PIL in crescita anche nel 2016 alle Canarie

PIL CanarieLe Canarie chiudono il 2016 con una crescita del PIL del 3,8%, un tasso di sei decimi sopra la media e superato solo dalle Isole Baleari e Valencia, entrambe con una crescita del PIL del 3,9 per cento, secondo i dati dell’Autorità Indipendente di Responsabilità Fiscale.

lanzarote el mirador del rio

L’Agenzia governativa che si occupa di sorveglianza delle politiche economiche ha rilasciato in questi giorni le sue stime di crescita delle diverse comunità autonome per il quarto trimestre del 2016 con il saldo definitivo dell’anno appena concluso.

In testa si trovano le isole Baleari e la Comunidad Valenciana, entrambe con una crescita del PIL del 3,9% per tutto il 2016; seguite dalla Isole Canarie, con il 3,8%; Murcia, con il 3,7%; La Rioja, con il 3,6%; Galizia, con il 3,4%; e Castilla-La Mancha, Catalogna e Paesi Baschi, con il 3,3%, tutti al di sopra della media nazionale, che è stata del 3,2%.

I dati mostrano che il PIL delle Canarie è in crescita costante dal 2013, quando fece registrare il suo punto più basso. Nel 2014 ha abbandonato il territorio negativo raggiunto durante la recessione e nel 2015 ha continuato ad aumentare mantenendo la stessa tendenza anche durante tutto il 2016.

Il comportamento dell’economia delle Canarie nel corso dell’ultimo anno è stato il seguente: nel primo trimestre dell’anno l’aumento del PIL è stato del 3,3%; nel secondo è salito al al 3,9%; il terzo trimestre ha toccato addirittura il 4,1%; e il quarto è sceso di poco al 4,0%, il livello più alto di tutto il paese, con un punto in più rispetto alla media nazionale spagnola (3,0%).

Fonte: La Provincia

Ricevi le novità sulle Canarie

1305total visits,1visits today

Questa voce è stata pubblicata in Estero news, Notizie, Okversilia news e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento