le tranches di avanzamento sono state bloccate altrimenti ci avrebbero chiesto altri soldi. Non buttiamo benzina sul fuoco perchè ci faremo solo del male. Io credo che IPS ci sta prendendo tutti per i fondelli e ci ha già spillato una bella quantità di denaro senza che ce ne siamo accorti. inoltre credo che i nostri rapporti devono essere solo con El Sery e nessun altro. Se dobbiamo prendere qualche legale suggerisco di associarci e prendere un legale direttamente noi su votazione.

    • ROBERTO scrive:

      Scusi Giovanni, è sicuro in quello che dice ? Nel senso se come afferma lei, IPS ha acquistato delle unità da IPI e poi l’ha rivendute a noi, introitando i soldi IPS, allora possiamo sicuramente rivalerci su IPS.
      Se ha delle prove, sarebbe valido averle anche noi che abbiamo accettato ( dopo tante insistenze da parte di IPS ) di fare il cambio da fase due a fase uno.
      Grazie x ulteriori informazioni.

    • luca scrive:

      tutto sta a capire se esiste questo investitore…x ora nn se ne hanno notizie..e la stessa ipi pare abbia smesso di crederci…

    • Maria Teresa scrive:

      Forse parliamo la stessa lingua e non ci capiamo. Chi è stato al meeting e per 2 ore ci siamo sorbiti la cronostoria di VIVIL’ESTERO che è stata chiamata in Olanda ed elogiata per le grandi vendite che avevano effettuato ed allora è diventata IPS ma sempre gli stessi personaggi. Tanto per chiarire IMMOWORLD è sparita ed era una società londinese che non esiste più e strano caso Marsa Alam Beach Resort ora è in vendita da una società londinese. C’è una persona qui del blog che non voglio nominare che è stata fregata da IMMOWORLD con l’acquisto di Marsa Alam ed anche con un altro acquisto ad Instambul e quando gli hanno chiesto l’ultima rata di acquisto ha chiesto di vedere almeno una foto di questa casa finita. Lo sapete con chi trattava con l’Avv: Louis quello che era al meeting e si è spacciato per quello che faceva parte dello studio di quel fantomatico avvocato egiziano e che invece di fare lui domande all’avv. egiziano ( hanno detto che faceva parte dello studio) perchè non ha fatto lui domande in inglese all’avvocato e chiedere alcune cose che volevamo sapere noi, ed avere risposte in inglese che lui ci avrebbe dovuto tradurre all’istante e non lasciare a Marco di fare domande scritte e risposte scritte in italiano.

    • Maria Teresa scrive:

      Il sito dove stanno vendendo le nostre case in inghilterra è:http://www.propertymattersoverseas.co.uk/marsaalambeachresort.php Come mai le vendono se sono nostre?

    • Maria Teresa scrive:

      IO ho provato a contattare El Sery mi hanno risposto che al più presto mi avrebbero richiamato ed ancora sto aspettando.

  174. alessia scrive:

    il sito straniero in su cui stanno vendendo le nostre case
    http://www.propertymattersoverseas.co.uk/marsaalambeachresort.php

  175. Roberto scrive:

    Ho letto con attenzione tutti i vari interventi sul blog. A mio avviso nelle parole della Sig. Maria Teresa Muto ci sono delle verità.
    Io ero nella fase due e dietro molto insistenze da parte di IPS mi hanno convinto a passare alla fase uno, naturalmente, facendomi sborsare altri 20.000,00 Euro. Poi, conoscendo questo blog, sono venuto a conoscenza che quando ho cambiato di fase, c’erano già dei problemi e dei dubbi sull’operato di IPI.
    Allora mi domando e VI DOMANDO, è stata corretta IPS ? prima di farmi spendere altre somme, non poteva informarmi che su IPI c’erano dei dubbi sul suo operato !!!
    Come è possibile che dichiaravano che la fase uno era tutta venduta e poi ho appreso che offrivono delle unità per la sostituzione. tutte queste cose sono da MEDITARE, prima di prendere un’altra FREGATURA.
    Sarebbe utile se la Sig. Maria Teresa mi potesse inviare la sua mail per poterLa contattare.
    Grazie e MEDITATE………

  176. alberto scrive:

    > Ciao a tutti.
    > Non posso aggiungere nulla a quello che state dicendo, anzi. Mi ha solo creato tanta piu’ confusione, ma scusate,non mi e’ chiaro, ma questo blog non era nato per cercare di mettere assieme delle idee giuste per riuscire,(assieme,visto che siamo in tanti) a far valere i nostri diritti?
    > Io purtroppo sono nella fase due, e ho solo sabbia,(nemmeno mia tra l’altro da quel che ho capito…) e l’immobiliare che mi ha venduto l’immobile (e intascato la parcella) mi dice di rivolgermi ad IPS. Secondo Voi,ma ditelo con poche parole, c’e’ un modo di recuperare o iniziare il tutto? O dobbiamo far finta che sia una nuova bidonata tipo titoli in borsa?
    > Scusate la mia poca esperienza, ma sto’ solo cercando di capire cosa e’ successo e cosa sta’ succedendo.
    > Grazie.
    > Alberto.
    >

  177. alessia scrive:

    Maria Teresa ti lascio la mia email fabfug(chiocciola)gmail.com .

  178. francesco scrive:

    Ho il sentore che a luglio i lavori ricominceranno a regime perciò forse il fatto che si stanno cominciando a vendere altri appartamenti non è una notizia così negativa.

    • Maria Teresa scrive:

      Ma questa notizia chi te l’ha data? perchè se i soldi nell’escrow non ci sono con che cosa costruiscono? con le chiacchiere o con quelli che incasseranno da quelli che stanno andando ad Hurghada a cambiare il proprio acquisto ad un altro al doppio del prezzo!

  179. alessia scrive:

    Maria teresa c’e’ modo di parlare con te privatamente??

  180. MariaTeresa scrive:

    Andate sul sito IMMOWORLD e vedre MBR in vendita e fate una richiesta sarete contattati immediatamente.
    Data: 05 giugno 2012 10.41.21 GMT+02.00
    La questione almeno per me la sta approfondendo l’Avv. Item Ildebrando che si
    sta studiando le carte per arrivare a decidere il da farsi, come ripeto , solo
    per me per ora perchè sarò la prima a fare causa. Intanto a mio modesto parere
    ( non sono quelli del mio legale che ancora deve studiare la cosa,) i lavori si
    sono bloccati perchè quando bisognava versare i soldi nell’escrow account non
    è stato fatto da chi l’ha incassati ( in Olanda ma siamo sicuri che sono andati
    lì per ovvi motivi) se non sbaglio IPI aveva riferito che i soldi sarebbero
    stati come in un acquario che si potevano vedere da tutti. A mio parere ad un
    certo punto qualche investitore ha avuto un contatto di passare dalla fase 2
    alla fase 1 con una integrazione all’mporto pagato ( come facevano a fare lo
    scambio che la fase 1 era tutta venduta?). Oppure ad altri è stato proposto di
    rivendergliela proprio a loro Marco e Davide a chi offrivano 20.000 ed a altri
    a 25000. Forse volevano rivenderle ad un prezzo maggiorato per poter versare i
    soldi all’escrow o per finirle. A me quando mi hanno venduto gli immobili hanno
    detto che i costruttori erano loro. Infatti tutti i contratti sono a nome IPI
    ed i soldi versati in Olanda. Come vede ci sono diverse anomalie e le posso
    assicurare che se mi restituiscono tutti i miei soldi io non ho nulla contro
    Marco e Davide anche perchè avevo conosciuto e visto unA SOLA VOLTA Davide
    quando gli ho firmato 25000 euro di assegni per la consulenza dall’inizio alla
    fine alla consegna degli immobili. Tanto per essere chiara e far capire che io
    non ho nulla di personale con i due personaggi, ho solo risentimento perchè per
    invogliare gli altri vanno dicendo che io ho accettato di fare la transazione
    con Hurghada e sono notizie false. A me hanno telefonato per insistere
    nell’accettare lo scambio. Allora per metterli alla prova gli ho detto, dato
    che per i miei 7 appartamenti, per fortuna, mi ero accordata ad anticipo e
    versamenti ad avanzamento lavori, se gli davo tutti e sette i contratti anche
    se Hurghada è un prezzo che chiedono del doppio se mi davano due appartamenti.
    Loro mi hanno risposto che lo scambio lo fanno solo uno per ogni trattativa.
    Lei che ne pensa di ciò, Se poi aggiungo che siccome nel meeting io ho parlato
    con il microfono ed ho fatto sapere loro che io non voglio aderire ne allo
    scambio e ne versare 1800 per fare causa civile e penale al costruttore.Gli ho
    detto e tutti sono testimoni che la causa la farò contro chi è responsabile di
    tutto ciò anche se sola con il mio legale di diritto internazionale che mi ha
    curato una pratica simile a Dubai dove avevo versato 272000, loro hanno
    riferito ad una persona che è venuta domenica da me, che loro hanno detto che
    io ho vinto la causa di Dubai grazie al loro intervento. Tanto per cominciare
    la causa è ancora in corso e la vincerò dato che il responsabile era in contumacia
    ed il 19 dicembre ci sarà un’altra udienza dove il giudice ha già ha respinto
    una opposizione del denunciato perchè a suo volta ci denunciava per falso e
    vista la documentazione anzi l’ha archiviata e si è dichiarato favorevole nei
    nostri confronti ( siamo in tre e tre cause di diverse persone) e tra l’altro
    la causa è con una ditta che non c’entra per nulla con loro. ed è la ELLEBIEMME
    di Treviglio e l’acquisto che avevo fatto era sulla DOLCE VITA TOWER Cosa ne
    pensa?

    • Giampietro scrive:

      Ho visto il sito IMMOWORLD ma mi pare che l’annuncio sia stato postato il 07/07/2008 quindi è un pò vecchio. Forse si sono dimenticati di toglierlo.

      • admin scrive:

        Da quanto ne so io, tramite IPS che aveva ottenuto esclusività di vendita sul territorio italiano per la fase II del MABR, tale società era stata diffidata a suo tempo di togliere l’annuncio, ma questo non è stato mai fatto!

      • Maria Teresa scrive:

        Infatti IMMOWORLD era una agenzia ( SOCIETà INGLESE) ma pare che ci sia un’agenzia inglese che stia vendendo ancora Marsa Alam Beach Resort dall’Inghilterra e potrebbero essere sempre loro. Io ho mandato una richiesta a iMMOWORLD di acquisto per appartamento a Marsa Alam Beach Resort, chiaramente non a mio nome però con la mia e-mail. Mi hanno risposto lo stesso giorno che mi avrebbero fatto parlare con un loro agente. Ma a tutt’ora non mi ha contattato nessuno forse perchè la mia email era conosciuta da IPS e per conferma di ciò qualcuno ieri mi ha telefonato dicendomi che IPS con società inglese sta vendendo le nostre case. Quindi più accettano di cambiare l’appartamento di Marsa Alam con Hurghada e più appartamenti liberi avranno a Marsa Alam oltre a fregarci ulteriori soldi

    • francesco scrive:

      Credo che si stia facendo un po di confusione. Tutto quello che lei dice è quello che IPS le ha detto, che non per forza deve corrispondere a quello che IPI diceva. Chi sta proponendo l’attuale cambio con appartamenti ad Hurgada è solamente IPS non IPI. Ovviamente è tutta una montatura perchè IPS non ha nessun interesse a rimetterci soldi ma solo a guadagnarci con i nuovi cambi. Lei potrà proporre tutto quello che vuole ma ad ogni transazione ci dovrà comunque guadagnare sia IPS che il costruttore degli appartamenti ad Hurgada quindi ad ogni modo troverà che dovrà versare dei soldi che corrispondono al prezzo di acquisto dell’appartamento (credo che di questo se ne sia già resa conto). Su immoworld non è come lei dice per il semplice fatto che questi sono spariti da molto tempo e c’è molta gente che li sta cercando. Sulle autorizzazioni non mi pare che questo sia mai stato un problema e non ci sono stati blocchi dalle autorità locali per mancanza di autorizzazioni ma c’è stato solo un aggiornamento richiesto dal TDA per uno studio di impatto sulla erosione costiera, studio che ci hanno fatto vedere e devo dire che è stato fatto anche abbastanza bene. Il problema delle autorizzazioni è nato quando IPI ha tolto di mano l’esclusività ad IPS. Non voglio pensare male ma qualcosa che non quadra sicuramente c’è. Visto che le autorizzazioni non sono mai state un problema, io non ho mai visto una agenzia che a tutela degli interessi dei suoi acquirenti e smette di vendere appartamenti che aveva in esclusiva per problemi che non sarebbero mai venuti fuori se non forse alla fine (quando erano tutti venduti a 3000 euro di parcella ad appartamento) . Se IPS fosse stata così protettiva nei confronti dei suoi acquirenti, come spiega il fatto che adesso le propongono cose indecenti come 1800 euro per la causa che ha molti lati oscuri o un cambio con un altro appartamento ad un prezzo di oltre il doppio di quello di mercato e per un progetto che ha già molti ritardi? Io di certo vedo solo una cosa: se ripartissero gli acquisti per la fase 2 non ci sarebbe motivo per non andare avanti. Tutto ciò che ostacola la ripresa dei lavori è deleterio per questo progetto. Il concetto di escrow era già chiaro fin dall’inizio e la partnership El Sery/IPI era molto chiaramente descritta nella duo diligence. L’unica cosa di negativo è l’estrema vicinanza dei vertici di IPI all’escrow e ciò significa che è possibile che invece di trasferire il 50% dei soldi, ne hanno trasferito il 60% e se è così questa gente andrà certamente in galera solo per gli olandesi che faranno causa. Io però continuo a credere che ci siano ancora margini per portare a termine l’operazione. Attenderei comunque l’esito delle elezioni perchè nel caso di vittoria del discepolo di mubarak mi sa che scoppierà la guerra civile e addio vacanze in egitto per un bel po. Nel caso di vittoria dei fratelli musulmani spero non sia vero che tenteranno di cambiare tutte le regole perchè altrimenti ci potrebbero essere delle sorprese. In ogni caso credo che attendere l’esito delle elezioni da parte di un investitore sia una cosa non del tutto sbagliata. In ogni caso non avremmo mai avuto gli appartamenti completi prima delle elezioni. Meglio perdere che straperdere. Almeno io la penso così.

      • Maria Teresa scrive:

        Tu la pensi così ma c’e’ chi, come me, vuole sapere chi sono i veri responsabili di questo fermo lavori. Nella vita si vive anche di soddisfazioni sopratutto per non essere presi per i fondelli da qualcuno che ha fatto il furbo e si è intascato i nostri soldi ed ora tenta di riguadagnarci nel convincerci al cambio al doppio del valore intascando ulteriori somme.

  181. Sappi che ieri ho saputo che per invogliare tutti al cambio con Hurghada, dicono che la signora che ne aveva prenotato 7 aveva aderito. Ad altra persona ha riferito che siccome avevo detto chiaramente che gli facevo la guerra con il mio legale internazionale che mi tutela per acquisto a Dubai di 272000, il Sig. Marco ha detto che se io ho vinto la causa per la casa di Dubai è perchè c’è statp il loro intervento.
    1) tanto per precisare la causa non è finita anche se il giudice è molto favorevole e la parte avversa di è dato in contumacia l’altra udienza ci sarà il 19 Dicembre e poi la sentenza
    2) Non so come loro potevano intervenire visto che non ho comprato da loro ma da ditta molto pubblicizzata
    3) La causa l’ho iniziata ad Aprile e per i primi dell’anno prossimo si concluderà e se il responsabile non vuole farsi 4 anni di galera paga
    Perchè mandano in giro secondo lei queste notizie false. Vuole che gli rispondo io: per inc……….ancora .

    • francesco scrive:

      cara signora Muto, quello che lei dice è molto interessante e meritevole di attenzione a patto che però non sia contaminato da un qualcosa di personale nei confronti di qualche persona di IPS. A noi interessano solo questioni relative all’investimento su Marsa Alam Beach Resort e su come possiamo trovare la via migliore per salvare il salvabile. Siamo in molti a concordare sul fatto che IPS stia cercando di speculare sulle disgrazie altrui. Quello che vogliamo capire adesso è se IPS non stia contribuendo a bloccare il riavvio delle attività cercando di gettare ancor più fango sul resort. In questo caso prenderemo seri provvedimenti anche contro loro stessi. Una cosa è certa. Le agenzie non sono interessate a farci recuperare i soldi persi se non ci guadagnano qualcosa. Sono pur sempre agenzie e fanno il loro sporco mestiere. Dobbiamo capire noi quando è il momento di lasciar perdere pericolose tentazioni. Ad IPS direi che forse i dovuti approfondimenti andavano fatti prima di proporre l’acquisto degli immobili e non dopo averli venduti e incassato le relative parcelle. E’ un caso che IPS si sia accanita contro IPI solo quando questi gli hanno revocato il mandato di vendita? Infine vorrei dire che da quanto ne so i permessi ci sono. Se però lei ha qualche informazione aggiuntiva ce la comunichi purchè abbia un fondamento certo. Non confondiamo ciò che dice IPI da IPS perchè sono 2 cose diverse. In egitto non si comincia a costruire un resort senza i permessi perchè ti bloccano istantaneamente.

      • Maria Teresa scrive:

        Può anche essere ma ci sono stati agenti immobiliari che dopo aver visitato Marsa Alam hanno capito che c’erano diverse anomalia a cui sia Marco che Davide rispondevano evasivamente e sono proprio gli agenti che non hanno voluto proseguire nella vendita perchè non volevano far passare i guai ai loro clienti. E se dico che non c’erano i permessi “completi” è perchè questi agenti avevano fatto accertamenti sul posto.
        Cosa ha fatto IPI con i nostri soldi? ha saldato il debito della costruzione precedente ( Zafarana)? ed ora vogliono farci fare il cambio con Hurghada per darci una nuova fregatura. Dopo l’acquisto e dopo pochi mesi a me è arrivato comunicato dove mi si diceva che i nostri immobili già valevano 55000 euro e poi chiedevano di riprenderseli a 20 o 25000 euro ciascuno qualcosa non quadra o sbaglio? Io ho prenotato 7 appartamenti e dovevo pagare altre rate ad avanzamento lavori. I lavori stavano avanzando perchè non mi è stato chiesto l’importo dell’avanzamento lavori visto che arrivavano e-mail dove facevano vedere a che punto erano con i lavori?

  182. francesco scrive:

    Finalmente avete capito che si tratta di una presa per i fondelli? come sempre, qualcuno cerca di approfittare delle disgrazie altrui e si presenta come il salvatore della patria. A questo punto credo proprio che IPS stia facendo un gioco molto sporco. Non ha interesse a far riprendere la costruzione del PWR perchè tanto loro non hanno alcuna speranza che El Sery gli faccia vendere altri appartamenti. Anzi, sta facendo di tutto per metterci contro El Sery (anche se non ci vuole molto) Riflettete bene e tirerete le conclusioni. Con 1800 euro cadauno, se si aderiva in 150 la causa costa 270.000 euro. Alla faccia della causa, conviene fare cause invece di vendere appartamenti…………..Non vi è bastato già il grande risultato raggiunto con i 190 euro????? Ma quanti soldi ci vogliamo far fregare???? Cerchiamo di stare calmi e ragionare.

  183. Giampietro scrive:

    Ero anch’io presente al meeting di S. Marino ed effettivamente sono molto indeciso sul da farsi. Volevo sapere dalla sig.ra Maria Teresa Muto come è andato l’incontro di oggi al quale non potevo intervenire per la distanza (sono di Padova).

    • Maria Teresa scrive:

      CI sono notizie importanti che abbiamo saputo ma che non posso rivelare qui.

      • alessia scrive:

        A me tutto cio’ odora di inganno!!!!
        Tra l’atro ho provato a mandare una email ad Ipi ed ormai non e’ piu’ contattabile da nessun sito neppure da quello di Elsery ..
        Assurdo!!!! ho chiamato il Sig .Nardi di Casa re di viale aventino di roma( lui e Farina si sono presi 9000 euro di provvigioni di roma) ,sparitii) non mi risponde neppure lui e chi per lui!!
        Vergognatevi tutti

        • Maria Teresa scrive:

          forse ancora non ti è chiara la cosa. Chi ci ha venduto le case è sempre stata una agenzia a cui Vivi l’Estero ed oggi è IPS aveva dato incarico di vendere e molte di queste agenzie avevano annusato qualcosa che non andava e si sono rifiutate di venderle ed allora loro dichiarando che erano stati chiamati dal costruttore olandese El Sery perchè a detta di loro avevano venduto diversi appartamenti bla….bla….bla…..per due ore ad elogiarsi da soli e qualcuno gli ha chiesto di stringere. Ci hanno fatto assistere ad una finta videoconferenza, ad una registrazione dell’avv. Olandese che ci ha fregato soldi per fare accertamenti che non sono stati fatti. Ma alla fine i veri responsabili sono proprio Marco Segoloni e Davide Montanari ( prima Vivi l’estero ed ora IPS) Le agenzie sono state le prime ad essere state ingannate e vedendo del marcio li hanno abbandonati. Ora volevano indietro i nostri contratti originali x sostituirci le case con altre aad Hurghada al doppio del valore per darci una ulteriore fregatura.Poi se vuoi saperne di più mandami un messaggio sulla mia e-mail e ti darò il numero telefonico per spiegarti quello che non posso dire qui.

        • Maria Teresa scrive:

          Tu nomini dei nomi che evidentemente sono personaggli che avevano avuto l’incarico per vendere quegli appartamenti, come ti ripeto le varie agenzie da dove abbiamo acquistato come la Pirelli Re ed altre si sono rifiutate di venderle e quindi hanno chiuso i rapporti con Vivi l’Estero che era quello che doveva vendere gli immobili ed oggi si chiamano IPS prima ti ho detto di mandarmi una e-mail invece di chiederti la tua per poterti spiegare quello che si sa attualmente.

      • francesco scrive:

        ciao, le notizie importanti che hai, come puoi fare per condividerle con noi.

  184. francesco scrive:

    qualche novità dal famoso incontro con IPS?

  185. massimo scrive:

    Ciao Denis la conferma a me è arrivata martedi prova a telefonare che è meglio ci vediamo sabato.
    ciao

  186. denis scrive:

    Ma qualcuno ha avuto conferma di Iscrizione al Meeting MABR da parte di IPS? Ho dato conferma della mia iscrizione appena arrivata la comunicazione, ma ancora ad oggi non ho più avuto risposta… A sabato manca Poco! Grazie

  187. luca scrive:

    ciao a tutti…se c’e’ qualcuno di roma o dintorni mi contatti x mail a questo indirizzo lucabrnroma(chiocciola)hotmail.com grazie

    • Mi sono recata alla famosa riunione e non so se eri presente. Sono la Sig.ra di Roma che ha prenotato 7 appartamenti a Marsa Alam. Domani domenica 3 Giugno ho invitato e lo sei anche tu presso la mia villa di Fregene ( per comodità di spazio) alcuni presenti alla riunione che è stata una farsa. Alle 13, se vieni, ti aspetta uno spuntino e il mio legale di diritto internazionale che lo metteremo al corrente della ulteriore fregatura che ci vogliono ammollare al posto di Marsa Alam, quelle di Hurghada ad un prezzo doppio di quello da noi prenotato ( Da informazioni certe quelle di Hurghada costano 33000 in riva al mare le junior suite) e quando ho riferito a Davide Montanari: Non è che per caso ci offrite a quel presso il villaggio Samra Beach che è anch’esso in ritardo di due anni? Mi hanno risposto che non mi invieranno più email perchè entro in polemica. Alla riunione di domani in Via Bagnoli 83 Fregene ci dirà quello che c’è da fare. Loro ci hanno chiesto 1800 euro ciascuno per fare causa ad El Sery0/IPI e se calcoli che eravano circa 200 persone. Quanto costa questa causa? Gli abbiamo fatto questa risposta e non ci hanno risposto. Gli abbiamo detto se accetta uno solo di noi voi fate causa con 1800 euro sole?. Nessuna risposta. Quindi se leggi in tempo questa email ci puoi raggiungere saremo una quindicina di persone ma molti rappresentano diversi cclienti a cui loro avevano venduto che aspettano il da farsi.

  188. cristina scrive:

    sta girando la voce di una riprotezione dell’investimento su nuovo cantiere/immobile proposto da ips.
    ma come può essere possibile, vuol dire che el serj dovrà tornare i soldi, estinguere i contratti…

  189. francesco scrive:

    Semplicemente basterebbe un po di coraggio e se proprio IPI (El Sery) non avesse intenzione di andare avanti, basterebbe solo che si togliesse dai ……..e lasciasse a noi la gestione di tutto (lasciando anche quello che rimane dell’Escrow). Visto che IPI non mette un euro e lavora con i nostri soldi, non capisco perchè non dovremmo farcela da soli. Il progetto non dovrebbe avere debito e quindi tutto sommato è tranquillo. Potremmo costituire una sorta di cooperativa e andare avanti con le nostre sole forze economiche. Tra di noi ci sono credo diverse persone che hanno esperienza di cantiere. Che ne pensate? Non riesco a capire perchè dobbiamo attendere che un gruppo compri qualcosa che sarà nostro. Ma perchè non realizziamo noi quello che sarà nostro e i nostri soldi ce li gestiamo da soli? Ovviamente questo vale solo se IPI non ha intenzione di andare avanti. fatemi sapere chi sarebbe daccordo con questa idea.

  190. filippo scrive:

    credo anche io sia cosa piu giusta seguire admin… credo di conoscere abbastanza davide e spero si possa concretizzare cio che hanno presentato nel loro ultimo aggiornamento..e concordo…uscire il prima possibile da questo impiccio anche al costo di spendere altri soldi per un altra sistemazione a RENDITA sicuramente inferiore e diversa da come presenteto “inverosibilmente” da elsery o ipi o da chi cavolo vogliono loro…

    • Forse non hai capito che ci stanno fregando per la seconda volta ci vogliono cambiare i contratti con Hurghada ad un costo del doppio del valore e nel villaggio Samra Beach che è già in ritardo di due anni. Beffa su Beffa spendendo altri soldi? io ho il mio avvocato di diritto internazionela che domenica 3 alle 13 , offro uno spuntino e ci chiarirà quale via breve e meno costosa di quella che ci hanno proposto ( appartamenti del valore ad Hurghada di 33000 alla modica cifra di 65000) Domenica siamo una quindicina ed avremo le idee chiarite dall’Avv: Item di diritto internazionale al mio indirizzo di Via Bagnoli 83 Fregene. A chiunque volesse partecipare per ascoltare quello che costerebbe fare causa ( loro ci hanno chiesto 1800 a persona senza farci sapere quanto costa questa causa). Se aderivamo tutti quanti fatti il conto 1800X 150 persone( solo quelle presenti) pare che ne abbiano vendute 750

      • luigi scrive:

        Egregia Signora Muto,
        sono anch’io un investitore come lei ed ho partecipato alla riunione IPS.
        Innanzitutto Lei sta dando delle informazioni che in questo momento possono solo danneggiarci,oltre al fatto che chi ha presenziato in quella riunione ha firmato un documento con il quale si impegnava a non divulgare i vari argomenti che si sono trattati.
        Poi mi consenta lei ha acquistato 7 appartamenti e si sta facendo il problema dei 1800 euro che Le avrebbero chiesto per un eventuale azione legale.
        Mi sà che lei preferisce fare un pò di chiacchere nella sua villa a fregene,senza considerare che ci sono persone che hanno acquistato una junior suite investendo una vita di risparmi e oggi devono trovare un modo per recuperare l’investimento.

        • Caro Sig. Luigi, la clausola che non si doveva divulagare nulla, era una clausola dell’IPS per tutelarsi proprio per evitare che qualcuno potesse avere un consiglio diverso e contrastarli. Sappi che io personalmente , quando mi hanno telefonato il giorno dopo, e precisamente il Sig. Marco Segoloni non ho avuto timore e lo ripeto ora che la guerra gliela farò da sola e proprio contro Marco e Davide. Non mi serve assolutamente la pubblicità da farmi , premettendole che ho un figlio ballerino a mediaset ed il suo coreografo è proprio il coreografo delle Jene ed io posso arrivare a sputtanare questa storia fintanto che non mi vengano restituiti tutti i miei soldi compresi quelli della consulenza ( 20000+IVA). Se lei è disposto a farsi prendere in giro con una videoconferenza falsa: Io le videoconferenze on-line le faccio e quando si va in videoconferenza ci stanno dei preamboli tipo: avvocato mi vede? mi sente? e poi il Sig. Marco non deve avere sia le domande che le risposte scritte. Quando mi ha telefonato e gliel’ho detto mi ha risposto che era questione di lingua. Ma lì, a detta di loro, c’era quel fantomatico Avv. Lopi che era dello studio legale egiziano perchè non hanno fatto fare domande a lui e darci a noi la possibilità di farne altre che le avrebbe girate all’avv. Egiziano ? Come le ripeto io da sola e senza nessuno gli farò la battaglia fintanto che non uscirà fuori la verità su questa storia. Quando c’era la guerra, s’informi, sul Mar Rosso hanno continuato a costruire magari a rilento ma sono andati avanti. Lei vada ad Hurghada a farsi sostituire il suo contratto con case del Samra Bay che valgono 33000 euro e loro ne chiedono 65000. Il Samra Bay è in ritardo di due anni dalla consegna. Quando uno parla deve collocare la bocca al cervello e non senza informazioni precise come ne ho io.

  191. francesco scrive:

    anch’io sulla sicurezza concordo con l’ADMIN. Ma come possiamo evitare che qualcuno si intrufoli furbescamente tra di noi per leggere i nostri commenti e sia dalla parte di IPI? Potrebbe essere chiunque di noi sotto falsa identità.

    P.S. qual’è il comunicato di IPS?

    • admin scrive:

      Buonasera Francesco e tutti, modero personalmente i post, il server mi consente di monitorare le mail degli utenti incrociandole con gli indirizzi IP e la relativa localizzazione, di molti utenti ho anche i recapiti telefonici ed indirizzo, ciò consente già una buona sicurezza, inoltre eventualmente per accedere alla cartella condivisa posso fare da filtro consegnando la password soltanto a quelli accreditati.

    • alberto scrive:

      Ciao a tutti non ci capisco un bel cacchio di quello che sta’ succedendo a parte che ho messo dei soldi in mano ad una Agenzia Immobiliare pensando di fare un discreto affare!!! Sono consapevole oramai che una soluzione sia dopo l’attesa dell’incontro ,quella di procedere con una causa in Egitto…..
      Ma scusate visto e considerato di come vanno le cause in ITALIA secondo Voi in Egitto possono andare meglio ?
      Lo spero ma non lo credo comunque aspetto e spero.
      Ho gia’ chiesto ma i miei soldi versati, senza avere visto nulla di costruito sono gia’ scomparsi…..
      Credo che non li rivedro’ mai piu’ e a dir la verita’ qui da noi ( Veneto…) ci sono sia Immobilari che Imprese Edili che hanno fatto altrettanto…
      Risultato???
      E? tutto fermo e nulla si muove e nessuno si interessa….
      CHe si fa’…

  192. cristina scrive:

    contattatemi in privato sulla mia mail…il mio ultimo commento non è stato inserito.
    (spero almeno che questo venga pubblicato!!!!)

  193. cristina scrive:

    Buongiorno a tutti, ritengo che continuare a scrivere su questo blog sia controproducente pertanto per chi ha un profilo su facebook è stato creato un gruppo che si chiama HOPE FOR PURE WOW…qui verranno inseriti documenti e spero tutti i commenti…(ovviamente è un gruppo chiuso), le nostre strategie potranno pertanto essere lette solo dai diretti interessati e non dalla “controparte”…
    Spero di aver fatto cosa gradita.
    Se non avete il suddetto profilo, lascio sempre a disposizione la mia mail.
    cristina

  194. Max scrive:

    Sono d’accordo con Luca aspettiamo sino al 1 maggio dopodiché partiamo con azione legale in Egitto io ci sono fatemi sapere

    • luigi scrive:

      State tralasciando la grande incertezza politica in questo momento in egitto,il 23-14 maggio ci sono le Presidenziali ed il 16-17 giugno il ballottaggio.
      Ma chi volete che prima di queste date faccia qualsiasi investimento?
      Speriamo che le elezioni vadano come devono andare,altrimenti in egitto la strada per il futuro sarà molto difficoltosa.

  195. francesco scrive:

    Signori io dico di attendere la firma di questo accordo che dobbiamo solo sperare che ci sarà. Se non fosse così allora ma solo dopo essere certi che l’accordo non ci sarà faremo causa. Di certo l’azione legale ferma tutto e comunque non ci permette di riprenderci i nostri soldi ma una minima parte sempre che i riusciremo. Vi posso assicurare che ci sono le condizioni per dimostrare che IPI è stata costretta a fermare i lavori per causa di forza maggiore e quindi un giudice non potrebbe che confermare ciò. Se procediamo con l’azione legale allora potremmo veramente dire addio al resort. Nello stesso tempo però non bisogna starsene con le mani in mano. Dobbiamo verificare che la voltura delle autorizzazioni è in corso e dobbiamo verificare se il cantiere è sempre sorvegliato o abbandonato. Inoltre dovremmo incontrare El Sery per capire di persona quello che intendono fare. Se un Resort del Genere deve essere finito entro il la fine del 2014 l’unica speranza di raggiungere questo obiettivo è che i lavori dovranno iniziare entro qualche mese altrimenti il resto è poesia. Altra cosa è poi capire se il Governo Egiziano ha dato una scadenza alla fine dei lavori e quel’è questa scadenza (probabilmente sarà il 31 Dicembre 2014). Secondo me non c’è altro che possiamo fare. facendo causa recuperiamo forse il 10% dei soldi che dovremmo poi rispendere per pagare gli avvocati.

    • gabriele scrive:

      d’ accordo con Francesco al 100%. ma come facciamo a verificare documenti e scadenze. serve qualcuno che vada li

    • luca scrive:

      pero’ come ho letto da qualcun altro dobbiamo darci un termine temporale…
      nn possiamo attendere altri mesi…credo che se nn arriveranno fatti concreti prima dell’estate dovremo cominciare a muoverci…

    • luigi scrive:

      IL cantiere è completamente fermo,mi è stato comunicato da un mio amico egiziano che si trova a 6km dal resort,precisamente dal villaggio Elphistone di veratour,ci sono solo 2 persone prima della sbarra del cantiere.
      Comunque non dimenticate che loro leggono quello che noi commentiamo.
      Questi signori non hanno investito nulla,solo i nostri soldi.

  196. roberto scrive:

    Ammiro gli investitori che hanno tanta fiducia nel costruttore…..
    1) Questi investitori mi sanno spiegare perchè i soldi della fase 2 sono stati spesi per l’arredamento, quando ancora le unità non esistono.
    2) Perchè i corrispettivi sull’ESCROW ACCOUNT sono stati trasferiti in Egitto senza autorizzazione degli investitori ?
    3) Perchè lo studio legale Olandese e IPS non hanno fatto bloccare l’Escrow Account in Olanda come avevano dichiarato di volere fare.
    4) Nella lettera dello studio legale si afferma che i soldi versati sul suo conto sono finiti, pertanto se vogliamo andare avanti dobbiamo versare altri soldi. Ma cosa hanno fatto o quante ore hanno fatto per finire €. 29.000,00 ?
    5) Sono convinto fermamente che dobbiamo darci una scadenza, per esempio la fine di Giugno 2012, dopodiche, se non ci sono patti scritti e firmati, senza ulteriori scuse, andare avanti con un’azione legale dirompente in Egitto.
    Questo è il mio pensiero.
    Gli acquirenti che sono d’accordo con me, sono pregati di manifestare il loro assenso in modo di vedere quanti sono d’accordo. Sicuramente piu’ saremo e meno spenderemo, questo è evidente.
    DOBBIAMO TUTELARE IL NOSTRO INVESTIMENTO…….

    • francesco scrive:

      sono d’accordo, una scadenza dobbiamo assolutamente definirla, altrimenti si andrà avanti senza speranza.

    • francesco scrive:

      Ciao Roberto, cerco di dare una risposta alle tue domande anche se non sarebbe compito mio farlo, ma dobbiamo cercare di vedere le cose dal lato positivo perchè di negatività ce n’è già tanta anche al di fuori di questo investimento:
      1) Non conosco certo le vicende però posso dire che IPI non conosceva apriori le sorti dell’Egitto e quindi potrebbe aver deciso di comprare tutti i mobili subito perchè li ha presi ad un prezzo maggiore. Non possiamo di certo pretendere che ipi compri un televisore ogni volta che completa un appartamento, sarebbe da pazzi. Se però IPI mi desse i mobili che ha comprato per il mio appartamento, almeno sarei contento di avere qualcosa. Questa potrebbe essere una delle cose da chiedere. Se hanno pagato i mobili, vediamo fisicamente dove stanno.
      2) I corrispettivi dell’escrow non dovevano essere autorizzati da noi altrimenti l’Escrow a che serve? (se poi il passaggio dei corrispettivi sia stato fedele allo stato di avanzamento, questa è una cosa che dovremmo verificare.
      3) Mi pare che lo studio olandese ha detto che per bloccare l’escrow ci vuole una sentenza del giudice e quindi ci vuole l’azione legale
      4) Se per fare 2 lettere lo studio si è già fumato 29.000 euro, allora forse prima di parlare di truffa di IPI, dovremmo parlare di triffa dello studio legale. Con 29.000 euro avremmo potuto incaricare un esperto il loco per verificare tutto e avremmo potuto fare decine di viaggi al Cairo, ma non piangiamo sulle cose fatte. Mi sa che però cos’ continuando finiremo per fare causa allo studio legale.
      5) Sono daccordo sulla scadenza ma bisogna incontrare IPI o El Sery e far sapere che non siamo disposti ad aspettare oltre una scadenza. Inoltre vediamo anche cosa stanno facendo tutti gli altri investitori stranieri che hanno comprato appartamenti in questo resort. Girando tra i forum non mi sembra che gli altri abbiano fatto azioni legali e vorrei capire perchè.

      Non so chi sia daccordo con me ma questa è la mia personale spiegazione a tutto. Vogliamo vedere che stanno facendo gli altri investitori non italiani? C’è un forum che li accomuna tutti?

  197. cristina scrive:

    ciao a tutti, spero di aver risposto a tutti coloro che avevano scritto sulla mia mail privata, ho riassunto il contenuto ma se volete il “tema” in inglese ve lo giro.
    sarebbe opportuno contattarci in privato e creare, come suggeritomi da qualcuno, un gruppo (così tutti nello stesso momento potrebbero avere le stesse informazioni.
    mi scuso personalmente con tutti del blog, in quanto precedentemente avvaloravo ancora fermamente questo investimento.
    ritengo che bloccare le cause sia la soluzione migliore e contattare direttamente el sery sia più semplice e meno oneroso.
    tra le cose che non ho citato nelle mail di risposta è che el sery capisce il nostro stato d’animo…ah ah ah…ma ci dicono che dobbiamo capire che stanno lavorando in un paese arabo con mentalità araba???boh!
    alludono sempre al fatto che hanno per le mani un investor…e che cercheranno di finire nel 2014.
    per tutti coloro che come me hanno acquistato da immoworld io ho ancora contatti con un certo valentino, che mi risponde “stranamente”sempre…
    attendo tutte le vostre mail, cristina

  198. francesco scrive:

    non ho mai visto un mediatore che restituisce i soldi dati al costruttore. Forse se va bene puoi recuperare la provvigione del mediatore ma la causa che dovresti fare ti costa il triplo. ma poi che ci vuoi ricavare da Immoworld? Ma esiste ancora?

    • luca scrive:

      esatto francesco…immoworld e’ sparita …girano online numeri di telefono di roberto m.(nn cito il cognome x privacy) ma sono tristemente muti.
      ho provato a mandare una mail alla sede inglese e credo l’abbiano cancellata facendosi una risata davanti a una birra…

  199. cristina scrive:

    ho contattato immediatamente el sery, la risposta molto dettagliata non preannuncia nulla di buono.
    le azioni legali saranno senza esito.
    chi vuole mi scriva in privato che così posso girare il contenuto dell’email krytrieste(chiocciola)hotmail.it
    l’unica cosa da fare è accertarsi se si possa ottenere dai mediatori, ips o immoworld quanto pagato o in parte.

    • luca scrive:

      credo sia normale che el sery scoraggi azioni legali nei prorpi confronti(suonerebbe strano il contrario). in caso di azione legale saranno i giudici a stabilire chi ha commesso abusi o inadempienze..ma a mio avviso e’ da el sery che dobbiamo andare a chiedere i soldi:)

  200. francesco scrive:

    Continuo a credere che ci sia qualche speranza, non capisco altrimenti perchè El Sery dovrebbe essere ancora disponibile ad incontrarci e se è così nutro veramente qualche speranza che si possa ancora continuare. Se una società è solvibile di certo in questi casi svanisce nel nulla, non si fa attaccare. Io comunque se tutto va bene dovrei essere in Egitto tra giugno e luglio e potrei andare al Cairo e fare anche una visitina in cantiere.

    • luca scrive:

      se fosse stata una truffa questi sarebbero gia’ alle cayman a godersi i nostri soldi e nn avrebbero lasciato tracce. secondo me la crisi economica globale ha di colpo azzerato o rallentato le vendite degli appartamenti e i soldi nn sono bastati( anche se c’e’ qualche zona poco chiara su come sono stati utilizzati quelli gia’ in loro possesso) .sapevo di un grosso gruppo belga che aveva prenotato un centinaio di appartamenti e poi e’ saltato tutto x mancanza di fondi da parte dei belgi….speriamo si sblocchi la situazione in qualche modo…

  201. francesco scrive:

    Ma il cantiere in questo momento è abbandonato o c’è qualche squadra a lavoro? E poi perchè se tutto era già saltato a marzo nell’ultima newsletter che è successiva a tale data IPi ci dice di aspettare al primo maggio? Proporrei la seguente se siete daccordo. Dobbiamo assolutamente incontrare El Sery o IPI per capire vis a vis cosa ha intenzione di fare, lettere e parole ce ne sono troppe, bisogna capire cosa dicono a 4 occhi. Posso capire che ci possano essere delle difficoltà per la fase II, ma non capisco perchè nella fase I non si possa andare avanti visto che i soldi li mettiamo praticamente tutti noi. Capito il motivo reale allora possiamo intentare una causa. Dobbiamo capire se in Egitto o In Olanda. Il contratto prevede che per qualsiasi controversia si fa riferimento al tribunale Olandese inoltre anche l’escrow è gestito dall’Olanda. Qualcuno ha tentato di incontrare El Sery nell’ultimo periodo? Se si tratta di truffa immagino che siano scappati tutti e mi aspetto che sull’escrow non ci sia una lira altrimenti che senso avrebbe.

    • luca scrive:

      da quello che so nei conti escrow qualche soldo c’e’…di certo nn tutti quelli che vi abbiamo versato. inoltre so che el sery e’ un gruppo”solvibile” cioe’ con un capitale sociale abbastanza congruo…per questo credo che la causa vada fatta in egitto(se nn sbaglio anche la ipi olandese apparteneva al gruppo el sery). sono d’accordo con te che se ci dobbiamo muovere dobbiamo farlo con certezza e tutti insieme.

    • luigi scrive:

      Ho contattato el sery per avere un eventuale incontro da vicino al Cairo,mi hanno risposto che non ci sono problemi basta concordare l’appuntamento 7 giorni prima,in modo da poter organizzare l’incontro con un responsabile il quale sarebbe disposto a dare tutte le risposte ai nostri dubbi.
      Il viaggio al Cairo 3/4 giorni costa circa 600/700 euro,diciamo che non è una grossa cifra a confronto dell’investimento che ognuno di noi ha fatto.
      Pertanto Vi chiedo se c’è qualcuno o più persone che sarebbero disposti a venire con me in egitto.
      Almeno possiamo renderci conto da vicino con chi abbiamo a che fare.
      Credo che prima di qualsiasi altra cosa,sarebbe un passo da fare.
      Tutto il resto saranno e sono sempre solo chiacchere.
      Fatemi sapere,io comunque andro’ al Cairo,e per il futuro se voglio aggiornamenti su questo investimento chiedero’ a IPS,e se le cose non si mettono bene allora l’unica cosa che posso fare mi rivolgero’ ad uno studio legale.
      Arrivederci

  202. renato scrive:

    Sono nuovo del forum ma vi ho sempre seguito.A questo punto ritengo opportuno intervenire. La data del 1 maggio era legata a doppio filo con un accordo tra partner commerciali che e’ saltato alla fine di Marzo. Il tutto confermato dal rappresentante legale colombiano di IPI-El Sery, avvocato Ebel Magnin. Il primo Maggio non arrivera’ nessun investitore e non riprenderà alcun lavoro. Secondo la mia esperienza l’unica cosa da fare e’ rivolgersi alla magistratura Italiana o del paese dove si trova l’IPS (RSM) e fare denuncia per truffa perchè di questo, a questo punto, evidentemente si tratta. E rivolgersi all’ambasciata Egiziana a Roma denunciando anche a loro l’accaduto.

  203. rossella scrive:

    Video trovato in rete. Dopo 43 secondi dall’inizio una carellata sui lavori del resort a dicembre 2010
    http://www.youtube.com/watch?v=CzTzebdtuc0&feature=BFa&list=SP461481B792FD7310&lf=list_related

  204. MERI scrive:

    Ciao ragazzi cosa vogliamo fare? ancora attendere….. ce qualkuno che gia andato informare da un avvocato qui in italia. che si
    sinifica che soldi possono dare mediatori? quindi ho capito bene soldi devono dare questi da ipi di san- marino. ho come? potete scrivere sul mia mail: meri.bi(chiocciola)virgilio.it

  205. francesco scrive:

    Nell’ultima newsletter per la prima volta abbiamo avuto una data ben precisa che è l’1 maggio. Aspettiamo e vediamo che succede. Non diamo la possibilità ad IPI di accampare ulteriori scuse. La prima cosa che dobbiamo fare è quella di ingaggiare un tecnico locale di fiducia per controllare se realmente IPI ha fatto richiesta al TDA di volturare le autorizzazioni. La voltura delle autorizzazioni non è una cosa da poco, se è stata fatta la richiesta è molto probabile che l’accordo ci sia già. Non perdiamo altro tempo in cose che ci fanno spendere inutilmente soldi. IPS dovrebbe accertarsi della veridicità delle cose contenute nella newsletter. Se non lo fanno loro allora lo facciamo noi.

    • luca scrive:

      a dire il vero anche in una newsletter precedente si dava una data precisa..comunque aspettiamo fino al 1 maggio ma nel frattempo io sto cominciando a cercare uno studio legale che operi in egitto(ma che parli italiano) o qualche altra via per recuperare i soldi…

  206. filippo scrive:

    ciao..come voi stessa situazione..della fase 1..!! sono di vicino rimini…e sento spesso gli operatori ips. A vostra disposizione !! Son con voi anche per unione di gruppo per intraprendere una strada legale o non. pippospitoni”chiocciola”hotmail.it

  207. Antonio scrive:

    Che ne dite se riuscissimo a fare un incontro tutti noi, o in alternativa valutare se non sia meglio avvalerci di uno studio di avvocati italiano, in modo da valutare la strada migliore?

    Grazie

  208. francesco scrive:

    Mi pare che siamo arrivati alla frutta. Sulla carta siamo tutti degli imprenditori, ognuno voleva fare l’affare, mentre adesso ci sbraniamo per un tozzo di pane. Il sottoscritto ha pagato il 100% del prezzo di una junior suite in fase 1 e francamente l’unico interesse che ho è che l’investimento vada a buon fine. Se fate un giro tra i forum stranieri che parlano del Marsa Alam Beach Resort vi renderete conto che molti sostengono che l’intoppo alla continuazione è costituito da un gruppo di 150 italiani che ha iniziato una azione legale contro IPi. Molto probabilmente IPi ha preso noi come scusa nei confronti degli altri, ma è anche vero che noi abbiamo dato un assist grandioso perchè ciò succedesse. Se qualcuno ancora non lo avesse capito, il gruppo IPI è costituito da un gruppo di persone che avevano qualche contatto in Egitto per sviluppare dei progetti di Resort. L’unica loro forza, e nemmeno tanta, è costituita dai contatti. Non hanno soldi propri e si è visto chiaramente con l’avvento della rivoluzione (non hanno nemmeno i soldi per pagare gli stipendi in olanda). I progetti che stanno andando avanti sono solo quelli dei costruttori che dispongono di liquidità (money). IPI costruisce solo con i nostri soldi. Il meccanismo è un classico, e talvolta può essere anche considerata una prassi “normale” prendere soldi da una parte (Fase 2) per completarne un’altra (in questo caso Fase 1). Nel caso in cui tutto va bene, non se ne accorge nessuno e tutti siamo contenti ma in questo caso la rivoluzione ha fatto emergere i problemi finanziari di IPI. Non credo proprio che IPI possa voler creare un precedente restituendo soldi solo a quelli che hanno intrapreso l’azione legale perchè altrimenti è ovvio che tutto il resto farà la stessa cosa e sarebbe comunque il tracollo. L’unica cosa che dobbiamo fare è cercare di contribuire ognuno per la nostra parte a fare in modo che il progetto riparta. E con ciò intendo cioè fare in modo che altri investitori possano essere messi nelle condizioni di comprare tutti gli immobili invenduti. Continuando così non credo che nessuno possa rischiare anche 1 centesimo su questo resort che per me sulla carta rimane uno dei più belli a Marsa Alam (La Pure lo ha pure pubblicizzato sul proprio sito). Cerchiamo di trovare un accordo con IPI in questa direzione. Sono convinto che se il progetto riacquista fiducia, ognuno di noi conosce almeno una persona disposta a comprare un appartamento ad un prezzo molto appetibile. Credetemi, non ci sono altre vie di uscita. Qualsiasi altra via porta ad una perdita economica. I soldi che si dovrebbero spendere per la causa legale vanificherebbero gli spiccioli che IPI potrebbe restituirci dall’escrow. Dobbiamo anche essere veloci perchè se il progetto sta troppo tempo fermo il governo egiziano se ne appropria (questo è il motivo per cui IPI cerca in qualche modo di tenere qualcuno in cantiere, per non dare evidenza che i lavori sono fermi). Vediamo di cominciare a ragionare seriamente perchè questo progetto ha ancora delle potenzialità enormi. Noi stiamo facendo solo il gioco del potenziale investitore che sfrutta noi per tirare il prezzo e questo non fa altro che aumentare il rischio che la nostra operazione non vada in porto. Riflettiamoci bene e cerchiamo di spingere IPI ad andare avanti. Pensate veramente che tra i ricchi arabi non ci sia qualcuno disposto a mettere 4 spiccioli e comprare tutto il resort? Ovviamente si, ma nessun ricco arabo è disposto a comprare un resort in egitto ad un prezzo imposto da gente olandese. Siamo compatti e ragioniamo!!!

    • un amico scrive:

      quello che tu con motivazioni convincenti consigli di fare si chiama: SCHEMA TOM PONZI!!

      io non ho fiducia che IPI restituisca i soldi, ma so chi me li restiuirà: i mediatori

      • alberto scrive:

        Ciao a tutti.
        Chiedevo se l’utente “un amico” mi poteva contattare per fare due parole assieme,naturalmente faccio parte dei fortunati che hanno gia’ versato un bell’acconto per l’affarone in vista…
        marigaia4(chiocciola)gmail.com.
        Grazie.

    • luca scrive:

      io credo che ipi dimostri ancora di piu’ la sua malafede se mette in giro certe voci…e comunque gli arabi,per quanto danarosi,nn hanno l’anello al naso…se nn investono vuol dire che c’e’ qualcosa che nn torna in quel resort.
      cosa facciamo?? aspettiamo ad oltranza che arrivi un principe arabo che rilevi il tutto e ci ricopra di soldi?’…io credo che la nostra pazienza sia stata ampiamente dimostrata. l’unica cosa certa e’ fare un ‘azione in egitto che coinvolga quante piu’ persone possibile…questo beninteso e’ un mio parere.

  209. agostino scrive:

    Davide Montanari mi ha spiegato che in caso di accordo tra Boekel e Ipi il rimborso avrebbe riguardato solo i clienti che avevano pagato il ricorso. Almeno questo dettaglio mi e’ stato spiegato sempre nella massima disponibilita’. Comunque leggendo i commenti di Cristina ho capito che qui inizia la guerra degli stracci…Cristina pensi che i soldi della fase 2 non siano serviti a portare avanti i lavori della fase 1? Se vuoi ci facciamo da parte; a noi restituiscono la nostra quota e voi della fase 1 andate avanti da soli. Che ne dici? Oppure pensi di goderti il tuo appartamento mentre quelli della fase 2 giocano con la sabbia? Che roba ridicola per non dire pietosa, spero che tu sia l’unica in questo blog a pensarla così. Il mio contratto prevedeva la CONSEGNA ad Aprile 2012 , capisci? la consegna e non hanno messo su un solo mattone. Quindi tu che avresti fatto? Comunque se siamo arrivati a dire queste cattiverie e a dare la colpa gli uni agli altri credo sia meglio abbandonare la partita perche’ abbiamo perso in partenza. Saluti a tutti fase 1 e fase 2 e Cristina avvertici quando arriva il nuovo investitore.

    • un amico scrive:

      ho letto il tuo intervento
      come sempre sei stato molto lucido, scusami se mi permetto di dare del tu

      io non ho deciso di aderire agli accertamenti legali dello studio olandese questa estate per il semplice motivo che si tratta di attività che dovrebbe fare il mediatore immobiliare, cioè l’IPS
      è vero che il contratto che abbiam sottoscritto è stato un coacervo di soggetti internazionali per cui diventa difficile capire chi è il foro competente, ma soprattutto a nostra tutela c’è una norma internazionale per cui il mediatore deve avere una professionalità e diligenza pari a quella del buon padre di famiglia: ogni commento mi pare superfluo
      per cui i soldi me li deve restituire IPS con il danno arrecatomi

      nel concreto dubito che mai avranno qualcosa da restituirci, come dubito che l’azione legale vada a buon fine in olanda…se proprio bisogna fare un’zione legale occorre farla in Italia, perchè così si risale al cervello dell’operazione senza avere molte deviazioni internazionali; parliamoci chiaro, qualche dubbio doveva venire sin dall’inizio, ossia: immobile futuro venduto in Italia, da intermediario di sanmarino, con società che progetta l’immobile in olanda e azienda costruttrice in egitto (mi son perso qualcosa??)
      ogni causa legale fatta all’estero sarà un casino, perchè verranno sollevate eccezioni di incompetenza territoriale, e altro che 2014…finiremo nel 2050 (ammesso che poi ci sia qualcosa rimasto ora in tasca ai simpatici ragazzi dell’ipi – ips)
      una considerazione: ipi – ips per me son la stessa cosa

      direte: come fai a saperlo?semplice considerazione di uno che nel 1994 coi familiari comprò un appartamento alle canarie..50milioni di lire svaniti…come qua, stessa cosa
      fortuna che contemporaneamente acquistai 2 unità immobiliari nella periferia di londra…tra svalutazione euro e boom immobiliare ho triplicato l’investimento, ma attenzione, in realtà sarebbe stato quintuplicato…il problema è stato il carico fiscale
      ecco: altra balla dell’ips: il peso fiscale: ci han raccontato sonore balle, eccome se si pagano le tasse sia sui redditi che soprattutto al momento della vendita!!!chi dice il contrario è un farabutto; notevoli vantaggi le hanno le società, ma attenzione pure loro pagano, ma quando si tratta di evadere nn è assolutamente facile in egitto
      anzi è più facile farlo in italia
      si è dei soggetti stranieri che hanno investito e state tranquilli che il peso fiscale sarà notevole anche se diventate residenti…ma se diventate residenti in egitto sai che casini qua in italia se ave qualcosa!!!
      se nn avete nulla e volevate andare a vivere in egitto e dite: divento cittadino egiziano, bhè…allora chi ve lo fatto di mettere tutti i soldini in tale follia??

      come finì quel brutto pasticciaccio alle canarie?
      con una bella denuncia per truffa e una causa civile verso i mediatori (primario gruppo immobiliare, in realtà anche miei amici)
      il discorso fu: “no no no, nn facciamo niente, nn possiamo nulla noi,nn c’entramo, ti denunciamo per calunnia, sei cattivone..etc etc”
      prima di essere condannati rimborsarono 35milioni di lire pur di mettere tutto a tacere
      ritirammo la querela e interrompemmo l’azione civile, perdita 15 milioni di lire, ma sempre meglio che un calcio in culo come si dice dalle mie parti

      la stessa cosa sarebbe augurabile qui

      io mi sto muovendo in tal senso
      o meglio tra poco inizierò,aspetto ancora alcune news, sto facendo alcune ricerche specifiche sull’escrow account per mio conto e sulla struttura truffaldina che han posto in essere
      cmq vi posso anticipare che qua ci sta:
      – truffa
      – inadempienza del mediatore

      fate attenzione a chi vi dice di seguire un’azione in olanda, premesso che costerà assai suppongo che ci saranno tale e tante di quelle eccezioni di incompetenza territoriale per cui si risolverà tutto in un pozzo di sn patrizio
      so che alcuni han lasciato, come me, anche una provvigione al mediatore, non ips in tendo, ma avete ben capito di chi parlo, questa è una bella prova della responsabilità…
      a disposizione per ogni ulteriore informazione

  210. MERI scrive:

    ragazze ce qualkuno della fase 1 qua? che sta zona rimini , riccione o vicino. potete contatarmi sul email per scambiarsi
    delle idee. per favore. ayyyyyyyy? ce qualkuno in questa zona?
    meri.bi(chiocciola)virgilio.it

  211. ALESSIA scrive:

    Che truffatori questi della IPI!!!

    • luigi scrive:

      Concordo con cristina,prima di fare l’azione legale attendiamo ancora un p0′.
      Riflettiamo bene.
      L’azione legale in questo momento va bene solo per gli avvocati.

  212. cristina scrive:

    EL SERY risponde sempre alle mie richieste…ho avuto autorizzazione all’ispezione del complesso quando voglio.
    Adesso c’è il subentro del nuovo investitore al 1 maggio, e la consegna (almeno indicativa) nel 2014 e prima per la fase 1.
    Non vedo perchè non bisogna essere ottimisti.
    Comunque non riesco a capire le vostre situazioni, il mio contratto (stipulato nel lontano dicembre 2008) prevedeva il pagamento a completamento delle fasi (perciò ho pagato finche hanno raggiunto il fine, 70% all’attualità, con ultima richiesta a maggio 2010).
    Tutte queste lamentele, intimazioni ad adire alle vie legali, ma siete solo acquirenti della fase 2.
    Non vorrei che per causa vostra, veramente si fermasse tutto.

  213. MERI scrive:

    ciao a tutti, ce qualkuno su questa forum che da idee chiari . cosa
    dobbiamo fare? ancora aspettare che questi bastardi prendono in giro!!!!!! volevo semplice sapere altre persone che hanno comprati appartamenti cosa fanno? aspettano nulla? ce qualkuno della fase 1 che pagato 80% dell costo.cosa noi ancora dobbiamo aspettare, perche non redanno i nostri soldi.!!! ce qualkuno che abbita in emilia romagna oppure a rimini , riccione, per incontrare
    parlare e scambiare delle idee contattami : meri.bi(chiocciola)virgilio.it . aspetto tutti.

  214. agostino scrive:

    Sul mio escrow account ci sono circa 7000 euro. E’ incredibile che almeno quelli non mi vengano restituiti mentre questi cialtroni fanno e disfano gli accordi a loro piacimento. Dallo studio legale olandese (che io ho pagato, e a questo punto mi chiedo che differenza fa rispetto a chi non lo ha fatto!!!!! se qualcuno me lo puo’ spiegare …) mi sarei almeno aspettato che bloccassero tutti i conti e facessero restituire quanto rimasto. Mesi di attesa per poi, dopo rinvii su rinvii ritrovarci con un pugno di mosche in mano e l’unica strada percorribile di fare causa. Adesso dovro’ tirare fuori altri soldi per la causa in Egitto probabilmente. Ma stavolta me ne sto alla finestra e aspetto che altri paghino gli avvocati , esattamente come e’ successo in Olanda, in attesa di un miracolo.